Cambiare il filtro olio: 10 errori da evitare

Sostituire il filtro olio è un’operazione semplice se si sa esattamente come fare: ecco gli errori più frequenti e i consigli degli esperti per cambiare il filtro olio

11 agosto 2020 - 12:56

Cambiare il filtro olio motore riporta alla frequente domanda: si può sostituire solo il filtro o bisogna cambiare anche l’olio motore? Visto che il cambio olio fai da te è sempre più diffuso tra le operazioni di manutenzione auto, vediamo quali sono gli errori più frequenti nella sostituzione del filtro olio. Ecco i consigli degli esperti per la sostituzione del filtro olio metallico o della cartuccia di cellulosa.

QUANDO SERVE LA SOSTITUZIONE DEL FILTRO OLIO MOTORE

Quando è necessario sostituire il filtro olio motore? I casi in cui bisogna cambiare il filtro del lubrificante possono essere molteplici e non tutti necessariamente legati alla manutenzione ordinaria. Può capitare infatti di dover sostituire il filtro più volte per problemi alla turbina o per la spia olio accesa. Ma in genere il piano di manutenzione del Costruttore dell’auto è il principale riferimento per capire ogni quanti km va cambiato il filtro e con quale frequenza rispetto al cambio olio. Ovviamente, il conteggio dei km percorsi e dei mesi va fatto rispetto al precedente tagliando: cerate il talloncino nel vano motore o all’interno della porta lato guida. Considerato il costo irrisorio della maggior parte dei filtri, è diffuso il consiglio di sostituire anche il filtro olio motore più frequentemente di quanto consigliato dal Costruttore, soprattutto se si tratta di motori piuttosto prestazionali.

TAGLIANDO AUTO FAI DATE: COSA BISOGNA SAPERE

La sostituzione del filtro olio è un’operazione semplicissima per gli autoriparatori esperti ma nasconde molte insidie che possono farvi spendere solo soldi in più. Quindi, se non siete sicuri delle operazioni da fare sulla vostra auto e non potete smaltire correttamente olio esausto e ricambi, meglio rivolgersi in officina. Altrimenti, se vi piace sporcarvi le mani, ricordate comunque che una legge in Italia (122/1992) vieta gli interventi di manutenzione auto in fai da te. Lavorare sotto l’auto inoltre comporta la conoscenza dei rischi per la sicurezza: usate sempre solidi cavalletti a supporto dell’auto. Non il cric!

COME SOSTITUIRE IL FILTRO OLIO: ERRORI DA EVITARE E CONSIGLI

Dopo questa premessa vediamo subito gli errori più frequenti da non fare e i consigli di uno dei maggiori produttori di filtri per autoveicoli:

– Svitare il filtro olio solo dopo aver svuotato la coppa dell’olio motore. Sarà più facile se il motore è caldo poiché l’olio defluisce più facilmente dal foro di scolo;

– Se l’olio motore appare molto sporco è probabile che il filtro abbia raccolto un bel po’ d’impurità. Una precauzione ulteriore consiste nel versare mezzo litro di olio pulito dal bocchettone superiore e “lavare” la coppa olio dai residui di olio vecchio;

– Se il filtro a cartuccia metallico non si riesce a svitare a mano, meglio tentare con una chiave a tazza o a nastro apposite. Forare diametralmente il filtro con un cacciavite non sempre aiuta a svitarlo: se lo spessore della lamiera è sottile, si peggiora solo la situazione con anche il rischio di ferirsi;

– Se il filtro a cartuccia di cellulosa è incastrato, controllare che pezzetti di plastica o fermi del filtro vecchio non si stacchino durante l’operazione. Il rischio è che restino all’interno della tazza portafiltro ostruendo il corretto funzionamento;

– Pulire la flangia o sede del filtro olio metallico o il coperchio portafiltro in plastica se la cartuccia olio è di carta;

– Montare la nuova guarnizione O-ring del filtro (se a cartuccia) senza utilizzare alcun utensile metallico. Si può utilizzare un cacciavite piatto solo per togliere la vecchia guarnizione;

– Lubrificare la guarnizione O-ring o la guarnizione piatta della cartuccia metallico con olio nuovo;

– Inserire il nuovo filtro di cellulosa nel portafiltro senza premere eccessivamente per non danneggiare i dentini di ritenuta (se presenti). Basta fermarsi appena si sente un clic caratteristico e verificarne il bloccaggio;

Avvitare il filtro olio metallico senza esagerare con la forza, in genere il manuale del Costruttore consiglia di farlo anche a mano;

– Diversamente, il coperchio della cartuccia olio in cellulosa va serrato alla giusta coppia con una chiave dinamometrica. Farlo a occhio comporta il rischio frequente di spaccare il coperchio portafiltro di plastica;

– Dopo aver sostituito il filtro olio e rimesso olio nuovo, verificare il livello, avviare il motore al minimo, assicurarsi che non ci siano perdite e a motore freddo verificare nuovamente il livello. Attenti a non mettere troppo olio nel motore, come spieghiamo qui.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sensore MAF: cos’è e come funziona

Come conservare le gomme in garage con o senza cerchioni

Ammortizzatori auto: come funzionano e quando vanno sostituiti?