Guida a sinistra

UK: guida autonoma legale sulle autostrade, ma le assicurazioni si oppongono

Guida autonoma legale dal 2021 in UK, ma le assicurazioni e Thatcham lanciano l’allarme sui rischi per la sicurezza in autostrada

26 ottobre 2020 - 17:00

Il Regno Unito ha in programma una novità sulla guida autonoma legale dal 2021, che considerando l’emergenza Coronavirus in corso, potrebbe anche slittare. L’associazione delle Imprese di Assicurazione inglesi però lancia l’allarme. Ecco le novità attese nel Regno Unito che spaventano le assicurazioni.

GUIDA AUTONOMA NEL REGNO UNITO: LE NOVITA’ DAL 2021

La guida autonoma è una realtà concreta sgusciata dai laboratori e dai centri di prova già da qualche anno. Ci sono molte differenze tra i vari livelli, da 0 a 5, della guida autonoma e ciò che le auto omologate possono realmente fare. Dal 2021, sulle autostrade inglesi saranno legali le auto a guida autonoma che controllano acceleratore, freno e volante fino a circa 112 km/h. Una scadenza che ha richiamato l’intervento dell’ABI (Association of British Insurers) e dell’istituto di ricerca indipendente Thatcham. L’esortazione unanime è impedire che i sistemi siano percepiti come dispositivi di guida automatizzata. Qualcosa che già in Germania ha riguardato anche l’Autopilot Tesla.

CONDUCENTI ANCORA PIU’ DISTRATTI DALLA GUIDA AUTONOMA

Come riporta TheGuardian, l’uso di sistemi automatici, secondo assicuratori e Thatcham spingerebbe i conducenti a togliere le mani dal volante. Il problema però deriva dal tempo di reazione nel caso l’auto richiami all’attenzione il guidatore. Un rischio emerso già in molti studi e confermato anche da un’indagine inglese. Secondo l’Associazione di Assicurazioni, occorrono 15 secondi affinché il conducente sia sufficientemente coinvolto per reagire per evitare un pericolo, a circa 500 metri di distanza in autostrada. I rischi d’altronde sarebbero legati all’impossibilità di controllare un cambio di corsia (azione concessa dal livello SAE 3 che però Audi ha deciso di non sviluppare più).

I LIMITI DELLA GUIDA AUTONOMA IN AUTOSTRADA SECONDO THATCHAM

L’impossibilità di riconoscere un segnale di corsia chiusa o una deviazione non permetterebbero al conducente di prendere i comandi in tempo ed evitare l’impatto. Thatcham ha affermato che nel 2019 ci sono stati 70 incidenti causati da auto che percorrevano una corsia chiusa e che le auto con mantenimento di corsia si fermerebbero causando un ulteriore pericolo. Nel test Euro NCAP dei sistemi di assistenza alla guida è emerso che non tutte le auto reagiscono allo stesso modo se il conducente ignora ripetutamente gli avvisi. Sulle auto che ottengono un punteggio di automazione basso, spesso il sistema si disattiva lasciando la vettura senza alcun controllo. Il Regno Unito si prepara a fare un passo verso il futuro della mobilità, dopo le autostrade intelligenti, ma gli esperti della sicurezza spingono affinché il miraggio dell’automazione non porti a un picco di incidenti per distrazione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Strisce blu Milano

Strisce blu Milano 2021: orari, tariffe e norme

Prezzi carburante: come trovare quelli più convenienti

Pressione gomme auto: come cambia quando fa caldo