Guida senza patente

Guida senza patente: sanzioni previste

Tutto quello che bisogna sapere sulla guida senza patente: sanzioni previste, multe, eccezioni e ultime novità normative

18 maggio 2022 - 10:00

Chi guida senza patente rischia pesanti sanzioni anche se bisogna distinguere il grado dell’infrazione: un conto, infatti, è guidare senza patente per aver semplicemente dimenticato il documento; un altro, decisamente molto più grave, è mettersi al volante senza aver mai conseguito la patente, oppure con patente scaduta, sospesa, ritirata o revocata. Per ognuna di queste violazioni sono previste sanzioni differenti, scopriamole tutte.

Aggiornamento del 18 maggio 2022 con i nuovi importi delle sanzioni e alcune modifiche normative a seguito della legge di conversione del decreto Infrastrutture 2021.

GUIDA SENZA PATENTE PER DIMENTICANZA: SANZIONI

Chi conduce un veicolo (in quest’articolo facciamo principalmente riferimento alle autovetture) deve necessariamente avere con sé la patente di guida in corso di validità e nel formato originale. Nonostante da qualche anno sia in corso una politica di dematerializzazione dei documenti, non è permesso mostrare una semplice copia della patente, anche se autenticata, o una versione digitale.

Tuttavia la legge è piuttosto indulgente verso chi viene sorpreso a guidare senza patente per averla dimenticata a casa: in questo caso, infatti, la sanzione prevista dall’articolo 180 comma 7 del Codice della Strada è soltanto da 42 a 173 euro. Il successivo comma 8 precisa però che il conducente sanzionato ha l’obbligo di presentarsi, entro i termini comunicatigli dall’agente accertatore, presso il competente comando di polizia locale o stradale al fine di mostrare l’effettivo possesso del documento. Se non lo fa è soggetto a una ben più pesante sanzione da 430 a 1.731 euro. Quest’ultimo adempimento non è però necessario se l’esistenza e la validità della patente possono essere accertate, durante il controllo su strada, mediante la consultazione di banche di dati o archivi pubblici da parte degli organi di polizia, tranne nelle ipotesi in cui l’accesso a tali banche dati o archivi risulti tecnicamente impossibile.

+++ Prima di proseguire nella lettura: se preferisci puoi guardare un video in cui riassumiamo brevemente i contenuti di questa guida, spiegando le sanzioni previste per chi guida senza patente. +++

GUIDA SENZA PATENTE PERCHÉ SCADUTA: SANZIONI

La severità delle sanzioni per guida senza patente inizia ad aumentare quando si viene beccati al volante con il documento scaduto di validità. Nell’ipotesi in questione, infatti, l’articolo 126 comma 11 CdS dispone una multa da 158 a 638 euro e l’applicazione della sanzione accessoria del ritiro immediato della patente. Non esistono margini di tolleranza, per cui la patente si considera scaduta già dal giorno successivo il termine indicato sul documento. Per rientrare velocemente in possesso della patente ritirata bisogna pagare la contravvenzione e procedere con il rinnovo sottoponendosi alla visita medica obbligatoria entro 10 giorni dall’accertamento dell’infrazione (altrimenti la patente finisce in Prefettura e i tempi si allungano). Ricordiamo che a causa dell’emergenza Covid la validità delle patenti in scadenza è stata prorogata.

GUIDA SENZA PATENTE MAI CONSEGUITA O REVOCATA: SANZIONI

Qui la faccenda inizia a diventare molto seria, anche se l’art. 1 del D. Lgs. n. 8 del 15 gennaio 2016 ha depenalizzato il reato di guida di veicoli senza avere conseguito la corrispondente patente riducendolo a illecito amministrativo (tranne nel caso di recidiva). Oggi, quindi, chi si mette alla guida di un’auto senza aver mai preso la corrispettiva patente è punito con una multa comunque pesantissima da 5.000 a 30.000 euro + fermo amministrativo del veicolo per tre mesi.

La medesima sanzione si applica anche nei confronti di chi guida con patente revocata (occorre però che il provvedimento di revoca sia già stato notificato all’interessato) o di chi sia stato giudicato permanentemente inidoneo alla guida dalla Commissione Medica Locale per sopravvenuta mancanza dei requisiti fisici/psichici richiesti (in tal caso la violazione si intende commessa da chiunque guida dopo l’esito negativo della visita medica, anche se non è stato ancora emesso nei sui confronti un formale provvedimento di revoca).

In tutte le ipotesi esposte in questo paragrafo, nel caso di recidiva nel biennio si applica la pena dell’arresto fino a 1 anno e la confisca amministrativa del veicolo, configurando un’autonoma fattispecie di reato.

Importante: nel caso di guida senza patente, o con patente negata dalla CML, sospesa o revocata, la pena è dell’arresto da sei mesi a tre anni se il soggetto in questione risulta già sottoposto, con provvedimento definitivo, a una misura di prevenzione personale (si applica infatti la sanzione prevista dall’art. 73 del D. Lgs. n. 159 del 6 settembre 2011).

GUIDA SENZA PATENTE PERCHÉ SOSPESA O RITIRATA: SANZIONI

Per l’articolo 218 comma 6 CdS chi circola abusivamente durante il periodo di sospensione della validità della patente è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una multa da 2.046 a 8.186 euro + revoca della patente e fermo amministrativo del veicolo per un periodo di 3 mesi. In caso di recidiva c’è la confisca del veicolo. Di recente la sentenza n. 1417/2021 della Corte di Cassazione ha confermato che la guida successiva al ritiro materiale della patente, ma che precede l’adozione formale del provvedimento di sospensione da parte dell’autorità, configura allo stesso modo la violazione dell’art. 218 comma 6 (guida con patente sospesa) e dev’essere quindi punita con le stesse sanzioni.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bollo auto prima immatricolazione: quando si paga?

Deposito auto in officina

Revisione auto: novità, costi e scadenze

Autostrade in Europa gratis

Autostrade in Europa gratis: dove non si paga il pedaggio