Consiglio acquisto auto elettrica: budget fino a 40.000 euro

La guida con i nostri consigli per l'acquisto di un'auto elettrica: con budget fino a 40.000 euro è possibile acquistare un'ottima vettura a emissioni zero. E si può sfruttare pure l'Ecobonus

19 novembre 2020 - 19:30

Dopo auto ibride e veicoli Gpl, continuano le guide di SicurAUTO.it dedicate alle vetture ecologiche. Stavolta tocca ai consigli per l’acquisto di un’auto elettrica con budget oltre i 25.000 e fino a 40.000 euro. Com’è noto i veicoli a trazione elettrica non sono esattamente a buon mercato, ma grazie all’Ecobonus auto 2019 – 2021 e ai fondi del decreto Agosto, cumulabili tra loro, si possono ottenere sconti importanti: nel migliore dei casi fino a 10.000 euro sul prezzo di listino di una vettura con emissioni da 0 a 20 g/km di CO2 e costo non superiore a 61 mila euro Iva inclusa, limiti in cui rientrano tutte le auto elettriche di questa guida. Guida aggiornata al 19 novembre 2020.

COME SCEGLIERE L’AUTO GIUSTA

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l’auto giusta. Quanti acquirenti hanno optato per un determinato modello senza pensarci troppo, salvo rendersi conto dopo qualche mese di aver sbagliato clamorosamente automobile? A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la scelta prima di tutto sulle vostre necessità. A parte il budget, è importante sapere l’uso che si farà dell’auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero, gite offroad? Pensateci bene prima di decidere su quale vettura valga la pena indirizzarsi (e investire). E valutate con attenzione anche altri aspetti, come per esempio il numero di km che pensate di percorrere in un anno. Perché da questo dipende la scelta di un’auto benzina, diesel, gpl o con alimentazione a bassi o bassissimi consumi. Detto questo, leggete con attenzione i parametri da considerare per scegliere l’auto giusta e poi passate alla nostra guida con i consigli per l’acquisto di un’auto elettrica con budget fino a 40 mila euro.

CITROEN C-ZERO

Lunga appena 347 centimetri e larga 147, la Citroen C-Zero è una citycar elettrica che si destreggia abilmente nel traffico cittadino. L’unico allestimento disponibile è il Full Electric Seduction in vendita a 30.965 euro, con motore da 67 CV/49 kW, batteria agli ioni di litio con 14,5 kWh di capacità, velocità massima di 130 km/h e autonomia dichiarata di 100 km. La ricarica può essere effettuata tramite normali prese domestiche da 220 V in un lasso di tempo che va dalle 6 alle 11 ore a seconda dell’amperaggio. Qui potete leggere la scheda e guardare il video del crash test della Citroen C-Zero del 2011 .

CITROEN Ë-C4

La berlina Citroën ë-C4 è una vettura 100% elettrica dotata di una batteria con una capacità di 50 kWh, che offre fino a 350 km di autonomia sul ciclo WLTP. La batteria è garantita per 8 anni o 160.000 km, per il 70% della capacità iniziale. Con il nostro budget sono disponibili gli allestimenti 100 kW 136CV Electric Feel, 100 kW 136CV Electric Feel Pack e 100 kW 136CV Electric Shine, tutti con cambio automatico, in vendita rispettivamente a 35.150 euro, 36.150 euro e 37.650 euro al netto degli incentivi. L’ultimo crash test EuroNCAP disponibile è quello sulla C4 Cactus datato 2014.

DS 3 CROSSBACK E-TENSE

Il marchio francese DS Automobiles propone una costosa ma interessante versione elettrica del nuovo compatto e lussuoso crossover urbano DS 3 Crossback. L’unico allestimento con alimentazione elettrica sotto i 40.000 euro è la E-TENSE So Chic che costa 39.650 euro. Dotata di un motore da 136 CV/100 kW, monta una batteria agli ioni di litio da 50 kWh, viaggia fino a 150 km/h e garantisce un’autonomia di 320 km. Davvero niente male, considerando gli standard delle vetture elettriche. E la ricarica? DS assicura che servono non più di 8 ore con una presa monofase.

EVO ELECTRIC

Il suv ‘molisano’ Evo Electric ha un’autonomia di 300 km, una velocità massima di 130 km/h e un motore da 85 kW, pari a 116 CV con una coppia massima di 270 Nm. La trazione è anteriore, ma le batterie sono comunque al litio, da 40 kWh, mentre l’assorbimento del caricabatteria è di 6,6 kW. Così con la ricarica lenta si fa il pieno in 8 ore e con quella veloce in 40 minuti. E le dimensioni? 5 posti, è lunga 4,1 metri e pesa 1500 kg, con una capacità del bagagliaio variabile da 250 a 450 dm3. Prezzo di listino 32.340 euro.

