Migliori berline con budget 20.000 euro

La nuova guida all'acquisto di SicurAUTO.it con i consigli per comprare le migliori berline a 2 o 3 volumi, con budget di spesa fino a 20.000 euro

7 gennaio 2021 - 20:00

Proseguiamo la nostra analisi del segmento C, quello con l’offerta più vasta di tutto il mercato europeo. E così, dopo il panorama sui modelli da 18.000 euro, ecco la nuova guida di SicurAUTO.it con i consigli per l’acquisto delle migliori berline con budget fino a 20.000 euro. Per ogni vettura troverete una piccola ma, speriamo, esauriente scheda tecnica con informazioni su carrozzeria, motori, emissioni, consumi e prezzi, oltre all’immancabile crash test. Il tutto per aiutarvi a scegliere l’auto che meglio si adatta alle vostre esigenze e alla vostra capacità di spesa, senza mai mettere in secondo piano la sicurezza. Guida aggiornata il 7 gennaio 2021.

COME SCEGLIERE L’AUTO GIUSTA

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l’auto giusta. Quanti acquirenti hanno optato per un determinato modello senza pensarci troppo, salvo rendersi conto dopo qualche mese di aver sbagliato clamorosamente automobile? A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la scelta prima di tutto sulle vostre necessità. A parte il budget, è importante sapere l’uso che si farà dell’auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero, gite offroad? Pensateci bene prima di decidere su quale vettura valga la pena indirizzarsi (e investire). E valutate con attenzione anche altri aspetti, come per esempio il numero di km che pensate di percorrere in un anno. Perché da questo dipende la scelta di un’auto benzina, diesel, gpl o con alimentazione a bassi o bassissimi consumi. Detto questo, leggete con attenzione i parametri da considerare per scegliere l’auto giusta e poi passate alla nostra guida con i consigli per l’acquisto delle migliori berline con budget fino a 20.000 euro, presentate in ordine alfabetico.

CITROEN C3

La nuova versione di Citroen C3 ha dimensioni più compatte rispetto al passato e caratteristiche da cittadina quattro metri (399 cm per la precisione, mentre il bagagliaio parte da 300 litri). Per strada è subito riconoscibile grazie agli originali airbump, i paracolpi laterali. Con il nostro budget si possono comprare 4 versioni a benzina e 4 diesel della C3, tra cui la PureTech 110 S&S Shine EAT6 con cambio automatico in vendita a 20.100 euro. Quest’ultima monta un propulsore 1.2 benzina da 110 CV/81 kW, consuma 4,7 l/100 km ed emette 107 g/km. Nel 2017 il crash test Euro NCAP di Citroen C3 ha ottenuto 4/5.

CITROEN C4 CACTUS

La Citroen C4 Cactus è berlina compatta del segmento C dotata di ottime tecnologie tutte al servizio del comfort. È lunga 417 cm, ha 5 porte, 5 posti e un bagagliaio da 358 dm3. Con 20.000 euro si possono comprare un paio di versioni della C4 Cactus, entrambe a benzina, tra cui l’interessante PureTech 110 S&S Feel Pack da 20.500 euro che monta un propulsore 1.2 di cilindrata da 110 CV/81 kW, consuma 4,6 l/100 km ed emette 104 g/km. Qui il crash test 2014 di Euro NCAP della Citroen C4 Cactus.

FIAT 500

Tornata in auge nel 2007 dopo i fasti degli anni ‘50 e ‘60, la nuova Fiat 500 ha avuto l’indubbio merito di riportare in alto il marchio Fiat dopo qualche anno di crisi. Lunga 357 cm, ha 4 posti e 3 porte con un volume minimo del bagagliaio di 185 litri. Rinnovata nuovamente nel 2015, ha beneficiato di un gran numero di modifiche, volte soprattutto a migliorare il comfort a bordo. In riferimento al nostro budget 18-21.000 euro, la Fiat 500 dispone di cinque versioni, due a benzina e tre con alimentazione bifuel benzina/gpl. In particolare la 1.2 69cv EasyPower Star monta un propulsore 4 cilindri 1.2 gpl da 69 CV/51 kW, consuma 5,5 l/100 km ed emette 125 g/km di CO2. E costa 19.950 euro. Più o meno alle stesse cifre si possono acquistare anche quattro versioni della 500 Hybrid. Testata nel 2017 da Euro NCAP, la Fiat 500 ha ottenuto un modesto 3/5 nel crash test.

