Consiglio acquisto berlina: budget fino a 18.000 euro

Le 5 migliori berline del segmento C fino a 4,5 metri di lunghezza da comprare con un budget di circa 18.000 euro, con commenti, pregi e difetti

6 novembre 2020 - 18:50

Dopo aver sviscerato il mercato delle utilitarie da 10.000 oppure da 13.000 euro passiamo adesso al segmento C, che in pratica vede presente ogni costruttore europeo. Proseguono così i ‘consigli per gli acquisti’ di SicurAUTO.it per aiutare i propri lettori a scegliere l’auto che meglio si adatta alle loro esigenze e al loro portafoglio, ovviamente senza dimenticare mai la sicurezza. Le guide sono strutturate per fascia di prezzo e si basano su un budget che prende come riferimento il prezzo di listino dichiarato dalla casa automobilistica. Questa guida del segmento C la dedichiamo ai consigli per l’acquisto di una berlina compatta fino a 4,5 metri di lunghezza con un budget sui 18.000 euro. Guida aggiornata il 6 novembre 2020.

CITROEN C3

La nuova versione di Citroen C3 ha dimensioni più compatte rispetto al passato e caratteristiche da cittadina quattro metri (399 cm per la precisione, mentre il bagagliaio parte da 300 litri). Per strada è subito riconoscibile grazie agli originali airbump, i paracolpi laterali. Con il nostro budget si possono comprare 5 versioni a benzina della C3, tra cui la PureTech 110 S&S Feel Pack in vendita a 17.850 euro. Quest’ultima monta un propulsore 1.2 da 110 CV/81 kW, consuma 4,6 l/100 km ed emette 110 g/km. Nel 2017 il crash test Euro NCAP di Citroen C3 ha ottenuto 4/5.

FIAT 500

Tornata in auge nel 2007 dopo i fasti degli anni ‘50 e ‘60, la nuova Fiat 500 ha avuto l’indubbio merito di riportare in alto il marchio Fiat dopo qualche anno di crisi. Lunga 357 cm, ha 4 posti e 3 porte con un volume minimo del bagagliaio di 185 litri. Rinnovata recentemente, ha beneficiato di un gran numero di modifiche, volte soprattutto a migliorare il comfort a bordo. In riferimento al nostro budget fino a 18.000 euro, la Fiat 500 dispone di tre versioni a benzina e una con alimentazione bifuel benzina/gpl. In particolare la 1.2 69cv Dualogic Lounge con cambio automatico monta un propulsore 4 cilindri 1.2 benzina da 69 CV/51 kW, consuma 4,9 l/100 km ed emette 114 g/km di CO2. E costa 17.650 euro. Testata nel 2017 da Euro NCAP, la Fiat 500 ha ottenuto un modesto 3/5 nel crash test.

FORD FIESTA

La settima generazione della berlina Ford Fiesta è stata lanciata nel 2017, a ben nove anni dal debutto del precedente modello. Rispetto a prima è più lunga di 7 cm (ora si attesta sui 404 cm), ha 5 porte, 5 posti e un bagagliaio da 292/1093 litri. Nella nostra forbice di spesa rientra la 1.1 75CV S&S Connect (prezzo di listino 17.050 euro), equipaggiata con un motore benzina da 1.000 cm3 e 75 CV/55 kW, che consuma 4,5 l/100 km ed emette 102 g/km di CO2. Fiesta è disponibile anche nella versione a 3 porte. Il crash test di Ford Fiesta effettuato da Euro NCAP nel 2017 ha ottenuto il massimo punteggio di 5/5.

HYUNDAI i20

L’ultimo modello della compatta Hyundai i20 è lungo 403 cm, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 326 litri. Ha abbandonato le motorizzazioni a gasolio, ma ora mette a disposizione dei clienti il cambio a doppia frizione. Nel nostro range di spesa rientra il modello a benzina 1.2 MPI 84cv ConnectLine da 16.950 euro. A spingerlo c’è un 4 cilindri da 84 CV/62 kW, con consumo dichiarato nel ciclo misto di 5,3 l/100 km e 112 g/km di emissioni di CO2. Nel 2015 il crash test di Hyundai i20 by Euro NCAP ha dato come esito 5/5.