FIAT 500 ELECTRIC

Presentata nel 2020 nel bel mezzo della pandemia, la Fiat 500 elettrica non si discosta troppo, esteticamente, dal modello a motore endotermico, anche se guadagna 6 cm in lunghezza e in larghezza (ora sono rispettivamente 363 e 168) e 4 in altezza (152). Per il resto è dotata di un sistema di ricarica rapida da 85 kW: sono necessari 5 minuti di ricarica della batteria per avere un’autonomia di 50 chilometri e 35 minuti per ricaricarla fino all’80%. Nel nostro budget di riferimento rientrano gli allestimenti Passion, Icon ed Elettrica La Prima, che costano da 29.900 a 35.900 euro (ma con i vari incentivi si può risparmiare parecchio). Il motore elettrico da 118 CV/87 kW, con cambio automatico, consuma all’incirca 14 kWh ogni 100 km. Emissioni ovviamente pari a zero. Più o meno agli stessi costi sono disponibili le versioni della 500 elettrica 3+1 e cabrio. Testata ai crash test EuroNCAP nel 2017 ha ottenuto 3/5.

HONDA E

Honda e è la prima city car 100% elettrica del marchio giapponese. Assicura 220 km di autonomia massima, passa da 0 a 100 km/h in appena 8,3 secondi e per una ricarica richiede soltanto 31 minuti, tempo misurato dall’avviso di batteria scarica a una ricarica dell’80% con un caricabatterie da 50 kW. Cacciando da 35.900 a 38.900 euro si può scegliere fra tre allestimenti in ordine crescente di prezzo e di potenza, il più performante dei quali è il 113 kw Advance (17) con cambio automatico e trazione posteriore.

HYUNDAI KONA ELECTRIC

La nuova Hyundai Kona Electric è un crossover in vendita in Italia dal 2018 al prezzo competitivo di 38.400 euro per la versione EV XPrime 39 kWh. La più potente EV XPrime 64 kWh costa 43.400 euro e sfora un po’ il nostro budget (ma con l’Ecobonus ci rientriamo). In questa scheda ci occupiamo soltanto della prima, rivelandovi che gli interni sono spaziosi e che il bagagliaio, con i suoi 322 litri di capacità espandibili a 1114, fa il suo dovere. Per quanto riguarda invece gli aspetti tecnici, la Kona Electric 39 kWh monta un propulsore da 136 CV/100 kW e una batteria agli ioni di litio da 39 kWh, con velocità massima di 155 km/h e un’eccellente autonomia di circa 305 km. La ricarica è però un po’ lenta. Nel 2017 la Hyundai Kona ha ottenuto 5 stelle al crash test EuroNCAP.

KIA E-NIRO

La nuova Kia e-Niro è un crossover interamente elettrico con una batteria da 64 kWh e un’autonomia fino a 455 km, calcolata sulla base del ciclo di omologazione WLTP. Consumi stimati in 15,3 kWh/100 km, mentre per una ricarica fino all’80% sono necessari 54 minuti. Con 39.850 euro possiamo comprare la versione e-NIRO 39,2 kWh Style da 136 CV/100 kW. Qui il crash test EuroNCAP di Kia Niro del 2014 con punteggio, foto e video.

KIA E-SOUL

Kia e-Soul è la berlina 2 volumi della casa sudcoreana in cui trovano comodamente posto cinque persone. Che però devono farsi bastare un bagagliaio di soli 224 litri, espandibili. Non è troppo economica, 39.850 euro per l’allestimento base e-SOUL 39,2 kWh Style, ma è ben equipaggiata con un propulsore a trazione anteriore da 136 CV/100 kW e batteria da 39 kWh che consuma 15,6 kWh ogni 100 km nel ciclo misto. La velocità massima dichiarata è di 157 km/h, l’autonomia di 276 km. Nel 2014 il crash test di Kia Soul Eco-Electric by EuroNCAP ha ricevuto un punteggio di 4/5.

MAZDA MX-30

Arrivata nelle concessionarie italiane a settembre 2020, Mazda MX-30 è un suv-coupé di taglia media, lungo 440 cm, largo 180 e alto 157, dalle forme filanti e originali. A muoverlo è un motore elettrico da 143 CV/105 kW collegato alle ruote anteriori. La batteria agli ioni di litio da 35,5 kWh garantisce, stando alle dichiarazioni della Casa, un’autonomia di 200 km. Gli allestimenti sono ben 4 con prezzi di listino che oscillano da 34.900 euro della Launch Edition a 39.350 euro del modello Exclusive. 5 stelle su 5 nel crash test EuroNCAP di Mazda MX-30 realizzato con il nuovo protocollo 2020.

