Crash test Euro NCAP: 5 stelle per Polo, Taigo, NX e Megane, indietro BMW

Ottimi risultati nei crash test Euro NCAP per Volkswagen Polo e Taigo, Lexus NX e Renault Megane E-Tech. Solo 4 stelle per BMW Serie 2 Coupé

2 marzo 2022 - 12:34

Sono appena stati pubblicati i primi risultati del 2022 per i crash test Euro NCAP, che proprio quest’anno compie 25 anni di attività. Il 2022 vede anche l’applicazione della nuova normativa da luglio per i nuovi modelli da introdurre sul mercato, con l’obbligo della frenata autonoma e dei sistemi di assistenza per la velocità. La prima sessione dell’anno vede le Volkswagen Polo e Taigo, la Renault Megane E-Tech e la Lexus NX ottenere le 5 stelle. Solo 4 stelle per la BMW Serie 2 Coupè, a causa di piccole mancanze degli ADAS e dell’airbag centrale. Ricordiamo che la valutazione si attiene al protocollo Euro NCAP introdotto nel 2020.

CRASH TEST VOLKSWAGEN POLO

Il restyling della Volkswagen Polo vede l’introduzione dell’airbag centrale e affinamenti ai sistemi ADAS. La protezione degli occupanti in tutti i crash test, frontali e laterali, è di alto livello. Si segnala soltanto una moderata compatibilità con le altre auto registrata nel crash test offset. I longheroni anteriori sono troppo rigidi e penetrano nella barriera deformabile. L’airbag centrale protegge bene il conducente e il passeggero, prevenendo anche lo spostamento in caso d’impatto sul lato opposto. Il bambino di 10 anni subisce lesioni di media entità nei due crash test. Il frontale si comporta bene nel test di investimento pedone. Il sistema di frenata autonoma si comporta in maniera accettabile con pedoni, ciclisti e altre auto. Presente anche il mantenimento della corsia, l’avviso di stanchezza e il limitatore di velocità senza però il riconoscimento della segnaletica.

CRASH TEST VOLKSWAGEN TAIGO

La Volkswagen Taigo è basata sullo stesso telaio della Polo. La valutazione si basa sui crash test di quest’ultima ad eccezione del crash test frontale offset, a causa del diverso peso e della maggiore altezza. Sorprendentemente la compatibilità della Taigo è migliore rispetto alla Polo, il frontale presenta meno zone aggressive verso le altre automobili. Anche la pressione sul torace per il bambino di 10 anni è più bassa nel crash test frontale. Il frontale della Volkswagen Taigo ammortizza bene gli impatti con i pedoni a 40 km/h, ad eccezione del contorno del parabrezza, troppo rigido. La dotazione è decisamente completa, come per la sorella Polo. Anche i test dei sistemi ADAS si basano sui risultati della berlina tedesca.

CRASH TEST LEXUS NX

La Lexus NX si comporta generalmente bene nei crash test. La pressione sul torace del guidatore nell’impatto offset è di medio livello. Moderata la compatibilità con le altre auto per via del peso, tuttavia la pressione è uniforme sulla barriera. La Lexus NX è dotata dell’airbag centrale, che ben si comporta nel crash test. Tuttavia Lexus non ha fornito controprove necessarie a dimostrare un funzionamento simmetrico e costante, quindi non è stato assegnato il punteggio bonus per gli airbag centrali. I bambini sono ben protetti nei crash test, perdendo solo una frazione di punto sul collo nel test frontale. Buona la protezione degli utenti vulnerabili della strada, grazie anche ad efficienti sistemi ADAS per ciclisti e pedoni. La dotazione della NX prevede tutti gli ADAS: frenata autonoma, mantenimento della corsia, limitatore di velocità con supporto alla segnaletica e riconoscimento stanchezza del pilota.

CRASH TEST RENAULT MEGANE E-TECH

Disponibile solo elettrica, la Renault Megane E-Tech, si comporta bene nei crash test. Le criticità vengono dal crash test offset, con la pressione di media entità sul torace del pilota e una compatibilità migliorabile con le altre auto. L’airbag centrale previene il contatto fra pilota e passeggero nei crash test laterali, tuttavia non previene lo spostamento in caso di impatto sul lato opposto, valutato mediocre. Migliorabile la prevenzione dal colpo di frusta nei tamponamenti. I bambini sui sedili posteriori soffrono solo di una trazione sul collo media nel crash test frontale. Migliorabile la zona d’impatto fra il frontale della Megane e il bacino del pedone investito. Il sistema di frenata autonoma si comporta bene con pedoni e ciclisti, in maniera accettabile con le automobili. Il mantenimento della corsia, il limitatore di velocità con supporto della segnaletica e l’avviso di stanchezza del conducente sono di serie sulla Renault Megane E-Tech.

CRASH TEST BMW SERIE 2 COUPE

Nonostante la buona performance per gli occupanti nei crash test, la BMW Serie 2 Coupé ha il frontale rigido, nel crash test offset mostra una scarsa compatibilità con le altre auto. Non è disponibile l’airbag centrale, di conseguenza anche il trattenimento in caso di impatto laterale sul lato opposto è mediocre. Nel crash test laterale il bambino di 10 anni subisce un’eccessiva accelerazione sulla testa. Troppo rigida anche la zona d’impatto del bacino del pedone sul bordo del cofano in caso di investimento. Il sistema di frenata autonoma si comporta in maniera accettabile con i pedoni, peggio invece con i ciclisti. Presenti di serie sulle BMW Serie 2 Coupé il limitatore di velocità con riconoscimento della segnaletica, l’avviso di stanchezza del conducente e il mantenimento della corsia di marcia. Il sistema di frenata autonoma si comporta in maniera accettabile con le altre auto.

CRASH TEST VOLKSWAGEN ID.5 E FORD TOURNEO CONNECT

Sono da segnalare anche due valutazioni su auto gemelle in questa sessione di valutazioni Euro NCAP. La Volkswagen ID.5 essendo la versione coupé della ID.4 ottiene le stesse 5 stelle della sorella testata lo scorso anno. Il Ford Tourneo Connect deriva strettamente dal Volkswagen Caddy in prova nel 2021. Euro NCAP ha valutato che il risultato di 5 stelle è estendibile anche al Tourneo Connect, essendo praticamente la stessa vettura.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Euro NCAP: 11 auto a 5 stelle, migliorabili Puma, Touran e 408

Audi Q5 45 Sportback: nel test dell’alce non si comporta da SUV

Nissan Ariya, nel test dell’alce sicura ma poco agile