LANCIA YPSILON

La gloriosa Lancia Ypsilon è rimasta forse l’ultimo motivo di vanto del marchio torinese fondato da Vincenzo Lancia nel 1906, che in passato ha prodotto così tante vetture di successo. L’ultimo restyling del 2015 ha aggiornato carrozzeria, abitacolo e interni, introducendo nuovi materiali. La Ypsilon è lunga 383 cm, ospita comodamente 4 persone e dispone di un bagagliaio dal volume minimo di 245 litri. Nella nostra guida con i consigli per l’acquisto di berline fino a 18.000 euro rientrano due versioni mild-hybrid della Ypsilon, una a metano e due gpl, tra cui la 1.2 69cv GPL Gold in vendita da 17.500 euro. Monta un propulsore 4 cilindri con 69 CV/51 kW. Il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 7,2 l/100 km con 117 g/km di emissioni di CO2. Il crash test Euro NCAP del 2015 di Lancia Ypsilon è andato piuttosto male con solo 2/5 di valutazione.

MAZDA2

Decisamente rinnovata rispetto alla precedente generazione, ora Mazda2 si è allungata fino a 406 cm trasformandosi in una berlina dalle linee fluide e sinuose e dalla guida agile e dinamica. La capacità del bagagliaio parte da 280 litri. Nella nostra fascia di riferimento rientrano le versioni 1.5 Skyactiv-G 75cv Evolve e 1.5 Skyactiv-G 90cv Evolve, entrambe in vendita a 17.800 euro. Quest’ultima è spinta da un motore 1.5 benzina da 90 CV/66 kW, che consuma 4,1 l/100 km ed emette 94 g/km di CO2. Il crash test del 2015 di Mazda2 ha ottenuto da Euro NCAP il punteggio di 4/5.

NISSAN MICRA

La berlina 2 volumi Nissan Micra viene prodotta da oltre trentacinque anni ed è arrivata alla quinta generazione, per la gioia dei tantissimi aficionados della vettura nipponica. È lunga 399 cm, ha 5 posti e bagagliaio da 300 litri di capacità minima. Con i soldi nel nostro portafoglio possiamo acquistare la IG-T 100 Acenta da 17.415 euro, con propulsore  1.000 cm3 a benzina da 92 CV/68 kW, con 4,5 l/100 km di consumi dichiarati e 103 g/km di emissioni di CO2. Nel 2017 il crash test Euro NCAP di Nissan Micra è stato valutato 4/5.

OPEL CORSA

Sottoposta a restyling pochi anni fa, l’Opel Corsa è stata rimodernata nella parte estetica esteriore, ma sono state introdotte anche una serie di modifiche per quanto riguarda la meccanica. Adesso è lunga 402 cm e il bagagliaio ha una capacità di 285 litri, con in più la possibilità di regolare l’altezza del piano. Per il nostro budget sono disponibili ben sei versioni: cinque a benzina e una diesel, la  1.5 Diesel 100cv MT6 con motore da 102 CV/75 kW di potenza, che consuma 3,3 l(100 km ed emette 86 g/km di emissioni CO2. Prezzo di listino: 17.600 euro. Nel 2019 il crash test di Opel Corsa fatto da Euro NCAP ha dato come risultato 4/5.

PEUGEOT 208

La compatta Peugeot 208 ha conservato la sua personalità anche dopo l’ultimo restyling, visto che l’aggiornamento si è concentrato soprattutto sulla meccanica e le modifiche estetiche si sono limitate al frontale dell’auto. Leggermente accorciata, oggi misura 397 cm con una capacità di carico del bagagliaio di 311 litri. Volendo spendere tra 15.000 e 18.000 euro sono a disposizione tre versioni a benzina della 208, compresa la Like PureTech 75 S/S da 15.700 euro, con motore 1.2 da 75 CV/55 kW, 4,1 l/100 km di consumi dichiarati e 94 g/km di emissioni di CO2. Il crash test di Peugeot 208 by Euro NCAP è stato valutato 4/5 nel 2019.