FIAT PANDA CROSS

Berlina 2 volumi ‘quasi’ crossover, la Fiat Panda Cross è la versione 4×4 del mitico ‘pandino’, una vettura agile e versatile per chi cerca emozioni offroad. Lunga 370 cm, è un po’ più alta del modello cittadino. Il bagagliaio parte invece da 225 litri. Per le possibilità del nostro portafoglio sono disponibili quattro allestimenti, di cui due a benzina e due a metano, compresa la Panda 0.9 TwinAir Turbo 85cv 4×4 Cross, in vendita a 19.750 euro. Motore 0.9 benzina da 85 CV/63 kW, consumi stimati in 5,7 l/100 km ed emissioni che non superano 131 g/km di CO2. Il crash test 2015 di Fiat Panda Cross a cura di Euro NCAP ha ottenuto solo 3/5.

FIAT TIPO

La nuova Fiat Tipo è una berlina senza particolari grilli per la testa ma solida e concreta, dalla buona abitabilità e dalle dotazioni essenziali. Potendo spendere intorno ai 20.000 euro possiamo accedere a quattro versioni della Tipo 4 porte e a 3 della Hatchback, con diverse motorizzazioni, dalla 1.3 Mjt 95cv S&S City Life diesel (20.600 euro) alla 1.0 100cv City Life benzina (20.000 euro). Quest’ultima è spinta da un motore 1.0 da 101 CV/74 kW con cambio manuale, consumi stimati in 5,7 l/100 km e 125 g/km di emissioni di CO2. Solo 3/5 il punteggio di Fiat Tipo nel crash test Euro NCAP del 2016.

FORD FIESTA

La settima generazione della berlina Ford Fiesta è stata lanciata nel 2017, a ben nove anni dal debutto del precedente modello. Rispetto a prima è più lunga di 7 cm (ora si attesta sui 404 cm), ha 5 porte, 5 posti e un bagagliaio da 292/1093 litri. Nella nostra forbice di spesa rientrano due versioni a benzina, due gpl e una mild-hybrid, tutte con prezzi di listino intorno ai 20.000 euro. Il modello ibrido, denominato 1.0 EcoBoost Hybrid 125CV S&S Connect, è equipaggiato con un motore da 1.000 cm3 e 125 CV/92 kW, che consuma 4,0 l/100 km ed emette 92 g/km di CO2. Costa 19.550 euro. Fiesta è disponibile anche nella versione a 3 porte. Il crash test di Ford Fiesta effettuato da Euro NCAP nel 2017 ha ottenuto il massimo punteggio di 5/5.

HYUNDAI I20

L’ultimo modello della compatta Hyundai i20 è lungo 404 cm, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 262 litri. Ha abbandonato le motorizzazioni a gasolio, ma ora mette a disposizione dei clienti una versione ibrida. Nel nostro range di spesa rientra proprio quest’ultima, la 1.0 T-GDI 48V 100cv ConnectLine da 19.150 euro. A spingerla c’è un 4 cilindri da 100 CV/74 kW, con consumo dichiarato nel ciclo misto di 4,1 l/100 km e 94 g/km di emissioni di CO2. Nel 2015 il crash test di Hyundai i20 by Euro NCAP ha dato come esito 5/5.

KIA CEED

La versione berlina 2 volumi della sudcoreana Kia Ceed è giunta alla terza generazione ed è parente stretta della Hyundai i30, con cui condivide l’intera meccanica e anche i motori. Lunga 431 cm, ha 5 posti (ma si viaggia meglio in 4) e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 395 litri. Spendendo 20.500 euro è disponibile la versione a benzina, con cambio manuale, 1.0 T-GDI 100cv Urban, spinta da un 4 cilindri da 100 CV/73 kW, con consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,2 l/100 km e 118 g/km di emissioni di CO2. Nel 2019 Kia Ceed è stata testata da Euro NCAP ottenendo 4 stelle.

KIA RIO

Di recente la compatta Kia Rio ha subito un robusto restyling che ha introdotto non soltanto nuovi elementi di design, ma porta anche interessanti aggiornamenti riguardanti il powertrain e l’infotainment. Con circa 20.000 euro di budget si possono acquistare la 1.0 T-GDI 88KW MHEV Style DCT (19.750 euro) e la 1.0 T-GDI 74KW MHEV GT Line (20.000 euro secchi), entrambe con motore mild-hybrid. La prima però ha il cambio automatico e una potenza leggermente superiore (120 CV vs 100). Il crash test di Kia Rio by Euro NCAP, effettuato nel 2017, ha ottenuto 3/5.

