Obbligo gomme invernali 2020: 10 consigli per evitare multe

Dal prossimo 15 novembre entrerà in vigore l'obbligo gomme invernali e si dovrà provvedere al cambio gomme. Ecco alcuni consigli per evitare multe

19 ottobre 2020 - 8:00

La stagione invernale bussa ormai alle porte e dal prossimo 15 novembre partirà l’obbligo gomme invernali 2020 (o catene a bordo) su alcune strade. Le Ordinanze invernali interessano i veicoli a motore che circolano al di fuori dei centri abitati, a eccezione di quei Comuni che estendono l’ordinanza anche sulle strade urbane. È arrivato quindi il momento di procedere al cambio gomme invernali e di stivare le catene nel bagagliaio. Vediamo quali sono le dritte per evitare multe durante la circolazione e scongiurare situazioni di potenziale pericolo.

Articolo aggiornato il 19 ottobre 2020 alle ore 8:00

1.QUANTO DURANO LE ORDINANZE INVERNALI?

Come abbiamo detto in apertura l’entrata in vigore delle Ordinanze invernali scatta dal 15 novembre, queste saranno valide fino al 15 aprile salvo casi particolari. Per zone con condizioni climatiche particolarmente rigide il periodo di validità potrà essere esteso. In realtà già dal 15 ottobre scorso era possibile provvedere al cambio gomme invernali grazie a una circolare del MIT ha autorizzato alla sostituzione anticipata (Leggi tutti i dettagli sul cambio gomme invernali).

2.QUALI GOMME INVERNALI SONO IN REGOLA: LE SIGLE

Gli pneumatici invernali sono riconoscibili dalle sigle impresse sul fianco della gomma stessa e devono essere presenti le sigle M+S (Mud + Snow, fango + neve) affinché la gomma possa essere considerata come “invernale” e quindi in regola con le Ordinanze. Alcuni pneumatici riportano anche il logo Snowflake, una montagna a tre cime sormontata da un fiocco di neve, si tratta di una ulteriore omologazione con specifici test su neve e ghiaccio. Meglio quindi preferire queste ultime, di fronte alle occasioni che propone il web, come la consegna gratuita offerta da giga-pneumatici.it. Il video qui sotto chiarisce ogni dubbio sulla differenza tra gomme invernali, gomme 4 stagioni e altri tipi.

3.QUANDO DIVENTANO EFFICACI LE GOMME INVERNALI

Le gomme invernali sono concepite per assicurare trazione e tenuta di strada sui fondi viscidi che è frequente percorrere nella stagione fredda. Inoltre con una copertura adeguata alla stagione gli spazi di frenata sono più brevi. Le gomme termiche diventano più performanti man mano che le temperature atmosferiche scendono, generalmente dai 10 gradi in giù (Qui trovi la guida alla scelta degli pneumatici invernali).

4.CODICE VELOCITÀ’ INFERIORE GOMME INVERNALI

Per ottemperare alle prescrizioni delle Ordinanze invernali è possibile scegliere gomme con un codice velocità inferiore a quello indicato dalla carta di circolazione e quindi solitamente più basso rispetto alle gomme estive. Il codice velocità minimo non deve comunque essere inferiore a Q (160 km/h). Qualora si decidesse per una gomma con codice velocità ridotta deve essere apposta un’etichetta nell’abitacolo come memorandum per il conducente.

5.ALL SEASON: ALTERNATIVA 4 STAGIONI

In commercio si trovano le gomme 4 stagioni o all’inglese “All Season”. Si tratta di coperture concepite per assicurare soddisfacenti performance durante tutto l’arco dell’anno. Se la gomma riporta sul fianco la sigla M+S questa risulta in regola con le prescrizioni delle Ordinanze invernali (Qui trovi il test TCS sulle gomme All Season).

6.MEGLIO MONTARE 4 GOMME UGUALI

Ai fini di legge è possibile montare un treno misto, a patto che venga rispettata omogeneità sullo stesso assale. Il Ministero dei Trasporti, logicamente, raccomanda d’installare un treno di gomme invernali completo, la massima sicurezza e performance su fondi scivolosi sono assicurate soltanto da 4 gomme invernali, con le quali avere condizioni di aderenza uniformi.

7.GOMME INVERNALI USATE MA SOLO SE IN ORDINE

Gran parte degli automobilisti interessati all’obbligo gomme invernali procedono a una diligente sostituzione delle gomme; leggi qui come conservare le gomme in garage. Quando arriva il momento di provvedere al cambio gomme invernali è opportuno controllare che siano in perfette condizioni, senza evidenti screpolature e battistrada residuo maggiore di 1.6 millimetri. Qualora si riconosca che la copertura è giunta alla fine del suo ciclo di vita la scelta più responsabile è quella di provvedere alla sua sostituzione. Il video qui sotto spiega come allungare la vita degli pneumatici.

8. OBBLIGO GOMME INVERNALI: PNEUMATICI O CATENE?

Per il Codice della Strada, art.122 del regolamento, gli pneumatici invernali e catene da neve sono equivalenti. Se ci si reca in località dove vige l’Ordinanza invernale saltuariamente, ad esempio nei weekend per sciare, si può optare per le catene, da tenere a portata di mano con un buon paio di guanti. Di contro se si vive e si circola in prevalenza in zone sottoposte all’obbligo di coperture termiche è decisamente più pratico il cambio gomme invernali per tutta la durata dell’ordinanza.

9.CALZE DA NEVE, CONTROVERSA ALTERNATIVA

Come alternativa a catene e gomme invernali vengono spesso proposte le cosiddette Calze da Neve. Si tratta di un dispositivo di aderenza realizzato con più strati di tessuto speciale e forniti di cinghie elastiche per il fissaggio. Le calze permettono di disimpegnare l’auto da una situazione difficile, quando le gomme perdono aderenza, e possono essere montate con rapidità. In Italia la situazione normativa a riguardo è controversa, come spieghiamo in questo articolo. Le calze andrebbero usate come le catene, quindi all’occorrenza, e in caso di controlli il loro uso non è sanzionato.

10.OBBLIGO GOMME INVERNALI: FINO A QUANDO?

Le Ordinanze invernali di norma cessano il loro effetto il 15 aprile, con un mese di proroga fino al 15 maggio. E’ sempre consigliato tornare alle gomme estive per motivi di sicurezza. Con l’innalzarsi delle temperature la mescola con la quale è realizzata una copertura invernale non assicura più la funzionalità con la quale è stata ideata poiché gli spazi di arresto si allungano in maniera evidente e l’usura del battistrada è molto rapida.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto elettriche 2020: i problemi più frequenti e su quali modelli

Blocco diesel Euro 4 nel 2021: il calendario delle regioni

Consumi auto Metano e GPL: come si calcolano?