Gomme estive strette o larghe? Cosa cambia in frenata e consumo di benzina

Meglio scegliere gomme estive strette o larghe? Ecco il test che spiega come cambiano sicurezza, comfort e costi passando da gomme da 15 a 18 pollici

25 maggio 2020 - 11:10

Sostituire gli pneumatici standard con quelli più larghi è molto frequente tra gli appassionati di motori. Non sempre però si approfondisce una domanda che tutti si chiedono: sono meglio le gomme estive strette o larghe? A una risposta tutt’altro che scontata, vi aiutiamo a chiarire cosa cambia montando gomme estive più larghe e ribassate passando da 15 a 18 pollici.

GOMME ESTIVE STRETTE O LARGHE: COSA CAMBIA

Prima di rispondere alle domande e sfatare i miti sulle gomme più strette o gomme più larghe, facciamo il punto sull’upgrade con pneumatici più grandi. Quando si possono montare pneumatici più grandi sulle auto comuni? I casi sono sostanzialmente due in Italia:

– Tutte le dimensioni alternative contemplate nel riquadro 3 del libretto di circolazione;

– Tutte le dimensioni previste dal Decreto Ruote, che stabilisce anche le modalità con cui fare l’upgrade (il fai da te non è permesso).

Montare gomme estive strette o larghe, non influenza solo l’aspetto estetico, ma anche l’aderenza, il comfort, la sicurezza, la durata e il consumo di benzina. Ecco perché con l’aiuto dell’ADAC sfatiamo i miti più diffusi quando si montano gomme più larghe e cosa cambia realmente alla guida. L’ADAC ha messo a confronto i risultati dei test sulle gomme estive degli ultimi anni, vediamo cosa cambia tra gomme estive strette e larghe da 15 a 18 pollici.

GOMME ESTIVE STRETTE O LARGHE: LA FRENATA SU ASCIUTTO

La larghezza fa rima con sicurezza: è da sempre il motivo per cui si montano gomme più larghe, ma sarà vero? Le gomme più larghe offrono una superficie di contatto più ampia rispetto alle gomme strette, inoltre la carcassa più rigida offre una migliore maneggevolezza. Numericamente questo si traduce, in media, in una frenata migliore su asciutto. Nel test di frenata da 100 km/h, le gomme estive più strette da 15 pollici (195 mm) si fermano dopo 38,8 metri, quasi 2 metri dopo le gomme da 18 pollici più larghe che si fermano a 36,7 m. Clicca sull’immagine per vederla a tutta larghezza.

GOMME ESTIVE STRETTE O LARGHE: GUIDA SU BAGNATO

Il paradigma sicurezza con le gomme estive più larghe però si inverte quando si guida su bagnato. In genere la larghezza offre migliore aderenza anche su asfalto bagnato, finché le gomme non iniziano a galleggiare per effetto dell’aquaplaning. Nei test dell’ADAC è emerso che le gomme estive più larghe (225/40 R18) tendono a perdere aderenza a una velocità, in media, inferiore di 10 km/h rispetto alle gomme più strette (195/65 R15). Guarda qui invece cosa cambia tra gomme invernali strette e largheClicca sull’immagine per vederla a tutta larghezza.

GOMME ESTIVE STRETTE O LARGHE: QUALI MIGLIORANO IL COMFORT

Tra le gomme estive strette o larghe quali sono più confortevoli? Un aspetto tra i più sottovalutati quando si montano le ruote più larghe è la capacità di assorbire le irregolarità della strada. Le gomme più strette, avendo un fianco più alto, sono gonfiate con più aria, che fa da cuscinetto filtrando le asperità. L’ADAC ha voluto mostrare realmente quanto cambia il comfort montando dei sensori sotto al sedile guida. Sulla stessa auto, la capacità ammortizzante delle gomme più larghe (225/40 R18) peggiora del 10%, rispetto alle gomme più strette del test da 15 pollici. Clicca sull’immagine per vederla a tutta larghezza.

GOMME ESTIVE STRETTE O LARGHE: QUANTI CHILOMETRI DURANO?

E veniamo alla domanda chiave che interessa la maggior parte degli automobilisti con l’acquisto di pneumatici: il costo. Ma ancora più importanti sono la durata delle gomme più larghe e il consumo di carburante. In media, montare gomme estive più larghe può avere un costo di circa 2000 euro, su un’auto di medie dimensioni (considerando anche i cerchi più grandi). Oltre all’investimento iniziale, chi vuole tenere a bada anche i costi di gestione di un’auto con gomme più larghe, troverà interessanti i risultati del confronto qui sotto. Se le gomme più larghe frenano prima su asciutto e bagnato, anche la durata delle gomme stive più larghe è maggiore. Nei test, le gomme estive più strette (195/65 R15) hanno raggiunto il limite 4 mila km prima delle gomme più larghe (225/40 R18). Di contro però il peso aumenta di 5 kg da 15 a 18 pollici. Anche il consumo di carburante aumenta: un battistrada più largo di 30 mm aumenta la resistenza al rotolamento e i consumi peggiorano di circa il 6%. Clicca sull’immagine per vederla a tutta larghezza.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trasformare un'auto in elettrica

Trasformare un’auto in elettrica: in arrivo un bonus del Governo

Parabrezza montato male: cosa succede in caso d’incidente?

Codice della Strada

Codice della Strada: attenti alle ‘bufale’ in rete