Multa con auto a noleggio

Multa con auto a noleggio: i Comuni vogliono farsi pagare dai noleggiatori

Polemiche sulla multa con auto a noleggio: i Comuni vogliono farsi pagare dai noleggiatori ma ANIASA non ci sta e chiede l'intervento del Governo

10 settembre 2021 - 20:00

Chi prende una multa con l’auto a noleggio dovrebbe comprensibilmente assumersi gli oneri di pagare la sanzione, essendo l’autore materiale della violazione stradale. Ma in realtà le cose sono un po’ più complicate, visto che il Codice della Strada prevede il principio di solidarietà tra proprietario, conducente e locatario di una vettura a noleggio e il recente orientamento della giurisprudenza ha confermato che se l’effettivo responsabile della violazione non salda quanto dovuto, deve risponderne in solido la società di noleggio.

MULTA CON AUTO A NOLEGGIO: LA DENUNCIA DI ANIASA

Una situazione inaccettabile per l’ANIASA, Associazione Nazionale Industria Autonoleggio, Sharing mobility e Automotive digital, che ha pubblicamente denunciato la pericolosa abitudine, da parte di alcuni Comuni italiani, di scaricare sulle società di noleggio la responsabilità di pagare le multe stradali per infrazioni commesse dai clienti. “Nell’attuale situazione di crisi”, si legge nel comunicato dell’associazione, “le Pubbliche Amministrazioni sempre più spesso notificano direttamente alle aziende di noleggio (più facili da identificare e solvibili rispetto soprattutto ai clienti stranieri) i verbali per le infrazioni al Codice della Strada commesse dai driver delle loro auto. Una pratica sbagliata e pericolosa che rende meno sicure le nostre strade, deresponsabilizzando gli automobilisti, e che produce gravi danni economici per il settore”.

MULTA CON AUTO A NOLEGGIO: CHI DEVE PAGARE?

Ma i Comuni hanno ragione o torto a pretendere dai noleggiatori il pagamento delle multe prese dai clienti? A tal proposito l’art. 196 comma 1 del CdS ricorda che “per le violazioni punibili con la sanzione amministrativa pecuniaria il proprietario del veicolo o, in sua vece, l’usufruttuario, l’acquirente con patto di riservato dominio o l’utilizzatore a titolo di locazione finanziaria, è obbligato in solido con l’autore della violazione al pagamento della somma da questi dovuta, se non prova che la circolazione del veicolo è avvenuta contro la sua volontà. Nelle ipotesi di cui all’art. 84 (che regola la locazione senza conducente, ndr) risponde solidalmente il locatario”. Il comma 4 aggiunge inoltre che “chi ha versato la somma stabilita per la violazione ha diritto di regresso per l’intero nei confronti dell’autore della violazione stessa”.

SOCIETÀ DI NOLEGGIO RESPONSABILI IN SOLIDO

Ricapitolando, per la legge nel noleggio auto sono egualmente responsabili in solido il proprietario del veicolo (ossia il noleggiante), l’autore della violazione (ossia il conducente) e il locatario (chi ha firmato il contratto di noleggio, se persona diversa dal conducente). Per prassi il Comune in cui è avvenuta l’infrazione stradale notifica il verbale alla società di noleggio che a sua volta lo ‘gira’ all’effettivo responsabile affinché provveda al pagamento. Diciamo che nella maggior parte delle volte la faccenda si risolve così, ma ci sono casi in cui il conducente (e/o il locatario) si rifiuta di pagare, oppure non viene rintracciato. E allora il Comune, nel nome del principio di solidarietà ai sensi dell’art. 196 CdS, non può far altro che richiedere il versamento della sanzione all’azienda di noleggio.

La Corte di Cassazione, con la sentenza 9675/2020, ha ribadito che in un noleggio auto il noleggiante è responsabile in solido per le multe del conducente. Poi può rivalersi su quest’ultimo, ma intanto deve pagare.

NOLEGGIO AUTO E MULTE: ANIASA CHIEDE L’INTERVENTO DEL GOVERNO

Il comparto delle società di noleggio continua a soffrire per la mancata corretta applicazione, da parte di alcuni Comuni, delle deroghe al vincolo di responsabilità solidale nei casi in cui il proprietario non sia a bordo del veicolo”, prosegue il comunicato di ANIASA. “Infatti, durante gli ultimi 18 mesi di emergenza Covid si è registrato un pericoloso trend da parte di queste Amministrazioni che, per motivi legati a una propria inefficienza burocratica, notificano direttamente alle aziende di noleggio (già duramente provate dalla crisi) multe e azioni esecutive massive riguardanti gli ultimi 5 anni, senza richiedere preventivamente di conoscere i dati dell’effettivo trasgressore. È pertanto necessario che il Governo intervenga per rendere più chiara l’attuale norma e non dare spazio a pericolose interpretazioni, sancendo la responsabilità unica del driver per le infrazioni al Codice della Strada”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incentivi auto 2021

Incentivi auto 2021: dal 27 ottobre le nuove prenotazioni

Guidare in inverno: il 52% degli automobilisti europei ha i vetri appannati

Colonnine elettriche bonus 90 milioni

Dove sono le colonnine elettriche in autostrada (e non)?