Codice della strada 2022

Codice della strada 2022: tutte le novità che devi sapere

Con l'approvazione della legge di conversione del decreto Infrastrutture cambia leggermente il Codice della strada 2022: ecco tutte le novità da sapere

10 novembre 2021 - 14:30

In vista del 2022 il Codice della Strada cambia leggermente forma con l’introduzione di numerose novità dettate dal decreto Infrastrutture e Trasporti (d.l. n. 121 del 10/9/2021) e dalla relativa legge di conversione n. 156 del 9/11/2021. Nulla di epocale, intendiamoci, ma sono comunque entrate in vigore diverse modifiche che i conducenti di qualunque veicolo e i pedoni sono tenuti a conoscere e a rispettare. La legge 156/2021 ha pure messo mano agli articoli della legge n. 8/2020 che regolano l’utilizzo su strada dei monopattini elettrici. Nei prossimi paragrafi trovate una sintesi delle principali novità che bisogna sapere.

NOVITÀ CODICE DELLA STRADA GIÀ INTRODOTTE A SETTEMBRE CON IL DECRETO INFRASTRUTTURE: PARCHEGGI ROSA, SAGOMA VEICOLI, STALLI PER I DISABILI, TARGA PROVA

Nei centri abitati i Comuni possono riservare limitati spazi alla sosta: dei veicoli al servizio delle donne in stato di gravidanza o di genitori con un bambino di età non superiore a due anni, muniti di “permesso rosa“; dei veicoli elettrici; di veicoli per il carico e lo scarico delle merci nelle ore stabilite; dei veicoli adibiti al trasporto scolastico nelle ore stabilite.

Gli autoarticolati e gli autosnodati non devono eccedere la lunghezza totale, compresi gli organi di traino, di 18 metri (prima erano 16,50 metri). Gli autosnodati e i filosnodati destinati a sistemi di trasporto rapido di massa possono raggiungere la lunghezza massima di 24 metri su itinerari in corsia riservata autorizzati dal MIMS. Per approfondire clicca qui.

Ai fini del conseguimento dei certificati di abilitazione professionale di tipo KA e KB è necessario che il conducente abbia, oltre le patenti richieste, anche l’attestazione di avere frequentato con profitto un corso di formazione di primo soccorso.

La sosta di un veicolo è vietata anche negli spazi riservati allo stazionamento e alla fermata dei veicoli adibiti al trasporto scolastico; negli spazi riservati alla sosta dei veicoli a servizio delle donne in stato di gravidanza o di genitori con un bambino di età non superiore a due anni muniti di permesso rosa.

La multa per chi parcheggia negli spazi riservati ai disabili diventa da euro 80 a euro 328 per i ciclomotori e i motoveicoli a due ruote e da euro 165 a euro 660 per i restanti veicoli, più la perdita di 4 punti patente. Disposto anche il raddoppio della sanzione pecuniaria per l’uso improprio dell’autorizzazione per disabili (ad esempio esponendo un contrassegno altrui o scaduto oppure una fotocopia): ora la multa è da euro 168 a euro 672 più decurtazione di 6 punti patente.

Pure chi viola il divieto di sosta nelle aree pedonali urbane vede aumentare la sanzione amministrativa, che passa a una somma da euro 41 a euro 168 per i ciclomotori e i motoveicoli a due ruote e da euro 87 a euro 344 per i restanti veicoli.

Previsti incentivi ai Comuni per consentire la sosta gratuita nelle strisce blu alle persone con disabilità, munite di contrassegno, nel caso lo stallo riservato risulti occupato. Questo beneficio parte dal 1° gennaio 2022.

Modificato anche l’articolo 1 del decreto del Presidente della Repubblica n. 474 del 24 novembre 2001 per risolvere l’annosa questione relativa all’uso della targa prova (maggiori dettagli qui).

CODICE DELLA STRADA 2022: USO DI CELLULARI ALLA GUIDA

Niente stretta sull’uso del cellulare alla guida: è stata solo introdotta la dicitura specifica che riguarda “smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l’allontanamento delle mani dal volante” (prima ci si riferiva genericamente ad apparecchi radio-telefonici), ma la multa per i trasgressori resta da 165 a 660 euro e la sospensione della patente scatta solo in caso di recidiva nel biennio.

Curiosamente nella news di commento alle modifiche del Codice della Strada, il sito del MIMS aveva inizialmente riportato l’aumento della sanzione per l’uso dello smartphone alla guida da un minimo di 422 euro a un massimo di 1.679 euro e la sospensione della patente da 7 giorni a 2 mesi fin dalla prima infrazione. Si trattava però di un errore (probabilmente nella prima stesura della legge l’aumento era previsto, poi è saltato per qualche ragione). Dopo una nostra segnalazione il MIMS ha provveduto a rettificare la news.

CODICE DELLA STRADA 2022: NOVITÀ SUGLI ATTRAVERSAMENTI PEDONALI

In corrispondenza delle strisce pedonali senza semafori, i conducenti dei veicoli devono dare la precedenza non solo ai pedoni che hanno iniziato l’attraversamento, ma anche a coloro che si accingono ad attraversare la strada. Nel qual caso i veicoli devono fermarsi senza frenare bruscamente, ma rallentando gradualmente.

