Richiamo dieselgate: finalmente arriva il fix anche alle Volkswagen 1.2 TDI

Via libera dalla KBA al richiamo di circa 460 mila auto tra Ibiza, Fabia, Roomster e Polo con 1.2 TDI coinvolte nel dieselgate

16 agosto 2016 - 21:02

Sarà molto interessante vedere le future evoluzioni dell'alluvionale scandalo provocato dal software tarocco che Volkswagen ha installato nelle sue centraline di controllo. I suoi strascichi comprendono di tutto, dagli indennizzi miliardari (leggi come il conto del Dieselgate in USA potrebbe salire a 15 miliardi) ai richiami difficoltosi (leggi come la KBA ha sbloccato la Passat dopo varie difficoltà). Un altro passetto in avanti verso la soluzione è stata la recentissima approvazione, da parte di KBA, del rimedio preparato da Volkswagen per il suo noto motore tricilindrico TDI 1.2, molto diffuso fra le “piccole” del Gruppo.

ECONOMIE DI SCALA La motorizzazione base per le automobili diesel del Gruppo era costituita dal compatto tricilindrico TDI 1.2 R3 da 1.199 cc, ottenuto dal 1.600cc privandolo di un cilindro. In questo modo si sono potute mantenere le quote di alesaggio e corsa dell'unità dal quale deriva, elemento essenziale per contenere i costi di produzione. Le (costose) macchine che lavorano il blocco, per ricavare i cilindri, e l'albero motore rimangono infatti le stesse e anche la parte “alta” del motore – testata e distribuzione – ha geometrie praticamente identiche. L'ascendente è un motore della famiglia EA 189 e da questo ha anche ereditato il contagio del defeat device, venendo quindi coinvolto nel ciclone del dieselgate.

IL PICCOLO MATTATORE Quest'unità, che ha avuto ampia diffusione sulle Ibiza, Fabia, Roomster e Polo, ha avuto il dubbio onore di essere entrata nel tritacarne del Dieselgate, un tunnel del quale si comincia a vedere l'uscita. La notizia che è rimbalzata in questi giorni un po' ovunque riporta infatti il placet di KBA al “rimedio” studiato da Volkswagen per riportare il piccolo tre cilindri nei ranghi. Prosegue così il processo di recupero iniziato con la Amarok (leggi di VW che esulta per le prestazioni dei motori richiamati) e proseguito con la Passat. Anche per il “piccolo” è quindi ora arrivato il fix, che consiste in una revisione del software di gestione del controllo motore. L'update del software può da ora essere velocemente effettuato su questi motori: i proprietari delle auto interessate vengono avvertiti in modo che possano prendere un appuntamento con un'officina autorizzata per ottenere l'aggiornamento. Questo processo prevede, in Germania, 2 fasi, con la prima – già ampiamente svolta – che consiste nell'invio di una lettera concordata con KBA e che informava i proprietari che nella loro auto era presente il software defeat device. In una seconda lettera i clienti vengono invitati a fissare un appuntamento con un dealer di loro scelta per l'aggiornamento del software.

MISSIONE COMPIUTA! Ricordiamo che la modifica delle auto con i diesel TDI da 2 litri era iniziata nei primi mesi di quest'anno e ora è arrivato il fix per i piccoli 3 cilindri: rimane quindi da “guarire” il motore intermedio da 1.600 cc. Volkswagen dichiara che “in seguito alla modifica i veicoli soddisfano tutti i requisiti di legge. KBA ha anche confermato che le soluzioni tecniche per questi modelli non modificano i consumi, le prestazioni e le emissioni sonore”. Ricorderete che KBA aveva precedentemente affermato (una proposizione “rituale”?) quest'invarianza nelle prestazioni per tutti gli altri veicoli per i quali aveva approvato la modifica. Anche in questo caso rimane un dubbio: ma se veramente fosse bastata una modifica al software, perché le auto non sono nate direttamente con il programma “benefico”? Sono state fatte misure da laboratori (nominalmente?) indipendenti e l'esito post-aggiornamento non sempre è stato brillante (leggi dei risultati deludenti per le emissioni dell'Audi Q5). L'impressione è che, al di là dei numeri e delle parole ufficiali, ci sia ancora molto da scoprire riguardo il mega-scandalo Dieselgate.

1 commento

ionut
19:58, 6 aprile 2018

ho anche io la polo 1.2 tdi , e dopo aver fatto l'aggiornamento la macchina ha perso POTENZA, ha perso la COPIA, ci sono aumentati i CONSUMI, e piu RUMOROSA di prima, ci sono AUMENTATI I CONSUMI, e dopo qualche centinaia di km e andatta la VALVOLA EGR. Cosa dire…, mi sento truffato dai TEDESCHI!!!!

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Incidenti con animali selvatici in Lombardia

Incidenti con animali selvatici in Lombardia: come chiedere il rimborso

Car sharing Popgo: come funziona l’auto a noleggio condivisa tra privati

I 12 maggiori Costruttori di auto diesel Euro 5 e 6 in Europa