Guida acquisto SUV: budget oltre 30.000 euro

I migliori SUV da comprare nel 2021 con un budget di oltre 30.000 euro. Guida all'acquisto SUV con schede tecniche, foto e gli immancabili crash test

21 gennaio 2021 - 18:00

Nuovo appuntamento con i consigli per gli acquisti di SicurAUTO.it. Dopo aver analizzato di recente il mercato delle auto a 7 posti e il segmento dei crossover, restiamo sui grossi calibri con la guida all’acquisto di SUV con budget da 30.000 a 35.000 euro circa. Vi presenteremo oltre 30 schede di altrettanti modelli che stanno andando fortissimo nelle classifiche di vendita. Del resto i cosiddetti Sport Utility Vehicle attraggono anno dopo anno un numero sempre maggiore di estimatori. Con questa nuova guida, così come con le altre (e con quelle che seguiranno), vi aiuteremo a scegliere l’auto che si adatta meglio alle vostre esigenze e al vostro portafoglio, ponendo sempre in primissimo piano la sicurezza. Per ogni vettura presentata, infatti, troverete sempre il relativo crash test. Guida aggiornata il 21 gennaio 2021.

COME SCEGLIERE L’AUTO GIUSTA

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l’auto giusta. Quanti acquirenti hanno optato per un determinato modello senza pensarci troppo, salvo rendersi conto dopo qualche mese di aver sbagliato clamorosamente automobile? A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la scelta prima di tutto sulle vostre necessità. A parte il budget, è importante sapere l’uso che si farà dell’auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero, gite offroad? Pensateci bene prima di decidere su quale vettura valga la pena indirizzarsi (e investire). E valutate con attenzione anche altri aspetti, come per esempio il numero di km che pensate di percorrere in un anno. Perché da questo dipende la scelta di un’auto benzina, diesel, gpl o con alimentazione a bassi o bassissimi consumi. Detto questo, leggete con attenzione i parametri da considerare per scegliere l’auto giusta e poi passate alla nostra guida all’acquisto di SUV con budget da oltre 30.000 euro, elencati in ordine alfabetico.

AUDI Q2

Un po’ SUV e un po’ crossover, la nuovissima versione della Audi Q2, con 420 cm di lunghezza e 405 litri di bagagliaio, ospita comodamente quattro persone con tanto di valige (ma è omologata per 5). Ha il servosterzo progressivo e l’adaptive cruise assist di serie. Nel nostro budget di riferimento rientrano numerose versioni a benzina (da 110 o 150 CV) e diesel (116 o 150 CV), con prezzi da 30.300 euro per la 1.0 30 TFSI Business a benzina ai 34.900 euro dei modelli a gasolio 2.0 30 TDI Admired ADV. S Tronic e 2.0 35 TDI S Tronic, entrambi con cambio automatico. Consumo di carburante da 5,8 a 6,5 l/100 km a seconda della versione, emissioni di CO2 133–149 g/km. Il crash test Euro NCAP di Audi Q2 del 2016 è stato valutato 5/5.

BMW X1

Sottoposta a restyling nel 2020, la Bmw X1 è cambiata completamente nella disposizione meccanica e nella forma, guadagnando in spazio e versatilità. Ora al suo interno si sta davvero comodi, visto che la lunghezza è stata portata a 444 cm, con 5 posti, 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 505 litri. Con i nostri soldi possiamo ambire a numerose versioni della nuova X1, sia benzina che diesel, con prezzi che oscillano dai 33.000 euro della sDrive 18i ai 34.850 della sDrive 16d Advantage. Quest’ultima monta un propulsore 1.5 diesel da 116 CV/85 kW, che consuma 4,1 l/100 km ed emette 107 g/km di CO2. Nel 2015 il crash test di Bmw X1 by Euro NCAP ha ottenuto 5 stelle.

BMW X2

Il SUV Bmw X2 è la versione più sportiva della X1, con la quale condivide la meccanica e gli elementi principali e rispetto alla quale è più corta e più bassa, rispettivamente di 8 e 7 cm. Le misure della X2 sono infatti 436 cm di lunghezza, 152 di altezza e con un bagagliaio che parte da 470 litri. Aprendo il nostro portafoglio possiamo permetterci la sDrive 18i da 34.150 euro e la sDrive 16d da 34.400 euro, tutte con cambio manuale. La X2 sDrive 16d è spinta da un motore diesel 1.5 da 116 CV/85 kW, con 4,1 l/100 km di consumo combinato ed emissioni di CO2 stimate in 106 g/km. Punteggio di 5/5 anche per Bmw X2 nel crash test Euro NCAP (è lo stesso della X1).

