Auto a Guida Autonoma nel mondo: i Paesi pro e contro la tecnologia

Tra i Paesi pro e contro le auto senza conducente l’Asia può avere un ruolo chiave: il sondaggio tra 15 Paesi sulle auto a guida autonoma nel mondo

19 maggio 2020 - 10:53

Le auto a guida autonoma sono la più grande trasformazione della mobilità cui non è facile dare una data certa. Da una parte l’incertezza normativa e dall’altra l’incertezza dei passeggeri nel mondo, che sulle auto a guida autonoma dovranno salirci. Ecco i Paesi che sono pro e contro la tecnologia di guida autonoma in un sondaggio mondiale sulla percezione delle auto a guida autonoma.

AUTO A GUIDA AUTONOMA NEL MONDO: NORME FERME AL LIVELLO SAE2+

Entro il 2040 le auto a guida autonoma potrebbero essere elettriche ma saranno sicuramente auto connesse. Definizioni altisonanti dell’auto che verrà, anche se non si sa ancora esattamente quando. Da un lato i maggiori Costruttori (Tesla, Volvo, Daimler, ecc) e Aziende di mobilità (Lyft, Amazon, Uber, Waymo, ecc.) continuano a testare i veicoli a guida autonoma su strada. Dall’altro i costi di ricerca e sviluppo della tecnologia iniziano a pesare sui bilanci: vedi l’annuncio di Audi sulla guida autonoma di livello 3. Un’evidenza di quanto le norme (mai arrivate) abbiano pesato sulla diffusione di un’autonomia non ritenuta sicura da tutti i Costruttori (Volvo in prima linea). Risultato? Gli sforzi saranno orientati al collaudo e ai test dei livelli SAE 4 e 5 e intanto si proverà a fare accettare la guida autonoma di livello 2+ al mercato, l’unica attualmente tollerata dalle norme. Ma cosa ne pensano della guida autonoma i Paesi pro e contro in giro per il mondo?

AUTO A GUIDA AUTONOMA NEL MONDO: IL SONDAGGIO

Il sondaggio sul grado di accettazione della guida autonoma nel mondo è stato realizzato da una delle maggiori aziende di analisi e ricerche di mercato. Per avere un quadro ampio dei Paesi pro e contro sulle auto senza conducente, l’indagine ha coinvolto circa 20.500 intervistati in 15 Paesi diversi. Tra le popolazioni più affascinate dall’idea di salire su un’auto a guida autonoma ci sono India e Cina, dove la quota a favore sfiora il 50%. Parallelamente è marginale anche il numero di persone che non salirebbero mai a bordo di un’auto senza conducente. Va precisato però che tra i due Paesi la Cina è maggiormente impegnata nei test su strada delle auto a guida autonoma rispetto all’India, dove invece la congestione stradale è legata a una regolamentazione della circolazione pressoché inesistente. Clicca sull’immagine per vederla a tutta larghezza.

AUTO A GUIDA AUTONOMA NEL MONDO: LA GERMANIA PIÙ’ TRADIZIONALISTA

Tra i Paesi del Continente europeo in Russia gli automobilisti si sono dichiarati più convinti degli altri. Ultimo tra tutti i Paesi del sondaggio è il Canada, dove gli automobilisti convinti sono solo il 18%, ma quelli contrari alla guida autonoma (24%) sono meno della Germania (31%). Paradossalmente il maggior numero degli automobilisti meno entusiasti sulla guida autonoma è proprio nel polo europeo dell’industria automotive. Entro il 2040 le stime prevedono che circa 1 auto su 10 tra quelle circolanti dovrebbe essere a guida autonoma, quando il costo di un’auto nuova sarà per oltre la metà dovuto all’elettronica dei sistemi di bordo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bere o soffiarsi il naso distrae come usare il cellulare alla guida

incentivi auto

Incentivi auto: bonus per l’acquisto di Euro 6 benzina e diesel

TDMS: il sistema che previene il 30% degli incidenti con gomme danneggiate