Chiusura A24 ottobre 2021

A24 e A25: traffico, pedaggio e mancato pagamento

Informazioni per chi percorre spesso le autostrade A24 e A25 di Anas: traffico in tempo reale, pedaggio e modalità per il mancato pagamento

29 agosto 2022 - 10:15

Nelle prossime righe troverete tante informazioni, in particolare su pedaggio, mancato pagamento e traffico in tempo reale, delle autostrade A24 e A25, due arterie strategiche del centro Italia che adesso sono gestite dall’Anas dopo la decisione del Governo di revocare la concessione alla società Strada dei Parchi. Delle due la più importante è la A24, che collega Roma a Teramo attraversando tra gli altri il duplice tunnel del Gran Sasso, un’autostrada molto trafficata soprattutto dagli automobilisti romani che si recano nelle località di montagna e di mare dell’Abruzzo e delle regioni limitrofe, mentre la A25 è la diramazione che unisce l’A24 all’A14 adriatica.

Aggiornamento del 29 agosto 2022 a seguito della revoca della concessione delle autostrade A24 e A25 alla società Strada dei Parchi e l’affidamento della gestione all’Anas.

TRAFFICO AUTOSTRADE A24 E A25

Per tenersi sempre informati sul traffico delle autostrade A24 e A25 ci sono varie possibilità. Ad esempio sul vecchio sito di Strada dei Parchi sono ancora disponibili sia le info sul traffico, aggiornate in tempo reale, che quelle sulla viabilità, con notizie su chiusure, lavori in corso e quant’altro. Si possono inoltre visualizzare numerose webcam (A24 e A25) per vedere di persona la situazione sulle carreggiate e leggere il bollettino neve quando si attraversa il tratto abruzzese nei mesi invernali. Aggiornamenti sul traffico della A24 e A25 sono inoltre presenti su:

Google Maps: l’applicazione permette di visualizzare il traffico lungo l’itinerario con i tempi di percorrenza previsti (e i possibili ritardi in base al traffico stesso, aggiornati continuamente), i percorsi consigliati e alternativi e gli eventuali rallentamenti lungo il tragitto.

Automap: fornisce in tempo reale anche informazioni su traffico e viabilità con info sulla situazione in A24 e A25 aggiornate costantemente. A ciascun evento (incidente, lavori in corso, veicolo in avaria, ecc.) corrisponde un’apposita iconcina per facilitare la ricerca degli utenti.

CCISS – Viaggiare informati: permette di reperire gratuitamente e in tempo reale, 24 ore su 24, ogni informazione sulla circolazione stradale nazionale, compresa l’ubicazione di cantieri mobili e fissi su strade e autostrade. Il servizio è raggiungibile contattando il numero verde telefonico 1518, l’app gratuita per iOS e per Android o tramite l’account Twitter.

N.B: in attesa che Anas assuma pienamente la gestione operativa delle autostrade A24 e A25, il sito di Strada dei Parchi continuerà temporaneamente a diffondere le notizie su traffico e viabilità e le altre informazioni utili sulle due tratte autostradali.

A24 E A25: IL PEDAGGIO

Il pedaggio dellaA24 Roma – Teramo è a sistema chiuso tra Tivoli e Colledara-San Gabriele, a sistema aperto (ossia a tariffa fissa e non in base alla distanza percorsa) tra Settecamini e Lunghezza e gratuito tra l’innesto della Tangenziale Est e l’innesto del GRA e tra Basciano-Villa Vomano-Bisenti e l’innesto della SS 80. Invece la A25 è tutta a sistema chiuso. Per il calcolo del pedaggio si può usare questo link inserendo il casello di entrata e quello di uscita, oltre alla classe del veicolo: ad esempio il tratto da Roma Est a L’Aquila Ovest con veicolo di classe A (auto e moto) costa 11,60 euro, mentre da Roma Est a Pescara Villanova costa 20,20 euro. Il pagamento si può effettuare in contanti (direttamente all’operatore o alle casse automatiche), con carte di credito e di debito, con Viacard o con il Telepass.

A24 E A25: MANCATO PAGAMENTO DEL PEDAGGIO

Se il pedaggio non viene corrisposto occorre premere il pulsante di richiesta assistenza presso la porta automatica e attendere la risposta dell’operatore. Nel caso in cui il problema non possa essere risolto, la mancata riscossione viene formalizzata con l’emissione di un rapporto di mancato pagamento. L’importo dovuto dovrà essere pagato, senza alcuna maggiorazione, entro e non oltre 15 giorni dalla data di emissione del rapporto. Trascorso questo termine l’importo sarà maggiorato degli oneri di accertamento. Il mancato versamento di quanto dovuto comporterà invece il recupero forzoso del credito con il conseguente aggravio delle spese a carico del debitore, nonché l’applicazione delle sanzioni amministrative previste dall’articolo 176 commi 11, 11-bis e 21 del Codice della Strada (multa da 85 a 338 euro e decurtazione di 2 punti dalla patente). Qui ulteriori informazioni sul mancato pagamento del pedaggio nella A24 e nella A25.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Blocco auto Veneto 2022 e 2023

Blocco auto Veneto 2022 e 2023: le misure antismog

Auto usate: gli italiani preferiscono ancora le diesel

Pneumatici nuovi: emettono idrocarburi per 3.000 km