Liquidi auto

Liquidi auto: quali controllare prima di partire

Tra i vari controlli da fare prima di partire in macchina per le vacanze, da non sottovalutare quelli sui liquidi dell'auto: a cominciare dall'olio del motore, ma non solo.

31 luglio 2019 - 18:42

Prima di partire per le vacanze in auto si consiglia sempre di controllare la vettura per assicurarsi che sia tutto a posto. Assolutamente vietato, per esempio, mettersi in marcia senza aver prima verificato la pressione delle gomme o la pulizia dei filtri del climatizzatore. E, aggiungiamo noi, senza aver appurato il livello dei liquidi dell’auto, che sono fondamentali per il corretto funzionamento della macchina. In particolare, escludendo il carburante, i liquidi auto da controllare prima di mettersi in viaggio sono: l’olio del motore, il liquido refrigerante, l’olio dei freni, l’olio del servosterzo, l’olio del cambio e l’acqua dei tergicristalli.

LIQUIDI AUTO: OLIO DEL MOTORE

Controllare il livello dell’olio del motore è un’operazione piuttosto facile che richiede pochi minuti. Il controllo si esegue a motore spento e freddo, con l’auto parcheggiata in piano e il freno a mano tirato. Dopo aver aperto il cofano, bisogna tirare fuori l’asta di livello dell’olio, pulirla con un fazzoletto di carta e rimetterla a posto per alcuni secondi. Poi toglierla di nuovo per esaminare il livello dell’olio, che deve essere compreso tra la tacca del minimo e quella del massimo presenti sull’asta. Se il livello è poco sopra o, peggio ancora, sotto la tacca del minimo, è necessario intervenire urgentemente con un rabbocco di olio. L’olio motore da utilizzare non è lo stesso per tutti i modelli, ma va scelto sulla base delle raccomandazioni del costruttore. Per procedere al rabbocco, svitare il tappo di riempimento e versare la quantità necessaria di lubrificante, aiutandosi nel caso con un imbuto. Quindi ripetere il controllo con l’asta di livello, chiudere il tappo e poi il cofano e il gioco è fatto.

LIQUIDI AUTO: LIQUIDO REFRIGERANTE

Il liquido refrigerante o di raffreddamento svolge un’importante funzione anticongelante, antiebollizione e anticorrosiva, impedendo che il motore raggiunga temperature troppo elevate o troppo basse. Per controllare il liquido refrigerante, sempre a motore freddo e macchina in piano, bisogna innanzitutto individuare nel cofano la vaschetta apposita e assicurarsi che il livello sia compreso tra il minimo e il massimo. Diversamente (o se il liquido si è deteriorato assumendo un poco rassicurante colore marrone) si deve procedere con il rabbocco, versando una soluzione composta a metà da liquido di raffreddamento e a metà da acqua distillata (clicca qui per i dettagli su come cambiare il liquido refrigerante).

LIQUIDI AUTO: OLIO DEI FRENI

Tra le varie sostituzioni periodiche previste nei programmi di manutenzione auto, c’è anche quella del liquido dell’impianto frenante, conosciuto anche come olio dei freni, fondamentale per garantirne la massima efficienza. Ma perché bisogna cambiarlo? Il liquido dei freni è fortemente igroscopico, cioè tende ad assorbire umidità, sebbene in percentuali minime. Durante le frenate più violente il liquido raggiunge temperature molto elevate, così l’umidità inglobata si trasforma in vapore acqueo perfettamente comprimibile. La conseguenza di tale fenomeno è un pericoloso allungamento della corsa del pedale del freno, con relativa o notevole perdita dell’efficacia frenante. La sostituzione dell’olio dei freni è molto delicata ed è perciò consigliabile rivolgersi in officina (clicca qui per approfondire l’importanza del liquido freni).

LIQUIDI AUTO: OLIO DEL SERVOSTERZO

L’olio del servosterzo ha due funzioni principali: lubrificare gli ingranaggi in rotazione nel circuito e amplificare l’effetto della rotazione dello sterzo, mediante la trasmissione idraulica. La sua sostituzione non è così frequente, ma nel caso va eseguita più o meno come quella per il liquido di raffreddamento. Gli oli per l’impianto servosterzo sono in genere di colore rosso, verde o giallo, ed è buona norma rispettare il colore dell’olio preesistente nel circuito perché il colorante è impiegato per distinguere un olio da un altro una volta versato nell’impianto. Anche per il cambio dell’olio servosterzo è meglio affidarsi a un valido professionista.

LIQUIDI AUTO: OLIO DEL CAMBIO

Il trascuratissimo olio del cambio è in realtà una componente molto importante per mantenere efficiente la trasmissione di un’automobile. Composto da una serie di additivi che hanno lo scopo di ridurre il rischio corrosione, il deterioramento delle prestazioni e l’usura, ha la doppia funzione di favorire la regolare fluidità dei movimenti degli organi in moto e dissipare il calore generato dall’attrito tra gli stessi. Clicca qui per scoprire, quando, come e perché va sostituito l’olio del cambio.

LIQUIDI AUTO: ACQUA DEI TERGICRISTALLI

In realtà il termine ‘acqua’ è improprio perché l’utilizzo di acqua normale è sconsigliato a causa della probabile formazione del calcare che potrebbe otturare gli ugelli. Inoltre le rigide temperature che si raggiungono durante l’inverno potrebbero far gelare l’acqua e compromettere il funzionamento dell’impianto dei tergicristalli. L’ideale, quindi, è utilizzare uno specifico liquido lavavetri, che va versato a motore spento e freddo nella vaschetta posizionata all’interno del cofano, facilmente riconoscibile dal simbolo del parabrezza con delle gocce d’acqua raffigurato sul tappo (qui tutto ciò che c’è da sapere sulla manutenzione dei tergicristalli).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Costi RC auto

Costi RC auto: i fattori che incidono maggiormente sulle tariffe

monopattini elettrici dove possono circolare velocità limiti sanzioni

Monopattini elettrici: dove possono circolare, velocità, limiti e sanzioni

SicurAUTO.it va in vacanza: ci rivediamo il 19 agosto!