Manutenzione candele auto: come cambiarle e pulirle nel modo corretto

Cambiare le candele o smontarle per pulirle non è difficile: ecco i consigli degli esperti sulla manutenzione candele, cosa serve e gli errori da non fare

10 settembre 2020 - 13:22

La domanda più frequente che si fanno gli automobilisti è quando sostituire le candele, tra le operazioni ritenute più importanti per la manutenzione auto. Oggi vedremo con i consigli di uno dei maggiori produttori di candele su come cambiare le candele, smontarle, pulirle e montare le candele nuove nel modo corretto. Ecco i consigli degli esperti sulla manutenzione delle candele auto e gli errori da non fare.

MANUTENZIONE CANDELE COSA SERVE

Come per il cambio olio motore e altri interventi più frequenti, ricorrere al manuale dell’auto anche per le informazioni sulla sostituzione delle candele e il tipo di candele per auto a benzina o a gas, ad esempio, non è mai sbagliato. L’intervallo di manutenzione delle candele infatti può essere molto diverso, ma in generale i passaggi per la sostituzione delle candele sono quasi gli stessi. Prima di cimentarsi in questo lavoro bisogna essere certi di avere adeguata manualità con il fai da te, ma soprattutto gli attrezzi che non possono mancare per fare un lavoro a regola d’arte:

– le candele delle giuste caratteristiche da montare se non si devono solo pulire;

– guanti e qualche cacciavite;

– una chiave dinamometrica di qualità;

– la chiave a bussola lunga della misura delle candele (in genere è scritta sulla confezione della candela);

– conoscere la coppia di serraggio delle candele, che cambia come vedremo nel paragrafo sotto;

– un piccolo compressore, o in sostituzione una bomboletta di aria compressa.

COME SMONTARTE E MONTARE LE CANDELE

La procedura per smontare le candele e pulirle o sostituirle è fatta di pochi e semplici passaggi. La parte difficile di questo lavoro dipende dalla posizione delle candele e da parti che potrebbe essere necessario smontare (filtro aria, manicotti, debimetro, ecc.). Una volta che le candele e i relativi cavi ad alta tensione sono a vista, procedere così:

– contrassegnare la sequenza dei cavi AT prima di staccarli, andranno rimontati esattamente nello stesso ordine;

– dopo aver staccato le pipette AT dalle candele, soffiare con l’aria compressa nelle sedi;

allentare a mano le candele ed estrarle, facendo attenzione all’ordine esatto se dovete solo pulirle. Per facilitare l’estrazione delle candele potete aiutarvi con le stesse pipette oppure con un piccolo pezzo di canna da giardino da incastrare sulla candela;

– per pulire le candele in genere basta una semplice spazzola ottonata, ma prima è meglio osservare lo stato degli elettrodi per capire se sono rovinate o da cambiare;

– estrarre le candele nuove dalla confezione (oppure riprendere una per volta quelle pulite) e avvitarle senza usare utensili per qualche giro. E’ fondamentale imboccare il filetto senza inclinare la candela rispetto all’asse della filettatura sulla sede del motore;

– stringere le candele esclusivamente con la chiave dinamometrica, impostando la coppia di serraggio in Nm (e poi eventualmente in gradi), consigliata dal costruttore. La forza con cui vanno strette le candele auto cambia notevolmente come mostra la tabella qui sotto. Clicca sull’immagine per vederla a tutta larghezza.

I CONSIGLI DEGLI ESPERTI SULLA SOSTITUZIONE DELLE CANDELE

La sostituzione delle candele è anche uno degli interventi che preoccupa di più per il rischio di spezzare la candela nella testata, montarla nel modo sbagliato, ecc. Tra le situazioni tipo e gli errori da evitare con la manutenzione delle candele, spesso sottovalutate, gli esperti ricordano anche:

– far raffreddare il motore per agevolare lo smontaggio e il montaggio alla giusta coppia;

– non montare mai una candela nuova accidentalmente caduta a terra;

– sostituire sempre tutte le candele del motore contemporaneamente;

– mai montare candele diverse tra loro sul motore.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Caricabatteria auto: quanti tipi e quale scegliere

Sensore MAP motore auto: cos’è e come funziona

Batteria senza manutenzione e Bassa manutenzione: cosa cambia?