L'Alfa Romeo Stelvio primeggia nei crash test, 5 stelle anche ad altri modelli

Cinque stelle nei crash test Euro NCAP per Alfa Stelvio, VW Arteon, Seat Ibiza, Opel Insignia e Hyundai i30. Migliorabili Honda Civic e Ford Mustang

5 luglio 2017 - 11:25

Sono stati appena pubblicati i risultati dei crash test Euro NCAP della sessione di luglio. Dopo l'ottimo risultato dell'Alfa Romeo Giulia, anche la Stelvio ottiene le 5 stelle Euro NCAP. Massimo punteggio anche per Volkswagen Arteon, Hyundai i30, Opel Insignia e, per la prima volta anche un'utilitaria raggiunge le 5 stelle con la sola dotazione di serie, la Seat Ibiza. Problemi per la protezione dei bambini nella Honda Civic, che si ferma a 4 stelle e la Ford Mustang passa da 2 a 3 stelle, con l'introduzione del sistema di frenata autonoma. Vediamo di seguito un'anticipazione dei risultati dei crash test, ma non perdetevi le schede dettagliate in arrivo alla pagina dedicata.

STELVIO MASSICCIA Nei crash test previsti dal protocollo 2017 Euro NCAP l'Alfa Romeo Stelvio ottiene risultati eccezionali, sfiorando la perfezione di qualche decimo di punto. Il punteggio di 97% va a pareggiare quello ottenuto dalle migliori auto, quali la Volvo XC90 e la Volvo S90. Nel crash test frontale la tensione sul collo del bambino di 6 anni è un po' eccessiva, ma nella media degli ultimi crash test. Qualche zona rigida del frontale, in particolare i bordi del parabrezza, possono ferire il pedone in caso di investimento. Ottima la performance dei sistemi di frenata autonoma, e la dotazione di sicurezza è adeguata alle richieste di Euro NCAP.

UTILITARIA BEN DOTATA La Seat Ibiza è il primo modello del segmento B ad ottenere il massimo punteggio con la sola dotazione di serie. Oltre ad una performance nei crash test di alto livello, la piccola spagnola è dotata di serie già dal modello base del sistema di frenata autonoma a bassa ed alta velocità con riconoscimento pedoni, unica nel segmento. Il bambino di 10 anni tuttavia nel crash test laterale subisce una pressione eccessiva sul torace. La conformazione del cofano è ben studiata per proteggere i pedoni in caso d'investimento.

FAMIGLIARI SICURE La Hyundai i30 ottiene 5 stelle, però qualche ombra rimane nelle rilevazioni dei manichini. I femori del pilota possono colpire strutture rigide sotto la plancia nel crash test frontale, nel crash test laterale la protezione del torace non è delle migliori e in caso di tamponamento la geometria dei sedili posteriori potrebbe non proteggere in maniera adeguata i passeggeri dal colpo di frusta. Buona la protezione di bambini e pedoni, così come la dotazione di sistemi di sicurezza. Anche Opel Insignia si riconferma a 5 stelle, grazie a una buona protezione degli adulti nei crash test, ad eccezione dei passeggeri posteriori in caso di tamponamento. Pedoni e bambini sono ben protetti e la dotazione di serie è adeguata alle richieste di Euro NCAP. La Volkswagen Arteon si avvicina alle migliori di sempre nella protezione adulti, non sono presenti criticità nel crash test. Da segnalare l'alto punteggio ottenuto nel test di protezione dei pedoni, uno dei migliori di sempre, di buon livello anche la protezione dei bambini e la dotazione di sicurezza.

HONDA BUONA MA, Nonostante abbia ottenuto un punteggio di oltre il 90% nella protezione adulti, un buon punteggio nella protezione dei pedoni e un'ottima dotazione di sicurezza, la Honda Civic non supera il crash test laterale. La causa di questa affermazione è la non-protezione della testa del bambino di 10 anni. L'airbag laterale a tendina si gonfia correttamente, ma non riesce a mantenere la pressione corretta per la protezione della testa del bambino, che va a colpire duramente ciò che si trova sotto l'airbag, ferendosi in maniera letale. Per questo la Honda Civic si ferma a 4 stelle.

MUSTANG RIVISTA Il restyling della Ford Mustang ha rimesso mano alla dotazione di sicurezza, per migliorare il punteggio globale, che nel crash test precedente si fermò a sole 2 stelle (vedi qui il crash test precedente). Da luglio 2017 l'equipaggiamento si arricchisce del Ford Pre Collision Assist, un sistema di frenata autonoma a bassa, alta velocità e con riconoscimento dei pedoni, e il Lane Keeping Aid, per il mantenimento della corsia di marcia. I sistemi hanno funzionato bene nei test di verifica. Strutturalmente la Mustang non è cambiata, quindi la valutazione dei crash test resta deludente in alcuni parametri per gli adulti, soprattutto per i bambini. La disattivazione automatica dell'airbag del passeggero è stata rivista e ora supera la verifica di Euro NCAP. La Ford Mustang rivista ottiene 3 stelle.

Qui i punteggi ottenuti nei crash test dalle protagoniste, in arrivo le schede dettagliate con foto, video e commenti in italiano.

 





 

Alfa Romeo Stelvio
97%
84%
71%
60%

Ford Mustang 2018
72%
32%
78%
61%

Honda Civic
92%
67%
75%
88%

Hyundai i30
88%
84%
64%
68%

Opel Insignia
93%
85%
78%
69%

Seat Ibiza
95%
77%
76%
60%

Volkswagen Arteon
96%
85%
85%
82%

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ford sperimenta i robot per le consegne a domicilio

Honda con CiNet per le reti neurali e l’intelligenza artificiale

Crash test Euro NCAP: 5 stelle per l’Audi e-tron