Consiglio acquisto cabrio e spider: budget fino a 30.000 euro

Alla scoperta delle migliori auto cabrio e spider da comprare con un budget di 30.000 circa, con i consigli per l'acquisto e le schede di numerosi modelli

15 dicembre 2020 - 16:00

Le guide di SicurAUTO.it proseguono i consigli per l’acquisto di cabrio e spider con budget di circa 30.000 euro. Più dettagliatamente, segnaleremo i modelli disponibili in un range di spesa da 28.000 a 32.000 euro, mentre per quelli più economici e più costosi vi rimandiamo alle prossime guide. Dopo aver passato in rassegna il mercato dei suv, delle auto ibride e delle auto elettriche, ci occupiamo dunque delle cabriolet e delle spider, che si differenziano perché le prime solitamente derivano da una berlina, mentre le seconde sono nate come progetti a sé stanti. Ma per praticità e vista l’esiguità di modelli, noi le abbiamo inserite insieme, cercando di aiutarvi a scegliere l’auto che si adatta meglio alle vostre esigenze e al vostro portafoglio, senza mai dimenticare la sicurezza. Guida aggiornata il 15 dicembre 2020.

COME SCEGLIERE L’AUTO GIUSTA

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l’auto giusta. Quanti acquirenti hanno optato per un determinato modello senza pensarci troppo, salvo rendersi conto dopo qualche mese di aver sbagliato clamorosamente automobile? A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la scelta prima di tutto sulle vostre necessità. A parte il budget, è importante sapere l’uso che si farà dell’auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero, gite offroad? Pensateci bene prima di decidere su quale vettura valga la pena indirizzarsi (e investire). E valutate con attenzione anche altri aspetti, come per esempio il numero di km che pensate di percorrere in un anno. Perché da questo dipende la scelta di un’auto benzina, diesel, gpl o con alimentazione a bassi o bassissimi consumi. Detto questo, leggete con attenzione i parametri da considerare per scegliere l’auto giusta e poi passate alla nostra guida con i consigli per l’acquisto di cabrio e spider da 30.000 euro circa.

ABARTH 595C

Abarth 595C è la versione scoperta della serie speciale di modelli rielaborati sulla base della 500. Lunga 366 cm, ha un bagagliaio da 185 litri ed è omologata per 4 posti. Con il nostro budget si possono comprare la 1.4 T-Jet 595C Turismo 165v (motore benzina 1.4 da 165 CV/121 kW, consumi 6,8 l/100 km, emissioni 156 g/km e prezzo 28.700 euro), la più potente 1.4 T-Jet 595C Competizione 180cv (motore benzina 1.4 da 180 CV/132 kW, consumi 6,8 l/100, emissioni 161 g/km e costo 30.500 euro) e l’esclusiva 1.4 T-Jet 595C Scorpioneoro 165v (motore benzina da 165 CV/121 kW, consumi a 6.8 l/100 km, emissioni 156 g/km al costo di 31.200 euro). Mai sottoposta a crast test Euro NCAP.

ABARTH 695C

La cabrio sportiva Abarth 695C fa parte anch’essa di una serie speciale nata con lo scopo di rievocare la storica elaborazione estrema della 500 Abarth, denominata appunto 695. Le misure sono le stesse della 595C (366 cm di lunghezza, 4 posti, 2 porte, 185 litri di bagagliaio), mentre la versione che vi proponiamo è la 695 C 1.4 Turbo T-Jet Rivale, in vendita da 30.750 euro. Motore benzina a trazione anteriore 1.4 da 180 CV/132 kW, consuma 6,8 l/100 km ed emette 155 g/km. Non è stata ancora sottoposta a crash test Euro NCAP.

FIAT 124 SPIDER

La Fiat 124 Spider è frutto della collaborazione con la nipponica Mazda MX-5, che ha offerto la propria piattaforma a trazione posteriore e motore anteriore. Nonostante questa parentela, l’italiana vanta una sua personalissima identità e con un design inconfondibile ed evocativo della tradizione tricolore. La prova su strada della Fiat 124 Spider ha dato ottime sensazioni. È lunga 405 cm, ha 2 posti e 2 porte con un volume minimo del bagagliaio di 140 litri. Con un budget di 30.000 euro circa sono disponibili due versioni: 1.4 Multi Air 140cv da 28.040 euro e 1.4 Multi Air 140cv Lusso da 30.340 euro. Sono tutte equipaggiate con un motore benzina a trazione posteriore 1.4 da 140 CV/103 kW, che consuma 6,4 l/100 km ed emette 148 g/km. Mai sottoposta a crash test Euro NCAP.

MINI CABRIO

Nel 2018 è sbarcata sul mercato il nuovo modello della Mini Cabrio, forse la più iconica tra le più iconiche cabriolet a livello internazionale, pari solo al leggendario Maggiolino. Lunga 382 cm, ha 2 porte, 4 posti e un bagagliaio da 215 litri, leggermente più capiente della media di categoria. Le versioni a disposizione del nostro portafoglio di riferimento sono davvero tante, dalla Cooper Boost da 29.100 euro alla One Sidewalk Edition da 30.000 euro. Noi però accendiamo i riflettori sulla Cooper Hype da 30.650 euro: motore benzina a trazione anteriore 1.5 da 136 CV/100 kW, consuma 5,4 l/100 km e sputa nell’aria 124 g/km di CO2. Nel 2014 il crash test Euro NCAP di Mini Cabrio ha ottenuto un punteggio di 4/5.

SMART EQ FORTWO CABRIO

Uscita nel 2018, la Smart EQ Fortwo Cabrio è una citycar elettrica a trazione posteriore perfetta per l’uso cittadino, anche perché fra tanti pregi quali la maneggevolezza e la facilità di parcheggio, non si può dire che l’autonomia sia proprio il suo forte. Il prezzo di listino della Smart Fortwo elettrica varia a seconda dei 2 allestimenti in linea col nostro budget, partendo dai 28.577 euro della EQ 60kW Pure ai 30.969 euro della EQ 60kW Passion. Il motore ha una potenza di 82 CV/60 kW, la batteria agli ioni di litio una capacità di 17,6 kWh, mentre velocità massima e autonomia sono rispettivamente di 130 km/h e di 160 km. Per l’80% della ricarica sono necessarie 6 ore da una presa domestica. Tutti gli allestimenti della Smart EQ Fortwo sono disponibili pure in versione coupé. Nel 2014 il crash test ha dato come risultato 4/5.

VOLKSWAGEN T-ROC CABRIOLET

La Volkswagen T-Roc è un’’auto spaziosa che ospita comodamente sia chi siede davanti sia i passeggeri posteriori, in virtù soprattutto della larghezza generosa (181 cm). Anche il bagagliaio è discretamente capiente (da 280 litri). Con 29.900 euro si può acquistare la versione cabriolet 1.0 TSI Style, spinta da un propulsore 1.0 cc da 110 CV/81 kW che consuma 5.4 l/100 km e con 124 g/km di emissioni. Tra le dotazioni di serie l’avviso del cambio di corsia, i cerchi in lega, il controllo automatico adattivo della velocità, i sensori di parcheggio e il controllo attivo del mantenimento corsia. Il crash test della VW T-Roc, datato 2017, ha ottenuto il punteggio di 5/5.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

DPCM 6 marzo 2021

DPCM Draghi 6 marzo 2021: bozza e regole fino a Pasqua [PDF]

Il MIT cambia nome: nasce il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili

Covid-19: lo smog rafforza il virus, lo studio in 82 città italiane