RENAULT CLIO

Berlina 2 volumi che ha fatto epoca (la prima serie è del 1990), la Renault Clio con i suoi 406 cm di lunghezza offre un’abitabilità valida per quattro passeggeri (anche se è omologata per cinque), mentre il bagagliaio che parte da 300 litri è abbastanza buono per la categoria. Per quanto riguarda le motorizzazioni nel nostro budget di riferimento ce ne sono sia a benzina che gpl. Chi preferisce l’alimentazione bifuel può scegliere tra la versione 1.0 TCE 100cv GPL LIFE da 17.700 euro, con un 3 cilindri 1000 cm3 da 100 CV/74 kW che consuma 5,7 litri ogni 100 km ed emette 94 g/km di CO2. Il crash test di Renault Clio del 2019 ha ottenuto 5/5.

SUZUKI SWIFT

Oggi siamo di fronte alla quinta serie della berlina 2 volumi giapponese Suzuki Swift, che è stata profondamente rivisitata nel look e nelle motorizzazioni. Lo spazio interno adesso è ben sfruttato e sul sedile posteriore si sta bene anche in tre. Nonostante la lunghezza della vettura, con 384 cm, non sia proprio da top di gamma. Anche la capacità del bagagliaio è aumentata a 265 litri. Dovendo spendere fino a 18.000 euro, non possiamo non suggerirvi la splendida versione con motore ibrido denominata 1.2 Hybrid Cool 2WD da 17.290 euro. La vettura monta un propulsore 1.2 a doppia alimentazione da 83 CV/61 kW di potenza, 3,9 l/100 km di consumi e 88 g/km di emissioni di CO2. Soltanto 3/5 il punteggio di Suzuki Swift nel crash test di Euro NCAP del 2017.

TOYOTA YARIS

Perché scegliere la berlina 2 volumi Toyota Yaris? Beh, perché con l’ultimo restyling l’abitabilità è migliorata e consente adesso di viaggiare bene in quattro, stendendo comodamente le gambe (la lunghezza dell’auto è stata portata a 394 cm). Il bagagliaio da 286 litri non è invece gigantesco, però in linea con quello della concorrenza. Ma soprattutto la Yaris è amica del nostro portafoglio, visto che il nuovo modello a benzina 1.0 Active MY20 è in vendita ad appena 17.700 euro. Motore 1.0 da 72 CV/53 kW, consumo nel ciclo misto di appena 4,3 litri ogni 100 km e 95 g/km di emissioni dichiarate. Nel 2017 il crash test di Toyota Yaris ha conquistato le 5 stelle.

VOLKSWAGEN POLO

Classicissima berlina 2 volumi tedesca, la Volkswagen Polo è stata sottoposta ad aggiornamento nel 2017 e da allora offre migliori finiture, maggior sicurezza e uno spazio a bordo a prova di viaggio in cinque. Merito forse della lunghezza portata a 405 cm, e anche il bagagliaio da 351 litri fa il suo dovere. Per noi c’è la versione a benzina 1.0 EVO 59kW Comfortline da 17.950 euro: 80 CV/59 kW, 4,5 l/100 km di consumi e 104 g/km di emissioni di CO2. VW Polo ha ricevuto 5 stelle nel crash test Euro NCAP del 2017.

 

1 commento

Paolo
22:23, 13 aprile 2016

il commento dell'Astra è riferito al vecchio modello.
Auto dell'anno 2016: redazione, aggiornatevi.

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Le auto elettriche saranno bandite dai parcheggi sotterranei?

Comprare una batteria auto online: 5 errori da non fare

Top Employers: le migliori aziende automotive in Italia 2022