Oltre 1 auto circolante su 5 in Italia ha superato i 20 anni

Cresce il numero di auto più vecchie in Italia: più ossigeno per le officine indipendenti nell’incertezza della transizione della mobilità

14 ottobre 2022 - 15:00

Con le immatricolazioni di auto nuove in picchiata, non poteva che essere atteso un ulteriore invecchiamento del parco circolante in Italia. L’elaborazione dell’Osservatorio Autopromotec, la principale rassegna internazionale di attrezzature per l’officina e l’aftermarket riporta che il 20,3% delle auto in circolazione ha superato i 20 anni di età. E’ un dato importante per l’Independent Aftermarket alle prese con la transizione della mobilità perché contribuirà a dare ancora ossigeno agli autoriparatori tradizionali.

MENO ITALIANI ACQUISTANO AUTO NUOVE O USATE

E’ chiaro che un’auto nuova è più sicura ed efficiente rispetto a un’auto che ha oltre 10 anni. Questa considerazione però ha una sua fondatezza se il proprietario effettua scrupolosamente la manutenzione frequente (tagliando motore) e più sporadica (freni, ammortizzatori, pneumatici, etc.). Secondo i dati del Pubblico Registro Automobilistico elaborati dall’Osservatorio Autopromotec, su quasi 40 milioni di vetture in Italia solo il 22% di auto circolanti ha un’età fino a 5 anni. L’evidenza del fatto che il parco invecchia sempre di più sta nell’aumento dell’età media, ma anche nell’aumento della quota di auto più vecchie. Gli italiani tendono ad utilizzare più a lungo l’auto, per l’aumento dei prezzi delle auto nuove e usata, quindi sono crollati anche i passaggi di proprietà e le radiazioni di auto usate.

PARCO AUTO IN ITALIA 2022 IN BASE ALL’ETÀ

Sono 39.782.963 per l’esattezza le auto circolanti in Italia nel 2022 e di queste oltre 8 milioni hanno superato un’anzianità di 20 anni. Una buona parte di queste sono evidentemente auto d’epoca e storiche con agevolazioni. Ecco una classificazione del parco circolante auto in Italia 2022 in base all’età:

fino a 5 anni, 9.089.389 (22,9%);

5 – 15 anni, 15.994.436 (40,2%);

15 – 20 anni, 6.614.188 (16,6%);

fino a 20 anni, 31.698.013 (79,7%);

20 – 30 anni, 4.667.271 (11,7%);

oltre 30 anni, 3.417.679 (8,6%);

oltre 20 anni, 8.084.950 (20,3%).

PIÙ CLIENTI PER LE OFFICINE AUTO INDIPENDENTI

Questi dati permettono di prevedere che un maggior numero di auto si rivolgerà alle officine indipendenti, rispetto alle auto nuove, incluse le ibride ed elettriche, che invece continueranno per vari motivi a rivolgersi alle reti autorizzate. Ma tutto ciò ha un fondamento se i conducenti sanno i motivi per cui è fondamentale fare manutenzione auto. L’Osservatorio, dal canto suo, afferma che “In special modo per queste auto, ma anche per tutte le altre in circolazione, è particolarmente importante una manutenzione periodica e costante, da eseguire rivolgendosi ad operatori specializzati e qualificati”. Scopri tutte le info da sapere sulla manutenzione auto nei video #SicurEDU.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Gomme invernali 245/40 R19 auto sportive: la classifica Auto Bild

Mercedes: auto elettriche più veloci a pagamento, ma la sicurezza?

Apertura M4 Milano: mappa e fermate metro operative e future