Vendere un’auto usata: 5 consigli per guadagnare di più

Dove, come e a chi vendere l’auto usata: ecco 5 utili consigli per muoversi nella vendita di auto a privati o a professionisti e guadagnare di più

22 settembre 2020 - 13:18

Vendere l’auto usata come permuta, e sostituirla con un’altra auto, nuova o usata, è sempre la strada più semplice. Ma se invece si vuole vendere un’auto usata di valore o senza sostituirla, ha più importanza sapere come guadagnare di più dalla vendita. In questa guida, tra le tante sull’acquisto di un’auto usata, ci focalizzeremo su 5 consigli per valorizzare al meglio la vendita di un’auto usata privata e guadagnaci di più.

1.DOVE E A CHI VENDERE L’AUTO USATA

La prima domanda che ci si pone quasi sempre è dove vendere l’auto usata? Oggi il web è sicuramente il canale più utilizzato sia dai professionisti e dai privati. Ecco, questa è una differenza fondamentale: cercare di capire se i potenziali acquirenti che si presenteranno sono privati o professionisti. Con la vendita tra privati di solito è più semplice concludere al prezzo iniziale stabilito. Mentre i professionisti vanno a caccia di affari, quindi sappiate che sono allenati e preparati a trattare sul prezzo di vendita. Spesso lo fanno scandagliando i documenti sulla manutenzione o evidenziando difetti esistenti sull’auto (aspetti che i venditori furbi, in genere, cercano di nascondere). Per questo la strategia si può adottare anche a parti invertite, quando si compra un’auto da un professionista (ecco la check list dei controlli da fare). Cosa si guadagna a vendere un’auto usata a un concessionario o rivenditore? La velocità con cui si portano a casa i soldi dopo aver firmato il passaggio di proprietà, ma sicuramente non più soldi.

2.A CHE PREZZO VENDERE UN’AUTO USATA

Per vendere un’auto usata al prezzo giusto è fondamentale conoscere il valore di un’auto usata e qual è il prezzo medio di mercato. Sappiate che le emozioni nella compravendita di auto pesano molto (gli affaristi le sanno riconoscere e le sfruttano a proprio vantaggio), ma non hanno alcun valore economico. Vendere un’auto a cui si è affezionati è molto più difficile, perché si rischia di non fare un’oggettiva valutazione dell’auto da vendere. Se proprio siete indecisi o ritenete che l’auto abbia un valore particolare, sarà il mercato stesso a darvi ragione. Basterà solo scegliere il migliore offerente, se l’attesa per trovarlo non vi spaventa. Attenzione però alle truffe, soprattutto online, con la compravendita di auto usate. Leggi qui per riconoscerle.

3.AUTO USATA IN VENDITA: RIPARAZIONE O SCONTO

Riparare un’auto da vendere è qualcosa che nessuno penserebbe mai di fare. Ma tra due auto identiche, voi comprereste mai quella con i fari opacizzati, un copricerchio mancante e qualche graffio qua e là? Evidentemente no. Per capire se conviene fare le riparazioni a un’auto usata da vendere, dipende dal suo valore di mercato e dal costo per rimetterla in sesto. Se aggiustare l’auto vi fa spendere più del margine di deprezzamento-sconto da riconoscere, allora può avere più senso la vendita a un professionista. In genere sono loro stessi a rispondere agli annunci di auto con lievi danni (da rivendere facilmente), poiché il costo vivo di riparazione è più basso che a un privato. Se invece decidete di riparare l’auto (soprattutto guasti meccanici), utilizzate le ricevute come valore aggiunto nella trattativa. O in alternativa ricorrere a parti di carrozzeria usate di recupero ma in buone condizioni riduce la spesa. E’ consigliabile essere sempre sinceri sullo stato dell’auto per evitare rogne, anche se la vendita tra privati avviene senza alcuna garanzia da parte del venditore.

4.IL VALORE DELLA LA MANUTENZIONE SU UN’AUTO USATA

La manutenzione auto regolare testimonia cura per il veicolo. Di fronte a un pedigree dimostrabile nessuno potrà battere ciglio e i tentativi di abbassare il prezzo si spegneranno come fuochi di paglia. Ecco perché è sempre importante farsi rilasciare la ricevuta ad ogni tagliando o riparazione straordinaria e conservarla in una cartella riservata all’auto. Messe insieme, possono aumentare sicuramente il valore dell’auto più dell’IVA pagata.

5.LAVAGGIO AUTO, L’ULTIMO E’ IL PIU’ IMPORTANTE

Preparare l’auto usata da vendere affinché mostri il suo reale valore non coperto da polvere e sporco, sia fuori sia dentro. Vale la stessa logica delle riparazioni, un’auto pulita e lucida si vende sempre prima di quella sporca (i professionisti non hanno la puzza sotto al naso se vogliono comprare l’auto). Controllate gli interni alla ricerca di macchie sui pannelli e i sedili e fateli rimuovere mettendo ordine e pulizia anche nel bagagliaio. E’ quasi certo che un lavaggio approfondito della moquette sarà valutata dal potenziale acquirente meglio degli inevitabili graffi e segni di usura sulle maniglie interne. Se non è così arguto da notarlo, sarete voi stessi ad encomiare (ma con naturalezza e oggettività) i punti di forza della vostra auto usata da vendere.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cambio gomme invernali 2020: gli errori da non fare

Si può vendere un'auto con bollo scaduto

Bollo auto non pagato: come verificare

Consiglio acquisto auto 7 posti: budget fino a 25.000 euro