Pneumatici online: gli errori da non fare all’acquisto

Cosa bisogna sapere per comprare gli pneumatici online: i consigli per fare un acquisto sicuro e gli errori da evitare

17 giugno 2021 - 13:03

L’acquisto di pneumatici online è un modo sempre più diffuso per risparmiare sul cambio gomme. Un trend consistente come la tendenza degli automobilisti a preferire sempre di più gli pneumatici 4 stagioni al cambio gomme invernali-estive. Spesso però il vantaggio di spendere meno con gli pneumatici online espone a non pochi rischi ed errori di valutazione. Ecco perché abbiamo voluto raccogliere i consigli principali per comprare gomme online in modo sicuro.

ACQUISTO PNEUMATICI ONLINE E MONTAGGIO IN OFFICINA

Uno degli aspetti principali che si sottovaluta con l’acquisto delle gomme online riguarda il montaggio. Fino a qualche tempo fa era molto più semplice accordarsi con il gommista per montare pneumatici portati dal cliente. Le stesse gomme comprate online, per ovvi motivi di praticità di trasporto, si facevano consegnare direttamente all’officina, se il gommista era d’accordo. Oggi però è diventato più difficoltoso montare in officina pneumatici comprati online per i motivi che abbiamo spiegato in questo articolo. Inoltre gli stessi e-commerce più noti propongono l’acquisto di pneumatici online con montaggio incluso presso officine con cui instaurano collaborazioni. Questo dettaglio non di poco conto può fare davvero la differenza sul costo finale delle gomme comprate sul web.

PREVENTIVI PNEUMATICI ONLINE: COME FARE L’ACQUISTO

In base ai volumi di magazzino movimentati, la stessa officina ritaglia un suo margine dal costo degli pneumatici. Mentre montando gli pneumatici portati dal cliente si ritroverà anche a dover recuperare, stoccare e inviare allo smaltimento gli pneumatici fuori uso smontati. Si tratta ovviamente di un costo di gestione (le gomme ingombrano e devono essere stoccate in modo adeguato fino al ritiro dei consorzi organizzati). Mentre il costo di smaltimento è già pagato in origine all’acquisto degli pneumatici nuovi. Proprio la tracciabilità del pagamento del contributo PFU è uno dei motivi della stretta sugli pneumatici comprati online e montati in officina, almeno tra le officine associate a Federpneus. Quindi i consigli principali sono:

chiedere più preventivi a diversi gommisti, prima ancora di imbarcarsi nell’acquisto degli pneumatici online;

– solo dopo essere certi che il risparmio giustifica l’onere di mettersi le gomme in macchina e portarle all’installatore, valutare l’acquisto online, ma preferendo le gomme con montaggio incluso;

– Cosa più importante è farsi rilasciare dal venditore online la ricevuta/fattura in cui è esposto il pagamento del contributo PFU sulle gomme acquistate. In modo da poter mostrare all’installatore che la tassa di smaltimento è stata assolta, almeno dall’acquirente.

PNEUMATICI ONLINE: COSA BISOGNA SAPERE

Un altro errore molto diffuso con l’acquisto di pneumatici online riguarda la data di produzione, ritenuta diffusamente un criterio di valutazione della bontà delle gomme. Piuttosto ci sono altri dettagli a cui si dovrebbe prestare più attenzione per capire se il costo degli pneumatici online è davvero conveniente. Ad esempio:

– La Marca può dire poco e niente, mentre il Modello di pneumatico può farvi capire se state pagando meno una gomma nella versione precedente. Sicuramente sicura, ma potenzialmente meno performante di una versione più recente;

L’indice di velocità, che si può leggere attraverso una lettera sulla spalla della gomma, comporta un costo inferiore o maggiore. Ma attenzione, poiché può essere inferiore a quello sul libretto di circolazione solo per le gomme invernali e nel periodo invernale, come spiega questo articolo;

– Sulla durata delle gomme bisogna ricordare che se conservate e stoccate nel modo corretto in magazzino Non conta tanto il codice DOT, quanto l’invecchiamento delle gomme che inizia solo quando sono utilizzate su strada o se esposte ai raggi UV.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

RC auto neopatentati

RC auto: neopatentati pagano sempre il doppio, riforma flop?

Calibrazione ADAS errata: 1 solo grado manda l’auto fuori carreggiata

Ebike: come trasportare le bici più pesanti