CITROEN C5 AIRCROSS

Il SUV francese Citroen C5 Aircross offre grande spazio a bordo, sfruttando alla perfezione i suoi 450 cm di lunghezza e un bagagliaio che parte addirittura da 720 litri. Chi vuole spendere più di 30.000 euro può scegliere tra diverse versioni benzina e diesel, la più performante delle quali è la BlueHDi 130 S&S C-Series EAT8 in vendita a 34.900 euro. Motore 1.5 a gasolio da 130 CV/96 kW con cambio automatico, ha un consumo combinato di 4,1 l/100 km ed emette 107 g/km di CO2. Nel 2019 il crash test di Citroen C5 Aircross con allestimento standard ha dato come risultato 4/5.

DS3 CROSSBACK

La DS3 Crossback è un elegante B-SUV lungo 412 cm che offre un’ottima accessibilità all’abitacolo, spazi ben sfruttati, anche per chi siede dietro, e bagagliaio da 261 litri sufficiente per trasporti non troppo ingombranti. Con il budget a disposizione nel nostro portafoglio possiamo sbizzarrirci tra ben nove versioni, sei benzina e tre diesel, della DS3 Crossback: molto interessante a nostro parere il modello con alimentazione a gasolio BlueHDi 130 Automatico Grand Chic da 34.850 euro, con motore da 130 CV/96 kW, consumi a 3,8 l/100 km ed emissioni 99 g/km. Clicca qui per il crash test di DS3 Crossback del 2019.

FORD KUGA

La nuova generazione di Ford Kuga, datata 2020, è decisamente migliorata in molti aspetti e propone oggi un abitacolo confortevole e ben rifinito. Con 461 cm di lunghezza lo spazio all’interno è più che abbondante, sui sedili posteriori si sta bene anche in tre e per i bagagli si può contare su un’ampia capacità di 645 litri. Sono in vendita quasi venti versioni di Ford Kuga con prezzo di listino oltre 30.000 bigliettoni, con alimentazioni benzina, diesel e ibrida. Riflettori puntati specialmente sui quattro modelli full hybrid benzina/elettrico che costano all’incirca 34.000 euro, hanno 190 CV/140 kW, il cambio automatico e consumi sotto la media. Trazione 4×4 per l’allestimento 2.5 Benzina FHEV 190CV AWD Connect Aut. Il crash test Euro NCAP di Ford Kuga del 2019 ha ottenuto 5/5.

HONDA CR-V

L’iconico SUV della casa giapponese prosegue il percorso di rinnovamento delle proprie linee e degli interni. Tanta la tecnologia a bordo, così come i sistemi di assistenza alla guida, che rendono Honda CR-V uno dei SUV più apprezzati dal mercato. Come misure è lunga 461 cm, ha 5 posti e 5 porte con un volume del bagagliaio di 589 litri. Proposta in tre versioni a benzina da 31.500 a 34.300 euro tutte con cambio manuale, tra cui il modello 4×4 1.5T Elegance Navi AWD da 173 CV che consuma 6,6 l/100 km ed emette 151 g/km di CO2. Testata nel 2019 da Euro NCAP, Honda CR-V ha ottenuto 5 stelle.

HONDA HR-V

Nel 2018 è giunta sul mercato la nuova Honda HR-V e si è subito segnalata tra i SUV più moderni e innovativi tra quelli in circolazione. L’abitacolo è piuttosto comodo data la lunghezza di 433 cm, mentre la capacità del bagagliaio parte da 470 litri. Potendo spendere fino a 35.000 euro circa si può scegliere tra quattro differenti versioni della HR-V, tre benzina e una diesel. Quest’ultima, la 1.6 Executive Navi ADAS da 30.750 euro, ha 120 CV/88 kW di potenza, consuma 4,1 l/100 km ed emette 108 g/km di CO2. Il crash test del 2015 di Honda HR-V a cura di Euro NCAP ha dato 5/5 di punteggio.

