Patenti, revisioni e CQC

New BER: aperte le consultazioni sulla proroga al 2028

Ecco come inviare contributi e pareri alla Commissione europea sulla proroga della Ber fino al 2028: la bozza e gli obiettivi proposti

11 luglio 2022 - 15:00

La Commissione europea ha ufficialmente aperto i lavori di consultazione alla tanto chiacchierata proroga MV BER di cui vi abbiamo parlato nel Report Auto elettriche e connesse: impatto su aftermarket e consumatori. La concorrenza tra reti indipendenti e autorizzate dipenderà proprio da come evolveranno il regolamento n. 461/2010 (e le sue linee guida) prorogato fino al 2028 in merito all’accesso ai dati tecnici e e connessi dei veicoli. Ecco come partecipare alle consultazioni pubbliche sulla MV BER e quali saranno i prossimi step.

ACCESSO AI DATI TECNICI E CONNESSI: I PUNTI CHIAVE DELLA PROROGA BER

Che la Commissione europea avrebbe presto avviato i lavori per la proroga della MV BER si sapeva già, infatti ne abbiamo parlato nelle interviste a molti esperti del settore come l’avvocato Piergiorgio Beccari Presidente di ADIRA, Massimo Brunamonti Technical Advisor AICA e board member EGEA, Massimo Pellegrino coordinatore ANFIA Aftermarket. La proroga al regolamento MV BER proietta il settore anche verso una più chiara regolamentazione sull’accesso ai dati tecnici e digitali, un altro argomento di cui abbiamo parlato nell’intervista a Laurianne Krid, Director General FIA e Cara McLaughlin, Communications Director di ACEA, che ci hanno raccontato due posizioni diametralmente opposte. Questa premessa per darvi solo in parte l’idea di quante associazioni siano direttamente coinvolte nei prossimi step di cui vi parleremo ai paragrafi successivi.

OBIETTIVI DELLA PROROGA BER AL 2028

L’iter di revisione del regolamento avviato a dicembre 2018, in vista della scadenza del MVBER il 31 maggio 2023 vuole raccogliere evidenze sul funzionamento delle regole applicabili agli accordi verticali nel settore automobilistico. Le parti interessate possono presentare le loro osservazioni sulla bozza di regolamento entro il 30 settembre 2022. “La proposta di proroga del regolamento di esenzione per categoria per gli autoveicoli per altri cinque anni mira a mantenere un regime che ha reso più facile per le imprese del settore automobilistico valutare se i loro accordi sono in linea con le regole di concorrenza dell’UE”, ha dichiarato Margrethe Vestager vicepresidente esecutiva della Commissione europea. “Proponiamo inoltre aggiornamenti mirati alle nostre Linee guida per affrontare i dati generati dai veicoli, che sono un input essenziale per i servizi di riparazione e manutenzione”.  La nota esplicativa pubblicata sul sito della Commissione assieme alla bozza del regolamento, si sviluppa sui seguenti obiettivi:

– mantenere l’MVBER attuale in vigore per altri 5 anni e permettere alla Commissione di riesaminare la situazione del mercato entro la nuova data di scadenza dell’MVBER (31 maggio 2028);

– fare chiarezza sulle modalità di accesso ai dati generati dai veicoli connessi e sull’essenzialità per i servizi di riparazione e manutenzione.

COME PARTECIPARE ALLE CONSULTAZIONI PUBBLICHE SULLA PROROGA BER

Per partecipare alle consultazioni pubbliche sulla proroga del regolamento MV BER al 2028, cittadini, organizzazioni e autorità pubbliche possono inviare un contributo che sarà pubblicato sulla pagina web della Commissione europea se rispetta i seguenti criteri:

– deve essere inviato all’indirizzo COMP-CAR-SECTOR@ec.europa.eu entro il 30 settembre 2022;

– gli invii che sono contrassegnati come ” CONFIDENTIAL” in lettere maiuscole saranno trattati come tali, ma è consigliabile inviare anche un parere pubblicabile;

– in formato elettronico “.docx” o “.pdf”, come allegati alle e-mail, altrimenti non saranno pubblicati.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Generali e Unipol: 5 milioni di multa per pratica scorretta

Great Wall: due nuovi brand in Europa entro il 2022

USA: il 55% delle officine indipendenti fa manutenzione sulle BEV