Veicoli connessi: il cloud di Volvo fa parlare le auto con i camion

Stessa lingua per veicoli diversi, il sistema di condivisione Volvo mette in comunicazione auto e camion per una maggiore sicurezza

8 maggio 2018 - 11:41

Auto e camion calcano ogni giorno le stesse strade, è giusto allora che condividano anche informazioni identiche, a maggior ragione se riguardanti pericoli e sicurezza. La collaborazione interna tra Volvo Car e Volvo Trucks porta il sistema Connected Safety sui camion, Volvo realizza l'idea di una connettività tra veicoli differenti e dimostra che può essere creata una comunicazione tra case indipendenti. Inizialmente il Connected Safety sarà introdotto nei mercati di Svezia e Norvegia, ma una maggiore diffusione porterebbe ad una riduzione di traffico e situazioni rischiose.

LA STESSA LINGUA Parliamo della comunicazione V2V, cioè da veicolo a veicolo, che consente di informare chi è nelle vicinanze di un pericolo, come ad esempio un incidente o un'auto ferma ai margini della strada. La consapevolezza di ciò che sta accadendo più avanti porta il conducente a prestare più attenzione o a modificare il proprio percorso per facilitare l'arrivo dei soccorsi; inoltre un corretto scambio di informazioni genera avvisi sul traffico e aiuta a decongestionarlo. Per mettere in contatto un veicolo con l'altro il Connected Safety di Volvo sfrutta la condivisione via cloud, un archivio di informazioni accessibile a chiunque utilizzi la stessa rete. Sulle auto del Marchio svedese è attivo dal 2016, precisamente è disponibile su tutti i nuovi modelli di Volvo XC60, Volvo XC90, Volvo XC40, Volvo S90, Volvo V60 e Volvo V90. Ma se i veicoli utilizzano sistemi differenti la comunicazione si complica (è uno dei principi su cui si basa l'alleanza per portare il Blockchain in auto), ed è il motivo che ha portato Volvo ad estendere anche ai camion il Connected Safety.

LA PAROLA AI CAMION È innegabile, la sicurezza per Volvo è una colonna portante, l'obiettivo è arrivare a zero vittime sulle loro auto entro il 2020, ma non hanno mai tralasciato l'argomento nemmeno relativamente alla divisione Trucks – qui il video del camion Volvo che salva un bambino. Attualmente i camion Volvo dispongono già dei principali ADAS moderni: Cruise Control Adattivo, Avviso di collisione con frenata di emergenza e Allerta al Conducente; a questi si aggiungerà già a partire dal 2018, ma solo in Svezia e Norvegia, lo stesso Connected Safety utilizzato per le auto. Il sistema sarà disponibile per i modelli Volvo FH16, Volvo FH, Volvo FM e Volvo FMX, ma presuppone la dotazione del sistema integrato per servizi e infotainment di Volvo Trucks. Non è un servizio offerto di serie purtroppo, ma va considerato che è ancora in fase di rodaggio e speriamo che presto lo sviluppo e nuove regolamentazioni intervengano come fatto per altri ADAS. (negli Usa si pensava ad una connettività di serie, ma Trump si è messo di traverso)

COME FUNZIONA Quando vengono attivate le luci di segnalazione, le “quattro frecce” per intenderci, il sistema Connected Safety invia dal veicolo un avviso al cloud attraverso il telefono dell'autista, il quale deve essere a sua volta connesso a internet; tutti i veicoli che sono nelle vicinanze e utilizzano il servizio cloud di Volvo Trucks o di Volvo Cars  riceveranno il segnale e potranno quindi comportarsi di conseguenza. Il sistema di cloud si amplierà successivamente con nuove funzionalità, ma già ora rappresenta un buon passo in avanti perché dimostra che due aziende differenti (anche se dello stesso Gruppo) possono scambiarsi in tempo reale informazioni utili alla sicurezza. Dalla stessa Volvo arriva l'invito: “Ci auguriamo che altri Costruttori aderiscano all'iniziativa”.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Coronavirus viaggiare in auto in Europa

Coronavirus: viaggiare in auto in Europa. Quali frontiere chiuse?

Metano Self Service: a rischio il rifornimento fai da te

Consumi e prezzi benzina – gasolio giù: fino a -26% da inizio 2020