HYUNDAI KONA HYBRID

La nuova Hyundai Kona Hybrid è un SUV in vendita in Italia a un prezzo piuttosto competitivo per quanto sa offrire. La full-hybrid 1.6 HEV Exellence 2WD DCT costa 32.150 euro, ha interni spaziosi e un bagagliaio che, con i suoi 361 litri di capacità minima, fa ampiamente il suo dovere. Per quanto riguarda invece gli aspetti tecnici, la Kona full-hybrid monta un propulsore da 141 CV/104 kW che consuma 3,9 litri ogni 100 km ed emette 90 g/km di CO2. In questa fascia di prezzo la Kona è disponibile anche ad alimentazione benzina e dieselNel 2017 la Hyundai Kona ha ottenuto 5 stelle al crash test EuroNCAP.

HYUNDAI TUCSON

Il SUV Hyundai Tucson è stato rinnovato nel 2018 e offre adesso 448 cm di lunghezza, 5 porte, 5 comodi posti e un bagagliaio da 513 litri. Oltre allo spazio Hyundai ha pensato anche all’ambiente realizzando alcune versioni con propulsore ibrido, oltre alle più consuete benzina e diesel. Tra i tanti modelli bifuel che rientrano nel nostro budget segnaliamo quello full-hybrid 1.6 HEV 2wd 230cv Xtech Auto in vendita a 33.350 euro, con trazione anteriore e cambio automatico. L’ultimo crash test della Hyundai Tucson, datato 2015, ha dato come risultato 5/5.

JEEP COMPASS

La seconda generazione di Jeep Compass ha la stessa meccanica della Renegade mentre nelle forme sembra la sorella piccola del Grand Cherokee. Insomma, ha preso il meglio dei modelli Jeep più apprezzati, e la cosa non ci dispiace affatto (e non dispiace neanche agli automobilisti, visto il buon successo di Compass sul mercato). Lunga 439 cm e rialzata da terra più di altre concorrenti del medesimo segmento, dispone di un bagagliaio di 438 litri. Nella nostra forbice di spesa 30.000-35.000 euro rientrano ben sette versioni di Jeep Compass, sia diesel che benzina. La più costosa è il 1.3 Turbo T4 110W Night Eagle DDCT (33.550 euro), con motore benzina da 150 CV/110 kW, 5,6 l/100 km di consumi dichiarati e 127 g/km di emissioni di CO2. Nel 2017 il crash test di Jeep Compass ha conquistato 5 stelle su 5.

JEEP RENEGADE

La Jeep Renegade è lunga 4,23 metri, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 351 dm3. Testata nel 2019 da Euro NCAP ha ottenuto solo 3 stelle su 5 (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video). Ha 6 airbag di serie e l’ESC + Hill Start Assistant e Hill Descent Control. La versione 4×4 2.0 MJet 140cv Limited 4WD aut. è equipaggiata con un motore diesel da 140 cavalli, ha il cambio automatico, un consumo dichiarato nel ciclo misto di 5,8 l/100 km e 154 g/km di emissioni di CO2. Costa 35.000 euro. Nella stessa fascia di prezzo ci sono anche modelli a benzina.

KIA NIRO

La Kia Niro è arrivata sul mercato nel 2016 ed è a oggi uno dei pochi SUV full hybrid. Per sapere come va la vettura vi rimandiamo al video della nostra prova su strada della Kia Niro. In sostanza il powertrain ibrido è lo stesso della Ioniq con l’accoppiata dei motori termico (105 CV) ed elettrico (43,5) che sviluppano insieme 141 CV. Insieme permettono di contenere i consumi (ufficiali) nel misto a 3,4 l/100 km, mentre le emissioni di CO2 sono stimate in 79 g/km. Prezzo di listino: 32.250 euro per la versione 1.6 HEV GDI Evolution DCT. La Kia Niro ha agguantato le 5 stelle Euro NCAP nel crash test del 2016.

KIA SPORTAGE

Uscito con una nuova versione nel 2018, il SUV Kia Sportage è un’automobile tagliata su misura per le famiglie, con lo spazio a disposizione dei passeggeri decisamente aumentato (si viaggia molto comodi in quattro) e il bagagliaio da 480 litri più capiente. Nel nostro range di spesa rientrano versioni diesel, gpl e, udite udite, ibride, con prezzi di listino che oscillano tra 30.000 e 34.500 euro. In questa sede vi segnaliamo tra gli altri il modello a doppia alimentazione 1.6 CRDI MHYB 100KW Business Class DCT 2WD con cambio automatico (32.000 euro) e propulsore da 136 CV/100 kW. Il crash test di Kia Sportage by Euro NCAP ha ottenuto nel 2015 il risultato di 5 stelle.