MINI COOPER SE

La stilosissima Mini Cooper SE full electric da 184 CV/135 kW scatta da da 0 a 100 km/h in 7,3 secondi, dichiara un consumo di energia combinato in kWh/100 km tra 14,8 e 15,4, un’autonomia di 230 km e si ricarica in circa 2 ore e mezza utilizzando una connessione Wallbox trifase da 11 kW.  Le dimensioni sono più o meno quelle standard delle Cooper (384 x 172 x 143 cm) per 4 comodi posti. Clicca qui per l’ultimo crash test di Mini Cooper by EuroNCAP datato 2014.

MITSUBISHI I-MIEV

Dal punto di vista prettamente economico la Mitsubishi i-MiEV è una delle citycar elettriche più interessanti sul mercato italiano, dato che si può portare a casa con ‘soli’ 29.900 euro, riducibili di qualche migliaio con Ecobonus e altri incentivi. Indicata soprattutto per l’uso cittadino viste le dimensioni e le prestazioni non certo da top, la i-MiEV è equipaggiata con un motore da 67 CV/49 kW, monta batterie da 16 kWh, ha una velocità massima di 130 km/h e un’autonomia di 160 km. La ricarica si fa alla presa di corrente in un massimo di sei ore. Nel 2011 il crash test della Mitsubishi i-MiEV ha avuto come esito 4/5.

NISSAN LEAF

Ci sono ben quattro allestimenti dell’auto elettrica Nissan Leaf: Acenta, Business, N-Connecta e Tekna (qui la nostra prova su strada), con prezzi di listino che variano da 35.300 a 39.630 euro, senza contare l’Ecobonus. Berlina 2 volumi con 5 porte e 5 comodi posti, la Leaf dispone pure di un capiente bagagliaio da 435 litri. Motore da 150 CV/110 kW, batteria agli ioni di litio da 40 kWh, dichiara 144 km/h di velocità massima e un’autonomia di 270 km. Per la ricarica completa sono necessarie 16 ore a 220 V e 3kW. La Nissan Leaf ha ottenuto un punteggio di 5/5 nel crash test EuroNCAP del 2018 (qui la scheda con i risultati completi e il video).

OPEL CORSA-E

Anche la storica Corsa ha la sua versione elettrica, la Opel Corsa-E con motore da 136 CV/100 kW, che garantisce un’autonomia fino a 337 km (WLTP) in base agli equipaggiamenti, mentre per una ricarica fino all’80% sono necessari soli 30 minuti utilizzando un caricatore rapido in CC (100 kW). Tre gli allestimenti che rientrano nella fascia di prezzo della nostra guida all’acquisto di auto elettriche: 100 Kw e-edition, 100 Kw e elegance e 100 Kw e Gs Line in vendita rispettivamente a 32.400, 33.400 e 33.700 euro. Qui il recente crash test (2019) di Opel Corsa by EuroNCAP.

OPEL MOKKA-E

Il crossover tedesco Opel Mokka-e da 136 CV/100 kW monta una batteria da 50 kWh garantita 8 anni o 160.000 km e dichiara un’autonomia di 324 km nel ciclo WLTP. Il caricatore trifase è un optional, arriva a 11 kW massimi e ricarica la batteria in poco più di 5 ore utilizzando la corrente alternata. Di serie quello monofase da 7,4 kW (servono 7 ore e mezza per il 100%), mentre in corrente continua si può sfruttare fino a 100 kW per raggiungere l’80% della batteria in 30 minuti. Disponibili cinque allestimenti della Mokka elettrica con prezzi che oscillano da 34.250 a 39.250 euro. L’ormai datato (2012) crash test EuroNCAP di Opel Mokka ha conseguito 5/5.

PEUGEOT E-208

La nuova citycar Peugeot e-208 (qui la nostra presentazione) si presenta al pubblico di potenziali appassionati con un propulsore elettrico alimentato da una batteria di 50 kW che riesce ad esprimere una potenza di 136 CV decisamente adeguata alla massa della vettura pari a 1530 kg. Non male l’autonomia di 340 km omologata secondo il ciclo WLTP. Gli allestimenti della 208 elettrica sono ben sei con prezzi di listino da 33.850 a 37.850 euro. Qui punteggio, foto e video del crash test della Peugeot 208 realizzato da EuroNCAP nel 2019.

PEUGEOT E-2008

Peugeot e-2008 è la versione elettrica del quasi omonimo Suv. Uscita nel 2020 monta un propulsore da 136 CV/100 kW con cambio automatico e batteria da 50 kWh in grado di assicurare 320 km di autonomia. Per portarsela a casa ci vogliono da 38.750 a 39.650 euro a seconda dell’allestimento (Active, Active Pack e Allure). Qui punteggio, foto e video del crash test della Peugeot 2008 realizzato da EuroNCAP nel 2019.