LANCIA YPSILON

La gloriosa Lancia Ypsilon è rimasta forse l’ultimo motivo di vanto del marchio torinese fondato da Vincenzo Lancia nel 1906, che in passato ha prodotto così tante vetture di successo. L’ultimo restyling del 2015 ha aggiornato carrozzeria, abitacolo e interni, introducendo nuovi materiali. La Ypsilon è lunga 383 cm, ospita comodamente 4 persone e dispone di un bagagliaio dal volume minimo di 245 litri. Nella nostra guida con i consigli per l’acquisto di berline fino a 20.000 euro rientrano la versione a metano 0.9 Twinair 70cv metano Gold, in vendita a 19.250 euro. Monta un propulsore 4 cilindri con 70 CV/52 kW. Il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,5 l/100 km con 97 g/km di emissioni di CO2. Il crash test Euro NCAP del 2015 di Lancia Ypsilon è andato piuttosto male con solo 2/5 di valutazione.

MAZDA 2

Decisamente rinnovata rispetto alla precedente generazione, ora Mazda2 si è allungata fino a 406 cm trasformandosi in una berlina dalle linee fluide e sinuose e dalla guida agile e dinamica. La capacità del bagagliaio parte da 280 litri. Nella nostra fascia di riferimento rientra la versione mild-hybrid 1.5 Skyactiv-G 90cv Exceed, in vendita a 19.900 euro. È spinta da un motore 1.5 da 90 CV/66 kW, che consuma 4,1 l/100 km ed emette 94 g/km di CO2. Il crash test del 2015 di Mazda2 ha ottenuto da Euro NCAP il punteggio di 4/5.

MINI 3 E 5 PORTE

3 o 5 porte fa poco differenza, la Mini è sempre la Mini e resta indiscutibilmente una delle vetture più affascinanti del suo segmento. Tra le due versioni la differenza di lunghezza è di ben 16 cm, ovviamente a vantaggio della 5 porte (398 vs 382 cm), e anche le misure del bagagliaio pendono dalla parte della Mini 5p, che può disporre di 278 litri contro i 211 della sorellina. Con i soldi a nostra disposizione possiamo permetterci la Mini One 55kW a 3 porte (19.100 euro) o a 5 porte (20.100 euro), e la One 3 porte da 102 CV (20.500 euro). Il crash test Mini del 2010 ha ottenuto 5/5.

NISSAN MICRA

La berlina 2 volumi Nissan Micra viene prodotta da oltre trentacinque anni ed è arrivata alla quinta generazione, per la gioia dei tantissimi aficionados della vettura nipponica. È lunga 399 cm, ha 5 posti e bagagliaio da 300 litri di capacità minima. Disponibile con alimentazione benzina, presenta pure due versioni con cambio automatico. La IG‐T 92 Acenta Xtronic da 18.915 euro e la IG‐T 92 N-Design Xtronic da 20.115 euro. Per entrambe il propulsore è un 1.000 cm3 da 92 CV/68 kW, con 4,7 l/100 km di consumi dichiarati e 108 g/km di emissioni di CO2. Nel 2017 il crash test Euro NCAP di Nissan Micra è stato valutato 4/5.

OPEL CORSA

Sottoposta a restyling di recente, l’Opel Corsa è stata rimodernata nella parte estetica esteriore, ma sono state introdotte anche una serie di modifiche per quanto riguarda la meccanica. Adesso è lunga 406 cm e il bagagliaio ha una capacità di 309 litri, con in più la possibilità di regolare l’altezza del piano. Per il nostro budget sono disponibili innumerevoli versioni della nuova Corsa, di cui 7 a benzina e 4 diesel. Stuzzica tra tutte la 1.2 Gs Line 100cv AT8 con cambio automatico e motore 1.2 benzina da 100 CV/74 kW di potenza, che emette 99 g/km di emissioni CO2. Prezzo di listino: 20.800 euro. Nel 2019 il crash test di Opel Corsa fatto da Euro NCAP ha dato come risultato 4/5.

PEUGEOT 208

La compatta Peugeot 208 ha conservato la sua personalità anche dopo l’ultimo restyling, visto che l’aggiornamento si è concentrato soprattutto sulla meccanica e le modifiche estetiche si sono limitate al frontale dell’auto. Leggermente allungata, oggi misura 405 cm con una capacità di carico del bagagliaio di 309 litri. Volendo spendere tra 18.000 e 21.000 euro sono a disposizione tre versioni diesel e quattro a benzina della 208. Anche in questo caso spicca un allestimento con cambio automatico di serie, la 208 Active Pack PureTech 100 EAT8 S/S auto da 20.800 euro, con motore 1.2 benzina da 100 CV/74 kW, 4,3 l/100 km di consumi dichiarati e 99 g/km di emissioni di CO2. Il crash test di Peugeot 208 by Euro NCAP è stato valutato 4/5 nel 2019.

