Come guidare con il sole negli occhi ed evitare i rischi dell’abbagliamento

Guidare con il sole in faccia provoca 2/3 degli incidenti “meteorologici” con lesioni in Germania: ecco cosa fare per risolvere il problema del sole negli occhi

8 settembre 2020 - 13:00

Guidare con il sole negli occhi espone al rischio di incidente per abbagliamento soprattutto all’alba e al tramonto. In caso d’incidente provocato dal sole non è facile dimostrare di aver attuato tutte le precauzioni per evitare l’impatto. Ecco quindi alcuni consigli utili per chi si trova spesso a guidare con il sole che abbaglia la vista.

GUIDARE CON IL SOLE IN FACCIA

La guida con il sole radente è la causa di circa il 60% degli incidenti stradali con lesioni a persone causati da condizioni meteorologiche. Lo rivela l’Automobile Club Tedesco (ADAC) che ci aiuta a capire come proteggere la vista alla guida con sole accecante. L’abbagliamento solare, in genere, si risolve facilmente indossando occhiali da sole alla guida. Ci sono però condizioni istantanee in cui si ha quasi l’effetto di non vedere la strada o vedere tutto bianco a causa del sole. Succede spesso in autostrada, quando si guida attraverso colline, all’uscita o entrata delle gallerie ma anche in città (all’alba o al tramonto), quando il sole è radente alla visuale del guidatore.

INCIDENTI CAUSATI DAL SOLE ACCECANTE

Quando il sole abbaglia la vista del guidatore, è difficile vedere semafori e segnali stradali ma anche pedoni, ciclisti o motociclisti. Un problema molto frequente, ad esempio in curva, è non vedere le auto ferme incolonnate nel traffico senza riuscire a fermarsi per tempo. Secondo i numeri degli incidenti in Germania, il sole radente causa 10 volte più incidenti con lesioni della nebbia. Nel 2018 gli incidenti stradali per abbagliamento solare registrati sono stati 3756.

COME GUIDARE CON IL SOLE NEGLI OCCHI

Guidare con il sole negli occhi senza farsi accecare e proteggere la vista con semplici trucchi è possibile. Ecco cosa fare per evitare incidenti con troppa luce del sole:

pulire i finestrini anteriori e il parabrezza dalla polvere anche nelle zone in cui non arrivano i tergicristalli. Questo aiuta ad impedire abbagliamenti ed oscuramenti nel passaggio di luce. Lo stesso vale per gli occhiali da sole o da vista. Se si guida con lenti da vista è consigliabile utilizzarne con antiriflesso e auto oscuranti in presenza di sole;

– aumentare la distanza di sicurezza dall’auto che precede: spesso si sottovaluta il rischio che anche il conducente davanti possa frenare in ritardo perché accecato dal sole;

– ridurre la velocità e regolarla in base ai limiti e alla visibilità. In caso di accecamento solare alla guida, si rischia di percorrere circa 14 metri in un secondo a 50 km/h alla cieca, o finché l’occhio non riacquista il focus visivo;

la posizione di guida troppo bassa o arretrata è sbagliata poiché riduce l’efficacia dell’aletta parasole sul parabrezza. E’ consigliabile sempre avere una posizione di guida corretta.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

L’Autopilot investe i pedoni: la Tesla Model 3 fallisce il test

Gomme invernali Hankook i*cept evo 3: i nuovi pneumatici anche UHP e SUV

Cassazione sorpasso contromano

Cassazione: il sorpasso contromano comporta due infrazioni