MAZDA CX-5

La Mazda CX-5 è stata sottoposta a restyling nel 2017. Esteticamente ha ricevuto sottili aggiornamenti ma è migliorata notevolmente, offrendo maggiore comfort e una migliore insonorizzazione. Il design è stato sviluppato tenendo conto dei gusti occidentali ed è frutto della filosofia KODO. Pratica e versatile, la giapponese offre un abitacolo altamente configurabile grazie ai sedili posteriori Karakuri, divisibili e in grado di uniformarsi al pianale. È lunga 454 cm, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 503 litri. Nella versione Diesel 2.2L 150cv 2WD 6MT Business è spinta da un motore 2.2 con 150 CV/110 kW, il consumo dichiarato nel ciclo misto è di 5,9 l/100 km con 130 g/km di emissioni di CO2. Il prezzo di listino parte da 34.850 euro. Testata nel 2017 da Euro NCAP, Mazda CX-5 ha ottenuto 5/5 nel crash test.

MAZDA CX-30

Tra gli ultimi SUV giunti sul mercato c’è la Mazda CX-30, nel cui abitacolo lo spazio è commisurato alle generosissime dimensioni esterne (439 x 179 x 153 cm): infatti si sta comodi in quattro, anche sedendosi nella zona posteriore. Cosa possiamo acquistare con il nostro budget superiore a 30.000 euro? Addirittura undici versioni di cui ben sette mild-hybrid. Occhi puntati specialmente sulla 2.0L Mazda M Hybrid 122cv Skyactiv-G Exclusive, che al costo relativamente modico di 30.050 euro offre una vettura spinta da ben 122 CV/90 kW e che consuma 5,1 l/100 km. 5/5 il punteggio del crash test di Mazda CX-30 by EuroNCAP effettuato nel 2019.

MAZDA MX-30

Mazda MX-30 è un SUV compatto prodotto dal 2020 ed è il primo veicolo ad alimentazione elettrica prodotto in serie dal costruttore nipponico. Esteticamente si caratterizza per la presenza di due piccole portiere ad apertura ad armadio, che facilitano l’accesso alla zona posteriore dell’abitacolo, soluzione peraltro già adottata sulla RX-8. Con 34.900 euro (ma il prezzo si può abbattere con gli incentivi dell’Ecobonus) si possono acquistare la versione 35,5kWh 143cv Executive o la versione 35,5kWh 143cv Launch Edition, spinte entrambe da un motore elettrico da 143 CV/107 kW di potenza, con cambio automatico, alimentato da una batteria dalla capacità di 35,5 kWh, con un’autonomia dichiarata di circa 209 km. 5 stelle su 5 per il crash test di Mazda MX-30.

MITSUBISHI ASX

Nel 2017 Mitsubishi ASX è stata rinnovata con un modello nuovo che ha apportato un significativo rinnovamento estetico, avvicinando il SUV giapponese alle migliori sport utility medio-piccole sul mercato. ASX è lunga 436 cm, può ospitare anche 7 persone ed è equipaggiata con un bagagliaio da 406/1.206 litri. Nel nostro budget rientrano tre versioni tra cui due bifuel benzina/Gpl. Tra queste la 2.0 Instyle SDA 4WD CVT Bi-Fuel con motore 4 cilindri da 150 CV/110 kW, un consumo dichiarato di 7,3 l/100 km e 167 g/km di emissioni di CO2. Prezzo 32.900 euroL’ultimo crash test di Mitsubishi ASX risale al 2011 e all’epoca Euro NCAP ha promosso la vettura con 5 stelle.

MITSUBISHI ECLIPSE CROSS

La giapponese Mitsubishi Eclipse Cross è un SUV ad alte prestazioni con un’anima off-road, capace di regalare un’esperienza di guida decisamente emozionale. È lunga 440 cm, ha 5 porte, 5 posti e un bagagliaio da 485 litri. Per noi ci sono versioni benzina e diesel tra cui la 2.2 diesel 8AT 4wd Intense SDA con motore 4×4 da 148 CV/109 kW, cambio automatico, 6.9 l/100 km di consumo combinato e 183 g/km di emissioni di CO2. Ottimo 5/5 di punteggio nel crash test di Mitsubishi Eclipse Cross effettuato da Euro NCAP nel 2017.