PEUGEOT ION

Altra citycar elettrica francese su cui viaggiano più o meno comodamente quattro persone, senza però esagerare con i bagagli (solo 166 litri di capacità, comunque espandibili). In vendita a 28.375 euro nell’unico allestimento Active, Peugeot iOn monta un propulsore a trazione posteriore da 67 CV/49 kW e batterie da 14,5 kWh (per ricaricarle ci vogliono 6 ore a 220 V). Velocità massima di 130 km/h e 150 km d’autonomia dichiarati. Insomma, non allontanatevi troppo! Nel crash test Euro NCAP del 2011 la Peugeot iOn ha ottenuto 4 stelle su 5.

RENAULT ZOE

Utilitaria elettrica della casa francese, la Renault Zoe (qui la nostra prova su strada) è lunga più o meno quanto la Clio ma decisamente più alta. È comunque abbastanza comoda e sui sedili posteriori si possono sedere comodamente tre persone. Oppure nessuna se decidete di sacrificare la seconda fila per ampliare il bagagliaio da 338 a 1225 litri. La Renault Zoe è offerta in ben sette versioni: Life R90, Life R110, Intens R110 Flex, Business R110, Zen R135, Life Q90 e Intens R135. A seconda dell’allestimento cambiano i prezzi (si va da 28.000 a 37.650 euro) e le caratteristiche del motore elettrico (le più potenti sono la Zen R135 e la Intens R135 che montano un propulsore da 135 CV/99 kW). Nel 2013 Reanault Zoe ha ottenuto 5/5 nel crash test EuroNCAP, qui la scheda completa con dati, foto e video.

SMART EQ FORFOUR

Nella Smart EQ Forfour ci entrano senza problemi quattro persone e con il motore elettrico a trazione posteriore da 82 CV/60 kW vanno un po’ dappertutto, non temendo Ztl o altre limitazioni di sorta. Basta non chiedere miracoli al modesto bagagliaio da 185 litri. Sono disponibili ben 5 allestimenti della EQ Forfour, con prezzo di listino che oscilla da 27.969 a 33.195 euro. Per il resto la vettura dispone di una batteria da 17,6 kWh, viaggia a 130 km/h di velocità massima e ha un’autonomia di circa 155 km. Per l’80% della ricarica sono necessarie 6 ore da una presa domestica. La Smart Forfour ha ottenuto 4/5 nel crash test del 2014 (qui scheda e video completi).

SMART EQ FORTWO COUPÈ E CABRIO

Uscita nel 2018, la Smart EQ Fortwo è una citycar elettrica a trazione posteriore perfetta per l’uso cittadino. Anche perché fra tanti pregi, come la maneggevolezza e la facilità di parcheggio, non si può dire che l’autonomia sia proprio il suo forte. Il prezzo di listino della Smart Fortwo elettrica varia a seconda dei 12 allestimenti proposti. Parte dai 27.418 euro della EQ 60kW passion e arriva ai 33.195 euro della EQ 60kW edition one(22kW). Il motore ha una potenza di 82 CV/60 kW, la batteria agli ioni di litio una capacità di 17,6 kWh, mentre velocità massima e autonomia sono rispettivamente di 130 km/h e di 160 km. Per l’80% della ricarica sono necessarie 6 ore da una presa domestica. Buona parte degli allestimenti della Smart EQ Fortwo sono disponibili pure in versione cabrio. Nel 2014 il crash test ha dato come risultato 4/5. Qui c’è la nostra prova su strada della Smart EQ Fortwo elettrica.

VOLKSWAGEN ID.3

Chi acquista la nuova berlina elettrica Volkswagen ID.3 può scegliere tra due tipologie di batterie, una da 58 kWh e l’altra da 77 kWh, entrambe con garanzia di 8 anni o 160.000 km. Caratterizzata dal cambio automatico e soprattutto dalla trazione posteriore, sprigiona una potenza di 204 CV/150 kW e consuma all’incirca 14,5 kWh ogni 100 km. La ricarica è fino a 11 kW in corrente alternata e fino a 100 kW in continua. Gli allestimenti compresi nel nostro budget sono 1st, che costa 37.350 euro, e Life, che costa invece 38.900 euro. Punteggio massimo per la VW ID.3 nel crash test di EuroNCAP.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Prezzi auto nuove in risalita: +3% ad ottobre 2020

Consiglio acquisto auto 7 posti: budget fino a 35.000 euro

Attività di parcheggiatore abusivo

Attività di parcheggiatore abusivo: illecito o reato?