Accessori camper: quali sono quelli indispensabili

Per affrontare imprevisti e migliorare la qualità complessiva del viaggio, gli accessori camper vanno sempre scelti con estrema attenzione

8 luglio 2021 - 15:00

La scelta degli accessori camper è un passaggio da non affrontare con leggerezza perché il prezzo da pagare può essere molto elevato. Non solo in riferimento ai costi da sostenere per una decisione sbagliata. Ma anche in relazione a quella opzione che può rendere la vacanza e il viaggio più o meno confortevoli o memorabili. Se c’è infatti uno dei vantaggi che la soluzione del camper porta con sé è la possibilità di personalizzare la propria vacanza. L’esperienza di soggiorno all’aria aperta consente infatti di modellare gli spostamenti secondo esigenze e desideri. Gli interni del camper possono essere arricchiti o ridotti all’essenziale in base alle proprie prospettive di comodità o essenzialità. Chi sceglie la vacanza in camper può insomma azzerare i vincoli, ma allo stesso tempo deve mettere in conto imprevisti e spese aggiuntive. Ecco perché è importante individuare quali sono gli accessori camper davvero indispensabili. Di seguito la nostra selezione.

ACCESSORI CAMPER PER L’ESTERNO: COSA NON DEVE MAI MANCARE

La prospettiva della vacanza in camper, da acquistare o noleggiare, è estremamente chiara: libertà, autonomia e organizzazione su misura. Sia che si viaggi da soli e sia in compagnia di amici o della propria famiglia, difficilmente si rimane delusi da questa esperienza se si affronta con la necessaria consapevolezza e con il giusto acume. Uno degli aspetti che viene spesso sottovaluto è la scelta preventiva degli accessori camper per l’esterno. Un esempio piuttosto diffuso? L’equipaggiamento con tavoli e sedie, magari quelli richiudibili che occupano poco spazio. Soprattutto nel caso in cui siano numerose le persone a bordo, si rivelano accessori indispensabile per trascorrere momenti conviviali all’esterno. Strettamente legati sono gli attrezzi per cucinare sotto le stelle. Fornelli e barbecue sono altri due accessori camper da annotare nella lista degli oggetti di cui dotarsi prima della partenza. A chiudere il cerchio degli accessori per l’esterno ci sono i teli per ricavare ombra, le verande e i preingressi, utili tra l’altro in funzione della privacy. La sensazione di trovarsi a proprio agio come a casa è destinata così a migliorare.

ACCESSORI CAMPER PER L’INTERNO: GLI INDISPENSABILI

Ma è soprattutto l’interno del camper che può essere liberamente personalizzabile. Le coordinate da seguire nell’individuazione degli accessori camper sono due: utilità e piacere. Ben ricordando che, quasi per definizione, la vacanza in camper tende all’essenzialità anziché all’appesantimento con oggetti e bagagli. Ecco quindi che la coppia del ventilatore d’estate e del riscaldatore d’inverno può rivelarsi preziosa per chi soffre il caldo e il freddo. Sempre nei momenti di pausa all’interno del camper, la presenza di fari Led è utile in termini di accoglienza e comfort, ma anche per disporre di una fonte di luce aggiuntiva. Non occupano spazio e rientrano nella checklist di ogni camperista d’esperienza anche:

– i cunei per le ruote per ottenere il livellamento desiderato;

– il kit di pronto soccorso con analgesici, bende, cerotti e garze, cotone idrofilo, cicatrizzanti e disinfettanti, pomate per punture di insetti e ustioni, termometro;

– il parasole oscurante per la protezione dai raggi solari o dal gelo;

– gli utensili da cucina per preparare i pasti e consumarli;

– il tubo flessibile per lo scarico delle acque.

Spesso sottovalutato tra gli accessori camper, anche un piccolo aspirapolvere portatile fa il suo dovere quando viene chiamato in causa. L’impiego è più frequente di quel che si pensi. Per aspirare i residui del cibo, certo. Ma pure per eliminare la polvere o risucchiare aghi di pino, terra e sabbia introdotti dall’esterno in base al punto di sosta. L’uso è praticamente quotidiano e lo spazio occupato è minimo.

GLI EXTRA DA NON DIMENTICARE TRA GLI ACCESSORI CAMPER

Non possiamo inserirlo tra gli accessori camper indispensabili perché il suo utilizzo è legato al possesso della due ruote, ma del portabiciclette si avverte l’assenza proprio quando serve. Permette infatti di trasportare all’esterno del camper l’ingombrante bicicletta con le sue ruote spesso sporche. Ricordando che per guidare un camper è sufficiente la patente B, L’idea in più è rappresentata dai pannelli solari fotovoltaici per camper. Proprio quelli con cui immagazzinare l’energia solare e disporre di un tesoretto di autonomia prezioso nei momenti più impensabili. Soprattutto quando non si dispone di un allaccio alla corrente elettrica. L’alternativa è un generatore di corrente, ma spesso ha il difetto di essere particolarmente rumoroso e dunque di rivelarsi poco confortevole per la vacanza propria e dei vicini di camper.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

App per Automobili: i migliori Brand 2022 secondo JD Power

Multe Autovelox: perché i Comuni continuano a non rispettare le regole?

Green Pass base dal meccanico e dal gommista: quando serve