Crash Test Hyundai i20

2015

Autovettura valutata secondo il protocollo euroncap 2015

16 novembre 2015 - 9:28

Protezione adulti

Vengono valutate: la protezione offerta agli occupanti adulti nei crash test frontali e laterali, la prevenzione dal colpo di frusta nei tamponamenti a bassa velocità e la funzionalità del sistema di frenata d’emergenza autonoma (AEB) per evitare incidenti urbani.

85%

protezione bambini

Viene misurata la protezione offerta ai bambini seduti sugli appositi seggiolini (posizionati nei sedili posteriori) nei crash test frontale e laterale con speronamento. Viene verificata anche la funzionalità della disattivazione dell’airbag passeggero, la sua segnalazione e la compatibilità di installazione a bordo di un variegato numero di seggiolini.

73%

protezione pedoni

Viene valutata, tramite appositi crash test, la compatibilità del frontale in caso di investimento di un pedone a 40 km/h. Inoltre viene verificato il corretto funzionamento del sistema di frenata d’emergenza autonoma (AEB) per pedoni e ciclisti in vari scenari di prova.

79%

Safety Assist

Viene verificata la presenza e la funzionalità dei sistemi di assistenza alla guida (ADAS), tra i quali: avvisatori per le cinture slacciate (SBR), avviso del limite di velocità, limitatori di velocità, sistema di mantenimento della corsia (LKA e LDW) e frenata d’emergenza autonoma per scenari extraurbani (AEB).

64%

EQUIPAGGIAMENTI

  • Airbag lato guida
  • Airbag laterale torace
  • Airbag laterale a tendina
  • Pretensionatori anteriori
  • Limitatori di carico anteriori
  • Limitatori di carico posteriori
  • Disattivazione airbag passeggero
  • Controllo elettronico della stabilità ESC
  • Limitatore di velocità impostabile
  • Avvisatore uscita corsia di marcia
  • Pretensionatori posteriori

PROTEZIONE ADULTI – Buona la tenuta dell'abitacolo nel crash test frontale offset per la i20. Ben protette le ginocchia e i femori, anche per persone di statura fuori dalla media. I sistemi di ritenuta proteggono in maniera accettabile il conducente donna nel crash test frontale pieno, il passeggero posteriore ottiene un'accettabile protezione di torace e collo. Il crash test laterale col carrello e il più severo test del palo sono stati superati a pieni voti, tuttavia è stata penalizzata di un punto la protezione della testa a causa di un incorretto gonfiaggio degli airbag a tendina. Una porzione di sacco è rimasta intrappolata in un rivestimento interno, non permettendo un corretto gonfiaggio dell'airbag. Hyundai investigherà sull'accaduto e deciderà eventuali contromisure da apportare. Buona la prevenzione dal colpo di frusta sui sedili anteriori, mediocre invece sui sedili posteriori.

PROTEZIONE BAMBINI – Il bambino di 18 mesi nel crash test frontale è a medio riscio di lesioni a livello della testa. Il bambino di 3 anni subisce una pressione sul collo nella media del segmento. L'airbag del passeggero è disattivabile e lo stato di attivazione è ben segnalato al conducente. Tutti i seggiolini della verifica sono stati correttamente installati a bordo della i20.

PROTEZIONE PEDONI – Molto buona la protezione generale offerta al pedone investito. Qualche appunto va fatto solamente alla troppo rigida zona dei montanti esterni del parabrezza.

SAFETY ASSIST – Le Hyundai i20 sono fornite di serie di ESC e avvisatori per le cinture slacciata su tutti i posti a sedere. Optional ma previsti su oltre la metà del venduto il limitatore di velocità e l'avvisatore dell'uscita dalla corsia di marcia.

TEST FRONTALE FULL 7.8 pt.
TEST FRONTALE OFFSET 7.7 pt.
TEST LATERALE 15.0 pt.
TEST TAMPONAMENTO 2.2 pt.
Punti frenata autonoma AEB a bassa velocità 0 pt.
Bambino 18 mesi 9.4 pt.
Bambino 3 anni 9.4 pt.
Dotazioni di sicurezza per i bambini 5.0 pt.
Verifica installazione seggiolini 12 pt.
  • Buona
  • adeguata
  • marginale
  • scarsa
  • insufficiente

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto senza assicurazione cosa si rischia

Codice della Strada: la mini riforma slitta al 2020

Black Friday 2019: le offerte FCA durano fino al 2 dicembre

Auto usate certificate: brumbrum apre la prima fabbrica della qualità