Viaggio in camper: 5 consigli per una vacanza sicura

Organizzare un viaggio in camper senza sorprese: ecco 5 consigli utili per una vacanza sicura in camper

13 luglio 2020 - 14:19

Il viaggio in camper è una delle maggiori scelte di chi opta per la vacanza su ruote, tornata alla ribalta con l’emergenza Coronavirus. Un veicolo sottoposto a igienizzazione o sanificazione può essere più rassicurante rispetto ai mezzi di trasporto tradizionali. Ecco 5 consigli per una vacanza sicura in camper, per chi è alla sua prima esperienza e anche non.

VIAGGIO IN CAMPER: COME ORGANIZZARE LA VACANZA

Viaggiare in camper è una filosofia di vita per chi il camper lo usa da molti anni, proprio come chi lascia la città e va nella sua casa al mare o in montagna. Chi invece si avvicina per la prima volta alla sua esperienza in camper quasi sicuramente deciderà di noleggiare un camper. Il noleggio del camper per le vacanze è l’alternativa all’acquisto più flessibile, che taglia molti costi e oneri legati alla proprietà (rimessaggio, manutenzione, tasse, ecc.). Impone però molte valutazioni da fare nella scelta del camper più adatto e soprattutto una preparazione agli imprevisti e alle cose da sapere prima di partire all’avventura in camper. Abbiamo raccolto i 5 consigli tra quelli più importanti per una vacanza sicura su ruote.

1.VIAGGIO IN CAMPER: INFO PRATICHE PER SCEGLIERE MEGLIO

Il viaggio in camper comporta anche alcune operazioni tecniche nelle varie soste, più o meno scomode, in base alla tipologia di camper preso a noleggio. In genere il controllo dei livelli di acqua e olio del motore dovrebbe essere fatto dal noleggiatore, ma a farlo due volte non si pecca di zelo. Il carico e lo scarico delle acque chiare, grigie e scure spettano al conducente. Quando si viaggia in camper è fondamentale scaricare le acque nelle aree appositamente predisposte dal comune o dall’area camping in cui ci si ferma. Prima di noleggiare un camper a caso, può essere utile sapere qualche info in più su cosa fare per scaricare le acque grigie e nere:
– nei camper dotati di cassetta estraibile per acque nere, bisogna estrarre dall’apposito vano il serbatoio contenente i reflui e svuotarlo nei punti adibiti. Più comoda come soluzione poiché non bisogna manovrare il camper ma va fatto più spesso se non si hanno vaschette di riserva;

– nei camper dotati di serbatoio nautico per le acque grigie e nere finiscono in appositi contenitori separati e scaricati portando il camper nei punti di raccolta adibiti;

– chiedete tutte le informazioni utili a capire quali prodotti usare e dove mettere i liquidi disgreganti per le acque nere del WC;

–  attenzione a non confondere il bocchettone di rifornimento delle acque chiare (doccia e lavabo) con quello del gasolio. Un errore che potrebbe costarvi caro.

2.VIAGGIO IN CAMPER: PIANIFICARE IL VIAGGIO E LE SOSTE

Viaggiare in camper per la vacanza estiva comporta una buona organizzazione della partenza, del programma di viaggio e delle soste, se la vacanza toccherà diverse mete. Se invece si è diretti verso un’area camping attrezzata dove piantare le tende, si tratterà solo di accaparrarsi il posto migliore. Tornando alla vacanza in camper itinerante invece le cose da considerare sono:

costi di viaggio da calcolare;

– la partenza in giorni di non esodo;

– i punti esatti dove trascorrere la notte (evitare gli autogrill se non attrezzati e le strade deserte che diventano luoghi d’incontro nelle ore notturne). Meglio informarsi in anticipo e raggiungere il posto quando è ancora giorno.

3.VIAGGIO IN CAMPER: CINTURE ALLACCIATE E PASSEGGERI IN SICUREZZA

Fare una vacanza in camper con divanetti e posti letto disponibili in qualsiasi momento, non solleva i passeggeri dalle regole del Codice della Strada. Durante il viaggio tutti i passeggeri devono occupare esclusivamente i sedili predisposti dal Costruttore con cintura di sicurezza allacciata. In caso d’incidente il rischio di riportare ferite in un camper è molto alto. Ecco perché non bisogna alzarsi e camminare con il camper in movimento, ma chiedere al conducente di fare una sosta per andare al bagno o scendere per sgranchirsi le gambe.

4.VIAGGIO IN CAMPER: I CONTROLLI PRIMA DI PARTIRE

Prima di partire alla guida di un camper, è importante fare molti controlli che su un’auto normale non si farebbero mai. Soprattutto riguardo agli accessori utilizzati durante la sosta come:

– oblo, finestre o tende laterali e porte vanno chiuse prima di partire;

il gas deve essere chiuso e aperto solo durante le soste;

– pensili e armadietti devono essere accuratamente chiusi;

– la porta del frigo bloccata con la sua chiusura;

– suppellettili e contenitori di vetro possono cadere e rompersi, meglio riporli;

– il gradino retrattile, se manuale o automatico, va controllato prima di partire.

5.VIAGGIO IN CAMPER: ATTENZIONI ALLA GUIDA

Guidare un camper per la prima volta potrà rivelare abilità che non avreste mai immaginato di avere. Ma è meglio non sottovalutare i rischi di un mezzo che occupa un volume molto più grande di un’auto normale. Farsi assistere da un fidato passeggero nelle manovre è la cosa ideale. Le cose cui prestare particolare attenzione in viaggio con un camper sono:

l’altezza del camper, non sempre adeguata ai sottopassi, ai balconi in città, agli alberi e a cavi elettrici;

la larghezza del camper; un modo per capire se il mezzo riesce a passare è procedere lentamente, se i retrovisori toccano, la manovra può essere complessa;

la lunghezza del camper è l’aspetto più problematico nelle manovre sia lente che in velocità. Le manovre di parcheggio espongono al rischio di impatti con oggetti bassi, fuori dal campo dei retrovisori. In velocità invece la grande superficie accoglie le raffiche di vento laterali e serve tenere il volante in modo saldo mantenendo una velocità adeguata al CdS e alle condizioni meteo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cassazione multa col rosso

Cassazione: multa col rosso valida anche se apparecchio non tarato

ruota di scorta

La ruota di scorta è obbligatoria?

Passare con il rosso: l’hanno fatto 3,5 milioni di americani nel 2019