MITSUBISHI OUTLANDER

Mitsubishi Outlander è un SUV costruito nel rispetto dei principi dell’ecosostenibilità (ci sono versioni gpl e ibride) e della sicurezza. Le misure all’interno sono generose (l’auto è lunga 469 cm) e chi si siede in seconda fila può persino distendere le gambe, cosa non sempre scontata nei SUV. Il bagagliaio parte piano, appena 124 litri nell’allestimento a 7 posti, ma arriva… lontano (oltre i 1.600 litri abbattendo tutto l’abbattibile). Con il nostro budget si può optare per due versioni a benzina oppure per la gpl 2.0 BI-FUEL GPL 2WD Intense da 32.470 euro. In quest’ultimo caso il motore eroga 150 CV/110 kW e consuma 7,4 l/100 km con 169 g/km di emissioni di CO2. Nel 2012 il crash test Euro NCAP di Mitsubishi Outlander ha ottenuto 5/5.

NISSAN X-TRAIL

L’ultima generazione di Nissan X-Trail, uscita nel 2017, ha dato un taglio netto alla vocazione off-road per avvicinarsi al comfort e alla qualità della vita a bordo delle sport utiliy. Gli occupanti possono contare adesso su cinque comodi posti in 469 cm di lunghezza dell’auto. Posti che in caso di necessità diventano sette sfruttando i due sedili a scomparsa posteriori. Il bagagliaio varia in un amen da un minimo di 131 litri a più di 1.700. Il nostro budget consente di accaparrarsi una delle otto versioni disponibili nella forbice 30.000-35.000 euro. Per esempio non ci sembra affatto male la 1.7 dCi 150 4WD Acenta (34.803 euro) diesel 4×4 con cambio manuale, che offre 150 CV/110 kW di potenza e 5,6 l/100 km di consumo misto, con emissioni di CO2 stimate in 147 g/km. Il crash test di Nissan X-Trail è stato giudicato molto positivamente da Euro NCAP: 5 stelle nel 2014.

OPEL GRANDLAND X

Opel Grandland X è uno dei tanti SUV della casa automobilistica tedesca e si pone appena dopo la Mokka X, mentre tecnicamente ha molte cose in comune con la ‘cuginetta’ Peugeot 3008. A livello di misure è lunga 447 cm e dispone di un bagagliaio da 514 litri. Sapete quante versioni di Grandland X potete comprare con il nostro budget di riferimento? Ve lo diciamo noi, ben 11! Impossibile ovviamente descriverle tutte, trovate comunque sia motori diesel che benzina, con cambio manuale o automatico. Una su tutte, la 1.5 Ecotec Diesel 130cv S&S AT8 Advance con cambio automatico. Spinta da 130 CV/96 kW, consuma 4 l/100 Km ed emette 105 g/km di CO2. E costa 33.600 euro. Il crash test Euro NCAP di Opel Grandland X ha dato nel 2017 il risultato di 5/5.

PEUGEOT 3008

La nuova serie di Peugeot 3008 ha trasformato il SUV francese in una vettura solida, convincente e originale. Lunga 444 cm, offre un abitacolo spazioso per quattro persone (stringendosi ci si può accomodare anche in cinque) e un bagagliaio da 520 litri che dice abbondantemente la sua. Disponibile con alimentazione benzina o diesel, tutte con cambio automatico. Tra le (tante) versioni in vendita oltre 30.000 euro, occhio alla BlueHDi 130 EAT8 GT Line S&S aut. a gasolio con 1.500 di cilindrata e 130 CV/96 kW di potenza, consumi 3,8 l/100 km ed emissioni 100 g/km. Prezzo di listino 31.350 euro. Nel 2016 il crash test di Peugeot 3008 ha ottenuto il punteggio massimo di 5/5.

PEUGEOT 5008

Il mastodontico SUV Peugeot 5008 ha 7 posti, sedili modulabili, profilo sportivo e una dinamicità di guida sorprendente per la sua mole (464 cm di lunghezza, 184 di larghezza, 164 di altezza). Dai 31.750 euro necessari per acquistare la versione a benzina PureTech Turbo 130 Active S/S ai 34.950 euro che ci vogliono per l’altra versione a benzina PureTech T. 130 Active Bus. EAT8 S/S aut (con cambio automatico) e per la diesel BlueHDi 130 Active Business S/S, sono disponibili numerosi allestimenti della 5008 tutti da 130 CV/96 kW, con consumi a 4,0 l/100 km ed emissioni 107 g/km. C’è un vecchio crash test della Peugeot 5008, clicca per scheda, foto e video.

