I miti da sfatare sulle auto GPL e Metano

Le auto a GPL e Metano inquinano meno, ma non è sempre vero ciò che si sente in giro. Facciamo chiarezza su miti e verità delle auto a gas

15 febbraio 2021 - 8:00

E’ meglio scegliere un’auto GPL o  Metano? Talvolta ci si trova di fronte a domande potrebbero disincentivare l’acquisto o riservare sorprese inaspettate per una scelta incauta. In questo articolo vogliamo sfatare i più diffusi miti sulle auto GPL e Metano.

Articolo aggiornato il 15 febbraio 2021 alle ore 8:00

AUTO METANO E GPL: COSA CAMBIA

Prima di tutto scopriamo quali sono le principali differenze tra le auto GPL e Metano. Il GPL deriva dal petrolio, e uno degli effetti riguarda il rapporto diretto con il prezzo di riferimento dei barili di greggio. Il vantaggio principale sta in una minore tassazione – per quanto riguarda il mercato italiano – e che rende il GPL un combustibile particolarmente vantaggioso. Il Metano, invece, è un gas naturale che si trova in natura. La differenza principale che si può notare sulle auto risiede nello stoccaggio del carburante a bordo. Il serbatoio delle auto a GPL ha forme e dimensioni diverse e spesso è montato nel vano per la ruota di scorta. Mentre per il Metano parliamo di una bombola più spessa e pesante (eccetto quelle in composito) per la pressione più alta del Metano (circa 200 bar) rispetto al più compatto e leggero serbatoio GPL (circa 16 bar).

PRESTAZIONI AUTO GPL E METANO: QUANTO SI PERDE REALMENTE?

I miti sulle auto GPL e Metano più ricorrenti vedono in testa le prestazioni. È vero che in entrambi i casi le potenze subiscono una leggera perdita, ma non un valore così elevato come ci si può attendere. Sia per GPL che per Metano, per impianti montati in fabbrica e su auto di ultima generazione, la perdita di potenza arriva a circa il 10% rispetto alla motorizzazione a benzina. In ogni caso parliamo di bifuel sia per il Metano che per il GPL, quindi in caso di necessità, si può chiedere maggiore prontezza  commutando l’alimentazione a benzina.

SICUREZZA AUTO GPL E METANO

Uno dei timori e miti più frequenti per la presenza di una bombola riguarda il rischio d’incendio o esplosione in caso d’incidente. Gli impianti GPL sono costruiti secondo standard molto rigidi e severi, oltre a essere sviluppati con un altissimo grado di resistenza agli urti e a potenziali fughe. Pensate che un serbatoio di GPL è testato a pressioni di circa 200 bar, potendo resister ad almeno il doppio. Inoltre una serie di valvole “intelligenti” permettono la fuoriuscita sicura del gas in caso di incendio come spiega questo video sulla sicurezza delle auto GPL. Discorso molto simile per quanto riguarda le auto a Metano, che sono dotate di una bombola di forma cilindrica. Il grande vantaggio del Metano in caso d’incidente o ribaltamento, è che restando nel suo stato gassoso non forma ristagni di liquidi, spesso causa di esplosioni, limitando, e non di poco, il rischio di esplosione. Inoltre il Metano ha una temperatura di autoaccensione intorno ai 540°, rendendo molto difficile una possibile esplosione.

MANUTENZIONE AUTO GPL E METANO

Altro aspetto largamente discusso riguardo la manutenzione di auto GPL e Metano. La presenza di un impianto supplementare può portare a pensare a una doppia manutenzione, in realtà, si tratta solo di sostituire regolarmente i filtri dedicati e alcuni controlli periodici. Per quanto riguarda le auto GPL spesso ci si interroga se e quanto più spesso bisogna controllare e, in caso, cambiare le valvole del motore. In realtà a parte motori più delicati, sulle auto di ultima generazione con impianti particolarmente avanzati, il problema della recessione valvole è generalmente superato, a patto di fare una corretta manutenzione e i controlli consigliati dal Costruttore. Stesso discorso per le auto a Metano, sempre in riferimento alle auto di ultima generazione e con impianto montato direttamente in fabbrica. Sta di fatto che, in entrambi i casi, la manutenzione “straordinaria” riguarda la revisione o sostituzione, come spieghiamo in questo articolo sulla sostituzione serbatoio  auto GPL. I costi di revisione e sostituzione di bombola o serbatoio sono l’aspetto meno considerato all’acquisto di un’auto bifuel GPL o Metano. In alcuni casi, (vedi le auto GPL dopo 10 anni dall’immatricolazione), l’operazione può avere un costo anche superiore al valore dell’auto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

WD40, Sonax e altri: i migliori spray lubrificanti nel test Autobild

Blocco carburante Fiat 500: cosa fare e come risolvere

Mercato Aftermarket 2020: -14% per componenti e ricambi auto