RENAULT CLIO

Berlina 2 volumi che ha fatto epoca (la prima serie è del 1990), la Renault Clio con i suoi 405 cm di lunghezza offre un’abitabilità valida per quattro passeggeri (anche se è omologata per cinque), mentre il bagagliaio che parte da 391 litri è molto buono per la categoria. Per quanto riguarda le motorizzazioni ce ne sono per tutti i gusti, benzina, diesel e gpl. Chi preferisce l’alimentazione bifuel può scegliere tra la versione 1.0 TCE 100cv GPL Zen (18.800 euro), la versione 1.0 TCE 100cv GPL Business (19.600 euro) e la versione 1.0 TCE 100cv GPL Intens (20.650 euro). Montano tutte un 3 cilindri 1.000 cm3 da 100 CV/74 kW. Il crash test di Renault Clio del 2019 ha ottenuto 5/5.

SEAT IBIZA

La nuova Seat Ibiza rispetto alla serie precedente si presenta con passo allungato (405 cm) e carreggiate allargate. Elementi che hanno consentito di guadagnare spazio nell’abitacolo, specie a livello del sedile posteriore. Gli interni ora sono più curati. Il bagagliaio parte da una capacità di 355 litri, non male. Nel nostro range di spesa rientrano numerose versioni della berlina spagnola tra cui ben due con alimentazione a metano. Per esempio la 1.0 TGI 90cv Business da 19.950 euro, con motore 1.000 cm3 da 90 CV/66 kW e consumi ed emissioni limitati rispettivamente a 5,1 kg/100 km e 89 g/km. Seat Ibiza ha ricevuto 5 stelle nel crash test Euro NCAP del 2017.

SUZUKI SWIFT HYBRID

Oggi siamo di fronte alla quinta serie della berlina 2 volumi giapponese Suzuki Swift, che è stata profondamente rivisitata nel look e nelle motorizzazioni. Lo spazio interno adesso è ben sfruttato e sul sedile posteriore si sta bene anche in tre. Nonostante la lunghezza della vettura, con 384 cm, non sia proprio da top di gamma. Anche la capacità del bagagliaio è aumentata a 265 litri. Dovendo spendere tra 18.000 e 21.000 euro, abbiamo tre splendide versioni con motore ibrido. Nell’ordine la 1.2 Hybrid Top 2WD da 18.590 euro, la 1.2 Hybrid Top CVT 2WD da 19.790 euro e la1.2 Hybrid Top Allgrip 4WD da 20.090 euro. Montano tutte un propulsore 1.2 a doppia alimentazione da 83 CV/61 kW di potenza, 3,9 l/100 km di consumi e 88 g/km di emissioni di CO2. Soltanto 3/5 il punteggio di Suzuki Swift nel crash test di Euro NCAP del 2017.

TOYOTA YARIS

Perché scegliere la berlina 2 volumi Toyota Yaris? Beh, perché con l’ultimo restyling l’abitabilità è migliorata e consente adesso di viaggiare bene in quattro, stendendo comodamente le gambe (la lunghezza dell’auto è stata portata a 394 cm). Il bagagliaio da 286 litri non è invece gigantesco, però in linea con quello della concorrenza. Per noi sono due tradizionali versioni a benzina: 1.0 Trend MY20 (18.700 euro) e 1.0 Dynamic MY20 (20.200 euro), entrambe con motore 1.0 da 72 CV/53 kW, un consumo di 4,3 litri ogni 100 km e 95 g/km di emissioni dichiarate. Nel 2017 il crash test di Toyota Yaris ha conquistato le 5 stelle.

VOLKSWAGEN POLO

Classicissima berlina 2 volumi tedesca, la Volkswagen Polo è stata sottoposta ad aggiornamento nel 2017 e da allora offre migliori finiture, maggior sicurezza e uno spazio a bordo a prova di viaggio in cinque. Merito forse della lunghezza portata a 405 cm, e anche il bagagliaio da 351 litri fa il suo dovere. Disponibili versioni a benzina e a metano della nuova Polo. La 1.0 TSI Comfortline DSG da 20.250 euro (motore benzina da 95 CV/70 kW, 4,7 l/100 km di consumi e 108 g/km di emissioni di CO2), è dotata pure di cambio automatico. VW Polo ha ricevuto 5 stelle nel crash test Euro NCAP del 2017.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Guida autonoma

Guida autonoma: arrivano i test su pedoni reali, ecco come

I migliori Costruttori auto 2021: la classifica per brand

Cerchi in lega: il 33% delle auto circola con danni alle ruote in UK