Mahindra Kuv100 e Xuv500: prova su strada

Tempo di restyling per Kuv100 e Xuv500 di Mahindra, che si rinfrescano nel look ma restano carenti sul fronte dei sistemi di assistenza alla guida

10 luglio 2019 - 16:50

L’offensiva di Mahindra al mercato europeo si fa sempre più agguerrita. Dopo l’aggiornamento del pick-up Goa, arriva il momento del restyling anche per la Xuv500 e la piccola Kuv100. Quest’ultima lanciata sul mercato da poco più di un anno. E allora partiamo proprio dalla più piccola della gamma Mahindra per scoprire tutte le novità che il costruttore indiano ha apportato alla sua famiglia di prodotti.

IL DESIGN DELLA KUV100

Con la Kuv100, nel 2018 Mahindra si è lanciata per la prima volta nel settore delle citycar. Oggi, a un anno dalla presentazione, facendo seguito ai suggerimenti e ai pareri espressi dalla clientela, Mahindra apporta qualche piccola miglioria al progetto. Tanto per cominciare cambia, anche se solo leggermente, il design degli esterni. I gruppi ottici anteriori hanno un diverso disegno della calotta interna. Così come quelli posteriori, ora con finitura brunita. Sulla versione più accessoriata tra le due a listino (K6+ e K8) spiccano anche gli indicatori di direzione sugli specchietti. A questi si aggiungono i cerchi in lega diamantati e il comando di apertura del bagagliaio dal telecomando. Piccoli aggiornamenti anche per la versione di accesso alla gamma K6+. Questa si distingue ora per la presenza del tergilunotto.

NUOVO INFOTAINMENT PER LA KUV100

I miglioramenti riguardano anche l’infotainment. Ora, infatti, la Kuv100 in allestimento K8 offre di serie un nuovo sistema multimediale con schermo touch da 7 pollici. Questo da accesso a diverse informazioni sullo stato della vettura. Oltre che ai contenuti multimediali e al navigatore satellitare. A rendere il sistema connesso ci pensano il Bluetooth e un ingresso usb. Migliora anche la qualità di qualche rivestimento qui e là. Ma in generale l’interno della Kuv100 conferma le sue doti di spaziosità. A fronte di una lunghezza di appena 3,7 metri, assicura spazio in abbondanza anche a chi viaggia dietro. Il vano di carico, invece, ha una capacità di 243 litri.

KUV100 GUADAGNA 5 CV

Piccoli aggiornamenti hanno riguardato anche il powertrain. Il propulsore rimane il 1.2 MPFi a tre cilindri. Però gode ora di 5 CV in più, che portano il totale a 87 CV. Ma il vero miglioramento arriva dalla curva di coppia. I Nm a disposizione restano 115, ma sono ora disponibili su un range di giri più ampio. Una volta al volante, il piccolo tre cilindri si dimostra più pronto nella risposta. E non obbliga a viaggiare vicini alla zona rossa per trovare un po’ di potenza. Migliora anche la silenziosità grazie ai nuovi supporti motore. Discreta anche la maneggevolezza tra le curve. Soprattutto in considerazione del baricentro piuttosto alto. La Kuv100 è caratterizzata da un comportamento neutro e progressivo nelle reazioni. Evidenziando un certo sottosterzo solo nei cambi di direzione più bruschi. I consumi, stando ai dati dichiarati dalla Casa, si attestano sui 6,5 l/100 km, per emissioni di CO2 di 146 g/km.

STILE RINNOVATO PER LA XUV500

Come dicevamo in apertura, le novità di Mahindra per l’estate 2019 riguardano anche la suv di punta Xuv500. Presentata nel 2011, si sottopone oggi a un restyling (il terzo della sua carriera). Questo, pur non stravolgendo le proporzioni, ne aggiorna le linee, intervenendo anche sui contenuti del modello. Fuori spicca la nuova calandra cromata, accanto alla quale si sviluppano i nuovi fari con luce diurna led. Ma le novità stilistiche più evidenti sono quelle incentrate nel posteriore. Qui trovano posto nuovi gruppi ottici ora a sviluppo orizzontale, inseriti in un portellone completamente riprogettato. Dentro, restano i sette posti di serie, il clima bi-zona e i sedili in pelle per le versioni W8 e W10.

SU XUV500 ARRIVA ANDROID AUTO

Migliora anche il livello di connettività sull’ultima generazione dell’Xuv500. Il merito va al nuovo sistema di infotainment con schermo touch da 7 pollici. A differenza di quello montato sulla più piccola Kuv100 garantisce la compatibilità anche con Android Auto. Ma non ancora con Apple CarPlay. A questo, per le due versioni top di gamma, è possibile abbinare anche l’Entertainment Pack. Costituito da due monitor inseriti nei poggiatesta anteriori, per l’intrattenimento di chi viaggia sulla seconda fila di sedili.

XUV500, MECCANICA INALTERATA

Nessuna novità, invece, dal punto di vista tecnico. Xuv500 resta disponibile a trazione anteriore o integrale. Con il solo 2.2 turbodiesel da 140 CV e 330 Nm di coppia. Un’unità molto fluida e tutto sommato silenziosa, che evidenzia una certa “ruvidità” solo quando si sale oltre i 3.000 giri al minuto. Peccato per il cambio, un manuale a sei marce, non molto preciso negli inserimenti. Buono invece il comportamento in curva, che non risente eccessivamente della stazza della vettura. Nonostante in gioco ci siano circa 2,5 tonnellate.

KUV100 E XUV500, I PREZZI

Grazie agli ultimi aggiornamenti la Kuv100 può rappresentare un’alternativa alle tante piccole vetture da città oggi presenti sul mercato. Il listino si articola su due allestimenti K6+ e K8. Il primo è in vendita a un prezzo di 11.900 euro, mentre per il più K8 servono 13.990 euro. La garanzia è di 3 anni o 100.000 km. Per il prossimo futuro è prevista anche una variante completamente elettrica. Ma per il momento in Mahindra le bocche restano cucite. Per quanto riguarda la Xuv500, gli allestimenti sono W6, W8 e W10, con prezzi rispettivamente di 21.250, 24.400 e 25.500 euro. Per le varianti a trazione integrale si passa a 23.900 euro per la W6, 26.580 per la W8 e 27.690 per la W10. Molto basso, invece, il livello di assistenza alla guida. Che oltre ai sensori di parcheggio offre solo il Cruise Control ma non adattivo. Per la Kuv100, invece, sono previsti soltanto i sensori di parcheggio.

Commenta per primo