Renault-Nissan elettrica lowcost: la promessa di Ghosn da 8 mila dollari

La penetrazione nel mercato cinese per l'alleanza Renault Nissan passa per l'elettrico a basso costo, allo studio un modello a prezzi popolari

4 novembre 2016 - 10:00

Mantenere un posto al sole nell'ambito mercato cinese diventa sempre più difficili e le stringenti normative ambientali renderanno sempre più arduo il lavoro dei costruttori automobilistici, soprattutto per i brand stranieri. L'orientamento del Governo cinese è dichiaratamente a favore della mobilità eco-friendly e sta incentivando l'acquisto di veicoli ibridi ed elettrici. Strategicamente l'alleanza Renault Nissan, per mezzo del suo CEO Carlos Ghosn esordisce con una promessa che suona più come una sfida, un'auto elettrica da 8 mila dollari da vendere anche senza incentivi.

MODELLO CHIAVE PER SFONDARE IN CINA In occasione della conferenza New York Times Energy for Tomorrow il numero 1 dell'alleanza franco-nipponica Ghosn ha svelato di voler concentrare gli sforzi per potere offrire in Cina una vettura elettrica low cost; per il manager di origini brasiliane questo sarebbe un obiettivo strategico e il suo raggiungimento potrebbe realmente cambiare le sorti nella la partita per il mercato cinese. Nei programmi di Renault Nissan l'EV in questione avrà un prezzo oscillante tra i 7 e gli 8 mila dollari e lo si potrà acquistare a questa cifra anche senza le sovvenzioni governative (Scopri come il Governo Cinese supporta le auto elettriche).

VENDITE FIACCHE PER LA LEAF CINESE Attualmente in Cina viene commercializzata una variante della Nissan Leaf, denominata Venucia e30, ma il suo prezzo d'acquisto risulta essere ancora piuttosto elevato. L'elettrica viene infatti venduta a partire da 242.800 yuan, l'equivalente di 36.900 dollari USA. Secondo l'associazione cinese dei costruttori di automobili (CAAM) nel 2015 le immatricolazioni di questo modello sono state appena 1.273, un'inezia se raffrontata ai numeri colossali del mercato cinese e ai volumi di vendita, globali, generati dall'elettrica Leaf (Leggi come Nissan ha pensato di riciclare le batterie esauste delle auto elettriche).

FONDAMENTALE LA PARTNERSHIP CON DONGFENG L'argomento di una elettrica low cost per la Cina è stato già affrontato da Ghosn alla passata edizione del Salone di Pechino; in quella sede il CEO argomentò sulla necessità di un modello che rappresentasse un compromesso tra prezzo ed esigenze ambientali, anticipando quelle che saranno le politiche future: “Renault e Nissan continueranno a sviluppare modelli di alta qualità, ma stiamo anche lavorando con il partner Dongfeng per introdurre un modello a prezzi accessibili” (Sapevi che i cinesi stanno testando l'ibrido a bassa tensione?). Secondo indiscrezioni circolanti in rete, l'ipotetico modello low cost potrebbe derivare dalla più economica Renault Clio piuttosto che dalla Nissan Leaf.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Aste auto: gli errori da evitare alla ricerca dell’affare

Mascherine all’aperto e in auto

Mascherine all’aperto e in auto: quando finisce l’obbligo?

Gomme usate: è legale montarle sull’auto?