pagare bollo auto scaduto

Dove pagare il bollo auto scaduto?

Sapete dove pagare il bollo auto scaduto? Scoprite con noi le modalità di pagamento da usare in caso di tassa automobilistica versata in ritardo

3 maggio 2022 - 16:15

Non si dovrebbe mai arrivare al punto di lasciar scadere il bollo auto, ma se questo accade, magari per una banale dimenticanza, bisogna rimediare il prima possibile procedendo al pagamento della tassa. Ma dove pagare il bollo auto scaduto? Il versamento può essere fatto in molti modi differenti, vediamo quali.

BOLLO AUTO: SCADENZA E SANZIONI

La tassa automobilistica dev’essere pagata nei termini previsti per ciascun veicolo, che possono cambiare se il bollo riguarda un’auto nuova, un’auto già in circolazione o un’auto acquistata di seconda mano. Chi omette del tutto il pagamento rischia pesanti conseguenze che nel peggiore dei casi possono portare alla radiazione del mezzo. Ma anche chi paga in ritardo non la passa completamente liscia perché, per sanare la sua posizione, deve corrispondere un importo aggiuntivo sotto forma di sanzioni e interessi, che ovviamente aumentano con il passare del tempo. Ad esempio se il versamento viene regolarizzato entro 15 giorni dalla scadenza del termine utile per il pagamento del bollo auto, la sanzione è pari allo 0,1% per ogni giorno di ritardo; che però diventa del 4,29% se il versamento viene fatto dopo oltre 1 anno (ma entro 2, altrimenti aumenta ancora). Per tutti i dettagli sulle sanzioni cliccate qui.

DOVE SI PAGA IL BOLLO AUTO SCADUTO?

Abbiamo dunque visto che non è affatto una buona idea dimenticarsi, volontariamente o meno, di pagare il bollo auto. E, se succede, occorre rimediare quanto prima per ridurre al minimo l’applicazione di interessi e sanzioni. Per pagare un bollo auto scaduto non serve una procedura particolare perché le modalità di pagamento sono le stesse di un bollo versato entro i termini. Pertanto, in alternativa:

– portale dei tributi della propria Regione (se ha attivato un servizio del genere);

sito dell’ACI (tranne per le regioni Calabria e Veneto);

– home-banking (solo banche convenzionate);

app IO (solo Regioni convenzionate);

– uffici provinciali ACI e delegazioni ACI;

– agenzie pratiche auto autorizzate;

– sportelli bancari abilitati;

– uffici postali;

– qualunque agenzia, ufficio, attività commerciale o servizio di pagamento online convenzionato con la piattaforma PagoPA.

SI PUÒ VENDERE UN’AUTO CON BOLLO SCADUTO?

Infine una curiosità: si può vendere un veicolo con uno o più bolli scaduti? E, nel caso, a chi spetta poi saldare i debiti col fisco, al venditore o all’acquirente? La risposta alla prima domanda è SÌ. Si può vendere un’auto con bollo scaduto e si può pure tranquillamente circolare perché il mancato pagamento della tassa automobilistica non è una violazione del Codice della Strada bensì un’infrazione tributaria. Alla seconda domanda (a chi spetta saldare i debiti col fisco) la risposta è naturalmente ‘il venditore’. Essendo il bollo un’imposta legata al possesso dell’auto più che all’auto in sé, l’acquirente di un veicolo su cui pendono tasse arretrate non può essere in alcun modo responsabile dei debiti lasciati dal precedente intestatario.

In ogni caso l’acquirente è tenuto a informarsi sullo stato dei vecchi versamenti del bollo (si può fare sul sito dell’Agenzia delle Entrate o dell’ACI, serve conoscere la targa del veicolo) per evitare possibili noie legate alla ricezione, per un errore dell’ente di riscossione, di solleciti di pagamento o di cartelle esattoriali spettanti al precedente proprietario.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bollo auto a rate

Pagare bollo auto online con SPID: come funziona?

Quando un'auto diventa d'epoca?

Revisione auto storiche e d’epoca: quando e come farla

Assicurazione auto: quando il passeggero può testimoniare?