RENAULT CAPTUR

La Renault Captur di seconda generazione è diventata più grande portando la lunghezza a 423 cm e la larghezza a 179, quindi adesso c’è più spazio nell’abitacolo a disposizione di passeggeri e bagagli, anche grazie al divano scorrevole di 16 centimetri. Con il nostro budget sono a disposizione un paio di allestimenti, uno diesel e l’altro la suggestiva plug-in hybrid 1.6 Phev E-Tech 160cv Intens da 160 CV che costa 32.950 euro, al netto degli incentivi, ed emette appena 33 g/km di CO2. Punteggio massimo di 5/5 nel crash test Euro NCAP del 2019.

SEAT ATECA

La Seat Ateca è di fatto il primo SUV del brand spagnolo e condivide con la VW Tiguan sia la piattaforma di sviluppo MQB che componenti meccaniche. È lunga 436 cm, ha 5 posti e 5 porte con un volume minimo del bagagliaio di 510 litri. Proposta con un corposo assortimento di motorizzazioni, la Ateca può essere altamente personalizzata grazie ad un catalogo di accessori e opzioni particolarmente ricco. Tra le tante versioni acquistabili col nostro budget, presentiamo la 1.6 TDI Xcellence DSG da 33.950 euro, spinta da un motore diesel da 115 CV/85 kw, con consumo dichiarato nel ciclo misto è di 4.9 l/100 km e 128 g/km di emissioni di CO2. Testata nel 2016 da Euro NCAP, Seat Ateca ha ottenuto 5 stelle.

SEAT TARRACO

Tra i SUV del marchio spagnolo Seat Tarraco è indubbiamente il top della gamma. Del resto i suoi 473 cm di lunghezza parlano chiaro e anche a bordo ha spazio da vendere, dando la possibilità di viaggiare in cinque stando comodi comodi e con un bel po’ di valigie al seguito (760 litri di bagagliaio). E tra gli optional c’è pure l’allestimento a sette posti. Le Tarraco a disposizione col nostro budget sono tre versioni 1.5 a benzina da 150 CV (prezzi intorno ai 33.000 euro) e la diesel 2.0 TDI Style da 34.900 euro. Quest’ultima monta un propulsore da 150 CV/110 kW, consumi a 4,9 l/100 km e 125 g/km di emissioni dichiarate. Euro NCAP ha effettuato nel 2019 il crash test di Seat Tarraco assegnando il punteggio di 5/5.

SKODA KAMIQ

SUV compatto dalle generosissime dimensioni, soprattutto per ciò che interessa i passeggeri sistemati sui sedili posteriori e il bagagliaio, la Skoda Kamiq rientra nel nostro budget di riferimento con una versione a benzina, la 1.5 TSI 150cv DSG Dark Shade da 30.240 euro, e la diesel 1.6 TDI 115cv DSG Dark Shade da 31.190 euro. Quest’ultima è spinta da un motore 1.6 da 115 CV/85 kW con cambio automatico, che consuma in media 4,2 kg/100 km ed emette 111 g/km. Ricche dotazioni di serie. 5 stelle nel crash test Euro NCAP del 2019.

SKODA KAROQ

SUV dalla linea slanciata, Skoda Karoq è l’erede della Yeti e condivide il pianale con le parenti strette Ateca e Tiguan. È lunga 438 cm e dispone di molto spazio a bordo sia davanti che dietro, specialmente in larghezza. Il bagagliaio parte da 521 litri. La Karoq è disponibile in numerosissime versioni benzina o diesel e con cambio manuale o automatico. Per esempio a noi non dispiace la 2.0 TDI 85KW Evo SCR Style DSG da 33.500 euro. È spinta da un motore diesel da 115 CV/85 kW con cambio automatico, che consuma 4,1 l/100 km ed emette 109 g/km di emissioni di CO2. Il crash test di Skoda Karoq by Euro NCAP, svoltosi nel 2017, ha ottenuto 5 stelle.

