Coronavirus: a rischio milioni di batterie auto. Cosa fare per salvarle?

A causa della quarantena, milioni di batterie auto rischiano di guastarsi. La guida per evitare guasti o mancate accensioni in caso di emergenza

23 marzo 2020 - 15:00

La richiesta del Governo di restare a casa per l’emergenza Coronavirus mette a rischio milioni di batterie auto. Sicuramente rispetto all’emergenza sanitaria e alle vite in gioco il rischio di dover cambiare la batteria dell’auto, quando l’emergenza (si spera presto) è il male minore. Tuttavia il vero rischio è di restare in panne nel momento del bisogno, quando magari serve correre in ospedale o da un parente per qualche emergenza. Piuttosto che lasciare l’auto in letargo ecco come evitare guasti e mancate accensioni in emergenza per una batteria auto rovinata dall’inutilizzo.

AUTO FERMA PER CORONAVIRUS, COSA FARE CON LA BATTERIA

Le limitazioni agli spostamenti imposte dal Decreto del Presidente del 9 marzo 2020 significano inevitabilmente per moltissime auto una sosta più lunga del previsto. Saranno soprattutto le seconde auto di famiglia o anche quelle usate per i viaggi e parcheggiate in garage a correre il rischio di una batteria guasta per inutilizzo. Abbiamo allora voluto approntare un vademecum con utili consigli degli esperti per evitare i guasti alla batteria e sapere cosa fare se l’auto sarà in sosta per inutilizzo. Intanto il consiglio principale è cercare nel manuale del Costruttore le voci “Rimessaggio”, “Inutilizzo prolungato” e simili. E’ importante soprattutto sulle auto più recenti poiché, come ci spiega Michele Moretto Business Development Manager Varta: “non si può scollegare solamente una batteria”. Vediamo allora quali sono gli errori da non fare sulle auto “in quarantena” e come evitare che una batteria da cambiare per inutilizzo.

COSA FARE PER SALVARE LA BATTERIA DALLA SCARICA

Se il manuale dell’auto lo consiglia, è importante non limitarsi solo a scollegare la batteria prima di una lunga sosta. “Prima di lasciare una batteria scollegata a lungo è importante capire se è scarica misurando con un voltmetro la tensione ai poli, che deve essere almeno 12,4 V o superiore” ricorda Moretto. Se più bassa, tipico di una batteria non in perfetta forma, andrebbe prima messa in carica con un caricabatterie intelligente come questo disponibile online (lo abbiamo testato qui). È fondamentale poiché su una batteria già in parte scarica messa a riposo è molto più facile che avvenga la solfatazione rispetto a una batteria con carica completa. Chi non ha una presa di corrente a disposizione per la ricarica può utilizzare un kit solare di mantenimento della carica che potete trovare qui, come quello nella foto in alto. E’ fondamentale collegare i morsetti alla batteria con la giusta polarità e posizionare il pannellino solare all’interno dell’auto il più possibile esposto al sole. Se invece la batteria è molto scarica guarda il video qui sotto per sapere come avviare un’auto con i cavetti.

SCOLLEGARE LA BATTERIA AUTO: SI O NO?

“In molti casi quando si scollega la batteria auto, poi sarà necessario resettare delle centraline” spiega Michele Moretto. “Anche per questo motivo il manuale spesso consiglia di rivolgersi in officina (ecco le attività che posso restare aperte e quelle chiuse per il Coronavirus, ndr) perché potrebbe essere necessario l’utilizzo di una batteria tampone mentre si sostituisce o si scollega quella sull’auto”. Come si vede nel video sopra le auto più recenti hanno dei punti di collegamento specifici per ricaricare la batteria o collegare i cavi di emergenza. Questi dettagli sono importanti per evitare di danneggiare il sistema di controllo della carica della batteria. Lo stesso vale se si utilizza un caricabatteria vecchio: collegare i cavi in modo sbagliato può danneggiare seriamente la batteria. Scollegare la batteria prima di una lunga sosta è fondamentale?Una batteria nuova e senza assorbimenti ha un’auto-scarica molto limitataspiega Moretto – per cui una sosta di circa 1 mese non dovrebbe farla scaricare. Cosa diversa per le batterie meno nuove e le auto che hanno sistemi di allarme, specie se satellitari”. Per altre utili informazioni sulla manutenzione della batteria auto non perderti i video #SicurEDU.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Braccetti auto: errori, consigli e valutazioni sulla sostituzione

Cambio automatico a doppia frizione, con convertitore di coppia e robotizzato: differenze

USA: regole meno dure sulla CO2 per vendere auto più sicure