CODICE DELLA STRADA 2022: DIVIETO DI PUBBLICITÀ SESSISTE

Previsto il divieto di pubblicità con: messaggi sessisti o violenti; stereotipi di genere offensivi; messaggi lesivi del rispetto delle libertà individuali, dei diritti civili e politici, del credo religioso e dell’appartenenza etnica. Divieto anche di messaggi discriminatori con riferimento a: orientamento sessuale; identità di genere; abilità fisiche e psichiche.

CODICE DELLA STRADA 2022: MULTE PER AUTO A NOLEGGIO

Nel noleggio senza conducente, in tema di responsabilità solidale per le infrazioni, si prevede che solo il locatario, e non più anche il proprietario, risponda solidalmente con l’autore della violazione. È una norma per evitare, come stava accadendo ultimamente, che le società di noleggio siano costrette a pagare le multe dei clienti. Leggi il nostro approfondimento.

CODICE DELLA STRADA 2022: NOVITÀ SULLA DECURTAZIONE DEI PUNTI

Niente più lettera della Motorizzazione per avvisare l’effettiva decurtazione dei punti prevista per un’infrazione stradale. D’ora in poi sarà comunicata tramite il Portale dell’Automobilista, con modalità che saranno fissate dal MIMS. Non si tratta di una modifica di poco conto perché nel caso della perdita dei punti è importante conoscere la data esatta a partire dal quale il punteggio viene effettivamente ridotto e si rischia pertanto l’azzeramento.

CODICE DELLA STRADA 2022: PUNTI DI RICARICA AUTO ELETTRICHE

La sosta è vietata negli spazi riservati alla fermata, alla sosta e alla ricarica dei veicoli elettrici. Negli spazi riservati alla ricarica il divieto è previsto anche per i veicoli elettrici che vi stazionano senza effettuare l’operazione di ricarica; e per i veicoli elettrici che permangono oltre un’ora dopo il completamento della fase di ricarica. Tale limite temporale non si applica però dalle ore 23 alle ore 7, a eccezione dei punti di ricarica di potenza elevata (cioè per la ricarica veloce, ossia superiore a 22 kW e pari o inferiore a 50 kW, e per la ricorica ultra-veloce superiore a 50 kW).

CODICE DELLA STRADA 2022: DOCUMENTI MANCANTI

Se si viene fermati senza documenti obbligatori a bordo (patente, carta di circolazione o documento unico e certificato dell’assicurazione) resta la multa per la dimenticanza ma non è più necessario recarsi in un ufficio di polizia a esibire il documento mancante. A condizione però che durante la contestazione gli agenti abbiano la possibilità di connettersi con le apposite banche dati per effettuare il controllo. Scopri di più con il nostro approfondimento.

CODICE DELLA STRADA 2022: NOVITÀ SU NEOPATENTATI E FOGLIO ROSA

Le limitazioni di potenza per i neopatentati con patente B non si applicano se al fianco del conducente si trova, in funzione di istruttore, una persona di massimo 65 anni, munita di patente conseguita da almeno 10 anni. La validità del foglio rosa passa da 6 mesi a 1 anno; nel medesimo periodo i tentativi a disposizione per superare la prova pratica passano da 2 a 3. Qui c’è il nostro approfondimento.

CODICE DELLA STRADA 2022: NOVITÀ CHE RIGUARDANO LE MOTO

Arriva il riconoscimento ufficiale per i ciclomotori elettrici, la cui potenza nominale non deve superare i 4.000 watt (4 kW) altrimenti diventano motocicli. È inoltre concesso alle moto elettriche di accedere in autostrada e sulle strade extraurbane principali, ma solo ai modelli con potenza del motore di almeno 11 kW. Introdotta infine, nella sanzione per mancato uso del casco, la responsabilità del conducente anche per i passeggeri maggiorenni. Mentre prima accadeva solo nel caso in cui il passeggero fosse minorenne.

CODICE DELLA STRADA 2022: LE NUOVE REGOLE SUI MONOPATTINI ELETTRICI

Come anticipato, la legge di conversione del decreto Infrastrutture e Trasporti 2021 ha ritoccato le regole per l’uso dei monopattini elettrici, anche se sono rimaste fuori le modifiche più attese come il casco (anche) per i maggiorenni, l’assicurazione RCA obbligatoria, il targhino e la patente. Le novità introdotte riguardano invece la velocità massima; l’obbligo di indicatori luminosi di svolta e di freno su entrambe le ruote; il divieto di sosta sui marciapiedi e di circolare contromano; gli importi di alcune sanzioni. È però già emersa una contraddizione sui tipi di strada nelle quali i monopattini possono circolare. Per l’approfondimento sulle nuove regole dei monopattini vi rimandiamo al nostro speciale su SicurMOTO.it.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto nuove, prezzi sino a +24% rispetto al listino negli USA

Trasporto auto elettriche: servono navi speciali “antincendio”

Auto nuove: i sistemi di sicurezza fondamentali per Global NCAP