SKODA KODIAQ

La Skoda Kodiaq ha un abitacolo piuttosto ampio (469 cm di lunghezza) che può ospitare anche 7 persone. A prima vista può sembrare una vettura ‘fredda’, ma in realtà si tratta di un SUV che privilegia praticità e funzionalità (per esempio mega bagagliaio da 835 litri), senza perdersi in soluzioni a effetto. Per il nostro budget ci sono solo versioni a benzina, tra cui spicca la 1.5 TSI ACT S-Tech DSG da 34.800 euro. Motore da 150 CV/110 kW con cambio automatico, consumi che non superano 5,7 l/100 km ed emissioni ferme a 129 g/km. Il crash test di Skoda Kodiaq del 2017 ha ottenuto 5 stelle.

SUZUKI VITARA HYBRID

Decisamente rinnovata rispetto alla precedente versione, la nuova Suzuki Vitara è un SUV che si destreggia mirabilmente sia sull’asfalto che off-road. Buono insomma per tutti i gusti. A livello di dimensioni siamo tra le più corte della categoria, con ‘soli’ 417 cm di lunghezza, mentre il bagagliaio è nella media con una capacità minima di 375 litri. A disposizione con il nostro budget c’è un’unica versione ibrida (mild hybrid) 1.4 Boosterj.hybrid AllGrip Starview aut con cambio automatico, che costa 31.400 euro. Motore 4×4 da 129 CV/95 kW, consumi invero molto bassi (4,9 l/100 km dichiarati) e 111 g/km di emissioni di CO2. 5/5 il punteggio di Suzuki Vitara nell’ultimo crash test Euro NCAP datato 2015.

VOLKSWAGEN TIGUAN

La nuova Volkswagen Tiguan si è allungata un pochino raggiungendo i 450 cm. Ma resta sempre la solita super compatta che sfrutta al massimo lo spazio disponibile. Comunque i cm in più hanno avuto il pregio di ingrandire il vano bagagli (ora si parte da 615 litri), mentre l’abitabilità e il margine posteriore per le gambe sono rimasti praticamente gli stessi, dunque buoni. Con il nostro limite di spesa si possono acquistare quattro versioni della Tiguan, benzina o diesel e con cambio manuale o automatico. Ci permettiamo di segnalare la 2.0 TDI SCR 90KW Life (33.150 euro), con motore alimentato a gasolio da 122 CV/90 kW e che consuma 4,5 l/100 km, mentre le emissioni stimate si fermano a 119 g/km. Il crash test Euro NCAP di Volkswagen Tiguan ha dato nel 2016 il punteggio di 5/5.

VOLKSWAGEN T-ROC

La Volkswagen T-Roc è un’’auto spaziosa che ospita comodamente sia chi siede davanti sia i passeggeri posteriori, in virtù soprattutto della larghezza generosa (181 cm). Anche il bagagliaio è molto capiente (da 445 litri), ben sfruttabile e versatile. Ci sono ben 11 versioni benzina o diesel da acquistare con il budget a nostra disposizione, con cambio manuale o automatico. Ad esempio sganciando 34.550 euro tondi è disponibile l’allestimento diesel 2.0 TDI 150cv SCR Style DSG 4Motion, spinto da un propulsore 4×4 2.0 cc da 150 CV/110 kW che consuma 4,7 l/100 km. Tra le dotazioni di serie l’avviso del cambio di corsia, i cerchi in lega, la frenata automatica d’emergenza, i sensori di parcheggio e il controllo attivo del mantenimento corsia. Il crash test della VW T-Roc, datato 2017, ha ottenuto il punteggio di 5/5.

VOLVO XC40

L’interessante Volvo XC40 è la più piccola delle SUV premium svedesi (misura ‘solo’ 442 cm di lunghezza con bagagliaio da 460 litri). È pensata per un pubblico giovane grazie alle dimensioni compatte e al look originale. Per quelle che sono le nostre possibilità possiamo approcciarci a sei versioni della XC40, tutte a benzina e con cambio manuale o automatico. Tra quest’ultime segnaliamo la T2 automatico Momentum da 34.600 euro, con motore 1.5 da 163 CV/120 kW, consumi a 6,3 l/100 km e 144 g/km di emissioni di CO2. Nel 2018 ha ottenuto 5/5 nel crash test di Euro NCAP.

1 commento

paolino
13:16, 4 marzo 2019

vorrei consigli sull'acquisto di un suv che entri in un costo dai 25.000 max 30.000 euro. cilindrata max 1.6 anche gpl, grazie

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cassazione: danni da buca stradale, Comune non sempre responsabile

Auto senza assicurazione

Auto senza assicurazione: lo Stato perde 280 milioni all’anno

Ztl Torino orari

Ztl Torino: orari di oggi, mappa e proroga