Raschietto vetri auto: come rimuovere il ghiaccio correttamente

Il raschietto per vetri auto è la migliore soluzione per rimuovere il ghiaccio: come usarlo correttamente e preparare l’auto all’inverno

23 novembre 2022 - 11:00

Il raschietto per vetri auto in inverno è spesso l’ultima spiaggia per poter partire in sicurezza quando il parabrezza è coperto di brina. In questa mini guida vediamo come rimuovere il ghiaccio correttamente in modo ecologico e senza utilizzare prodotti chimici. Ma anche i consigli più utili per partire in sicurezza quando l’auto è coperta da neve o ghiaccio.

-> come si usa il raschietto vetri auto

-> perché usare il raschietto vetri per rimuovere il ghiaccio

-> raschietto vetri auto e accessori utili in inverno

Aggiornamento del 23 novembre 2022: nuovi contenuti più attuali e utili per i lettori

RASCHIETTO VETRI AUTO: COME USARLO CORRETTAMENTE

Meglio usare un deghiacciante per vetri auto o il raschietto? E’ ovvia la risposta che punta alla comodità dei prodotti chimici, senza fare alcuna fatica. Ma se vogliamo limitare la quantità di sostanze che immettiamo nell’ambiente basta utilizzare un buon raschietto e sapere come rimuovere il ghiaccio per ottenere un risultato migliore e in meno tempo. In entrambi i casi, sia con spray deghiaccianti, sia con il raschietto, il problema principale è raggiungere il bagagliaio, ecco perché bisogna anche preparare l’auto all’inverno come vi spieghiamo nei paragrafi successivi. La paura più grande nell’usare il raschietto per vetri auto è graffiare il parabrezza o peggio ancora scheggiarlo. È possibile evitarlo semplicemente seguendo questi consigli:

raschietto vetri auto migliore perché più sicuro e a prova di errori è quello in plastica. E’ sconsigliabile utilizzare i raschietti con bordi metallici poiché il rischio di causare graffi ai vetri o alla carrozzeria intorno al parabrezza è davvero alto;

rimuovere correttamente il ghiaccio dal parabrezza non serve troppa pressione, né tanta forza. Quindi ricorda che il raschietto deve scorrere sul vetro in modo continuo da un punto a un altro, evitando di picchiettare, premere eccessivamente o in maneggiarlo in modo frenetico a zigzag. Gli errori più frequenti si commettono usando un raschietto inadatto, economico e poco maneggevole;

Ricorda che il ghiaccio va rimosso da tutti i vetri dell’auto e non soltanto sul parabrezza o peggio ancora creando piccole finestre.

PERCHÉ USARE IL RASCHIETTO VETRI É MEGLIO?

L’alternativa ad usare il raschietto per ghiaccio sul parabrezza è come detto uno spray deghiacciante a base di alcol e altre sostanze che favoriscono lo scioglimento della brina sui vetri. Non basta però spruzzarlo e partire poiché, in base alle temperature esterne, potrebbero volerci alcuni minuti prima del completo scioglimento. Ma ci sono altri aspetti da considerare:

– se si ha fretta di partire si è tentati ad azionare i tergicristalli, che potrebbero essere ancora attaccati al ghiaccio del vetro. Inoltre se il deghiacciante non ha ancora svolto il suo lavoro, il gommino dei tergicristalli si logora inutilmente scivolando sul vetro congelato;

– anche quando il vetro sembra completamente pulito dal ghiaccio, è possibile che dopo alcuni minuti, a seconda della temperatura ambientale, si riformi la brina e bisognerà fermarsi di nuovo a spruzzare il deghiacciante;

PREPARARE L’AUTO ALL’INVERNO: COSA SERVE OLTRE AL RASCHIETTO 

Per poter sfruttare nel modo migliore i consigli che vi abbiamo dato, ovviamente bisogna mettersi nelle condizioni migliori e preparare l’auto all’inverno. Non tutti ci pensano, ma lubrificare le guarnizioni con uno spray al silicone (ad esempio Svitol Silikon, WD40 Silicone Spray, ecc.) è l’unico modo per riuscire ad aprire le porte dopo una notte all’agghiaccio e recuperare gli accessori invernali dal bagagliaio. Ecco cosa può tornare utile assieme al raschietto per rimuovere il ghiaccio dai vetri:

– scopetta per rimuovere la neve dal tetto, retrovisori, fari e dalle targhe dell’auto;

– cavo di traino;

cavi per l’avviamento di emergenza, poiché in inverno le batterie si scaricano più velocemente e potreste anche trovarvi a soccorrere un’altra auto in panne;

guanti spessi che vi permettano di operare fuori dall’auto senza congelarvi;

– catene da neve o le calze da neve, ora considerate equivalenti anche in Italia, se guidate in inverno su strade interessate dalle ordinanze;

Inoltre, ricordate di prevenire il congelamento dei liquidi, ad esempio con un buon liquido lavavetri antigelo. Rabboccate il radiatore evitando di diluirlo con sola acqua, ma preferendo i liquidi universali che conservano il punto di congelamento basso. Infine, fate se possibile rifornimento di carburante alpino o utilizzate gli additivi per evitare il gasolio ghiacciato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Noleggio lungo termine

Noleggio a lungo termine privati: arriva l’assistente virtuale con IA

Pneumatici invernali: sigla M+S, simbolo montagna e confusione

Accessori auto più utili per l’inverno: cosa tenere nel bagagliaio