Costo revisione auto 2021

Costo revisione auto 2021: cambia la tariffa

Aumenta il costo revisione auto 2021: cambia la tariffa da novembre dopo l'emanazione del decreto che ufficializza l'adeguamento Istat

5 agosto 2021 - 17:17

A quanto ammonta il costo revisione auto 2021? In merito c’è una certa confusione perché quest’anno sarebbe dovuto scattare un adeguamento Istat della tariffa ferma al 2007, con conseguente aumento del costo della prestazione. Solo che il necessario decreto attuativo, previsto originariamente per fine gennaio, ha visto la luce soltanto nei primissimi giorni di agosto, fissando l’aumento a decorrere dal 1° novembre 2021. Ricapitoliamo, pertanto, quanto costa la revisione auto con le tariffe ancora vigenti e quanto costerà da novembre dopo l’adeguamento Istat.

COSTO REVISIONE AUTO 2021: TARIFFE VIGENTI

Chi deve effettuare la revisione auto ha due possibilità. Rivolgersi direttamente in Motorizzazione pagando una tariffa fissa di 45,00 euro, opzione che però comporta una trafila lunga di prenotazione (ulteriormente peggiorata in tempo di Covid a causa delle varie restrizioni). Oppure recarsi presso un centro revisioni autorizzato, che costa di più ma garantisce un servizio molto più celere

Attualmente, e sarà così fino al 31 ottobre 2021, la tariffa nei centri autorizzati è di 66,88 euro, così suddivisi:

45,00 euro: costo della revisione;
9,90 euro: Iva al 22%;
10,20 euro: diritti Motorizzazione;
1,78 euro: costo bollettino postale.

COSTO REVISIONE AUTO 2021: TARIFFE DOPO L’ADEGUAMENTO ISTAT

Dopo un lungo tribolare (ne abbiamo parlato diffusamente qui) è stato finalmente emanato il decreto interministeriale (n. 317 del 3 agosto 2021) del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, che con parecchi mesi di ritardo rispetto a quanto stabilito nell’ultima Legge di Bilancio, ha ufficialmente adeguato la tariffa del costo revisione auto, portandola da 45,00 a 54,95 euro, fissando altresì la decorrenza dell’aumento al 1° novembre 2021.

Da questa data, dunque, il prezzo della revisione auto effettuata in un centro revisioni autorizzato sarà di 79,02 euro, con costi così suddivisi:

54,95 euro: costo della revisione;
12,09 euro: Iva al 22%;
10,20 euro: diritti Motorizzazione;
1,78 euro: costo bollettino postale.

L’aumento, che riguarda solo i controlli eseguiti nei centri e nelle officine autorizzate (in Motorizzazione la tariffa resta uguale), sarà dunque di 9,95 euro sull’attuale costo della revisione, al netto di Iva e altre spese. Ricordiamo che con l’adeguamento sarà introdotto una sorta di bonus, valido nel primo triennio (quindi dal 2021 al 2023), attraverso cui sarà lo Stato a farsi carico del rialzo della tariffa, ma con precisi limiti: per un solo veicolo a motore a persona (pertanto chi ne ha più di uno dovrà scegliere) e per una sola volta nel triennio in questione. Il bonus, denominato ‘buono veicoli sicuri‘ potrà contare su un fondo di 4 milioni di euro, decisamente insufficiente rispetto alle potenziali richieste (ne usufruiranno quindi in pochi).

REVISIONE AUTO: SANZIONI PER CHI NON ESEGUE IL CONTROLLO PERIODICO

In base all’articolo 80 comma 14 del Codice della Strada, chi circola oltre i termini della revisione rischia una multa da 173 a 694 euro. Tale sanzione è raddoppiabile in caso di revisione omessa per più di una volta in relazione alle scadenze previste dalle disposizioni vigenti. Oltre alla sanzione pecuniaria è disposto pure il divieto di circolazione fino a revisione effettuata (è possibile spostarsi unicamente per ottemperare all’obbligo di eseguire la revisione). Chi circola durante detta sospensione rischia da 1.998 a 7.993 euro di multa più fermo amministrativo per 90 giorni e, in caso di reiterazione delle violazioni, confisca del veicolo. La presentazione agli organi accertatori di una revisione falsificata comporta infine una multa da 430 a 1.731 euro e il ritiro della carta di circolazione o documento unico.

Ricordiamo infine che:

– a causa dell’emergenza Covid è stata disposta una proroga dei termini entro cui eseguire la revisione;

la revisione dei veicoli non gode di alcun periodo di tolleranza dopo la scadenza naturale (fatte salve le suddette proroghe per il Covid);

– esiste un unico e specifico caso che permette di circolare con la revisione scaduta.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto prodotte in Cina: sono già il 14% delle vendite in Europa

Toyota Yaris Hybrid vs Toyota Yaris: costi di manutenzione a confronto

Incentivi auto 2021

Incentivi auto 2021: a Ottobre stanziati altri 100 milioni