Parco circolante: 2 auto su 3 saranno endotermiche nel 2050?

Parco circolante: 2 auto su 3 saranno endotermiche nel 2050?

Il parco circolante globale sarà ancora pieno zeppo di auto ICE nel corso dei prossimi anni come confermano le stime dell'Osservatorio Autopromotec

23 Gennaio 2023 - 19:10

Il programma di elettrificazione del mercato auto è iniziato da tempo e, nel corso dei prossimi anni, è lecito attendersi una decisa accelerazione con un parco circolante sempre più caratterizzato da modelli a zero emissioni. Mercati come l’UE hanno già fissato una data per lo stop alle vendite delle auto ICE e, molto probabilmente, altri seguiranno lo stesso esempio in futuro. Nel frattempo, le vendite di auto a zero emissioni sono incostante crescita. All’orizzonte, però, c’è una transizione verso una mobilità a zero emissioni che potrebbe durare più del previsto. La conferma arriva dai dati dell’Osservatorio Autopromotec sulla base di studi realizzati dagli analisti di Bloomberg New Energy Finance, Goldman Sachs e Gruppo Wood Mackenzie. Secondo i dati emersi dall’indagine, nel 2050 il 67% del parco circolante di autovetture su scala globale sarà composto da auto ICE.

NEL 2050 IL PARCO CIRCOLANTE GLOBALE SARA’ ANCORA PIENO DI AUTO ENDOTERMICHE

I risultati dell’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec fotografano quella che sarà la situazione del parco circolante su scala mondiale nel 2050. Secondo i dati diffusi, infatti, la transizione verso una mobilità a zero emissioni sarà molto lunga. Alcuni Paesi potrebbero rallentare la trasformazione, allontanando il raggiungimento del target delle zero emissioni. Nel 2050, infatti, il parco circolante sarà caratterizzato dal:

67% di auto benzina, diesel o ibride non plug-in

28% di auto elettriche o ibride plug-in

5% di auto con alimentazione alternativa (idrogeno, metano, GPL)

È lecito attendersi differenze sostanziali da mercato a mercato ma è chiaro che per raggiungere l’obiettivo di un parco circolante a zero emissioni sarà necessario attendere ancora molto tempo. Come già emerso in un precedente report dell’Osservatorio Autopromotec, per il futuro le auto ICE continueranno ad avere un “peso” rilevante sul mercato. Questo dato andrà ad influenzare anche il settore degli autoriparatori che, ancora per moltissimi anni, dovrà fare i conti con un parco circolante in buona parte tradizionale. La diffusione delle auto elettriche sarà progressiva ma non rapida.

LE AUTO ELETTRICHE DIVENTERANNO LE PIU’ VENDUTE SOLO TRA MOLTI ANNI

Nel corso dei prossimi decenni, secondo i dati dell’Osservatorio, le auto elettriche diventeranno le più vendute su scala mondiale. Il sorpasso sulle altre tecnologie è ancora lontano ma nel 2050 la stima prevede un market share del 56% per le auto elettriche. I modelli a zero emissioni, quindi, rappresenteranno il segmento di mercato con maggiori volumi di vendita ma sarà necessario attendere ancora molti anni prima di poter ottenere una percentuale superiore al 50% anche nel parco circolante globale. In termini di vendite, alle spalle delle auto BEV, nel 2050, troveremo:

– le auto ICE con un market share del 18%

– le auto ibride HEV con un market share del 16%

– le auto ibride plug-in PHEV con un market share del 5%

– le auto con tecnologie alternative con tecnologie alternative (Fuel Cell, Flex Fuel) con un market share del 5%

Nonostante lo stop alle vendite di benzina e diesel (dal 2035 in UE con altri mercati che potrebbero seguire l’esempio), le auto ICE continueranno a rappresentare un riferimento del mercato per i prossimi decenni.

UN PRESENTE DIFFICILE: L’ETA’ MEDIA DEL PARCO CIRCOLANTE È ANCORA ALTA

La diffusione delle auto elettriche è ancora ai minimi termini. La conferma in tal senso è arrivata da un recente report ACEA relativo al mercato europeo, vero e proprio riferimento del mondo delle quattro ruote per quanto riguarda la transizione verso una mobilità a zero emissioni. Il parco circolante in Europa è ancora ben lontano da vedere le elettriche come protagoniste. L’età media delle autovetture, infatti, è ancora molto alta. In UE, infatti, il parco circolante presenta un’età media di 12 anni. Questo dato sale fino a 12,2 anni considerando l’Italia. Nel nostro Paese ci sono oltre 23 milioni di auto con più di 10 anni.

LE ELETTRICHE IN ITALIA VANNO A RILENTO: IL PARCO CIRCOLANTE È PIENO DI AUTO ICE

Restringendo ancora di più l’analisi all’Italia, inoltre, si notano le difficoltà di rendere a zero emissioni il parco circolante. Secondo gli ultimi dati ANFIA (aggiornati a fine 2021), in Italia circolano 118 mila auto elettriche su oltre 39 milioni di autovetture. Si tratta di una percentuale pari a circa lo 0,3% del totale. Nel corso del 2022 sono state vendute meno di 50 mila auto elettriche (con una quota di mercato del 3,7%). L’aggiornamento del parco circolante in Italia verso una mobilità a zero emissioni è, quindi, ancora un progetto a lunga scadenza. In questo senso, gli incentivi auto 2023 dovrebbero, almeno sulla carta, accelerare la trasformazione del settore.

Commenta con la tua opinione

X