Hyundai presenta il climatizzatore auto che purifica l’aria e previene gli odori

Il climatizzatore Hyundai ha nuove funzioni contro i cattivi odori, controlla costantemente la qualità dell’aria nell’abitacolo e la purifica quando serve

29 luglio 2020 - 9:48

L’emergenza Coronavirus ha spinto molti Costruttori a trovare nuove soluzioni a bordo delle auto: Hyundai-Kia l’ha fatto con il climatizzatore che igienizza l’aria. Le novità del climatizzatore che previene i cattivi odori risiedono in tre nuove funzioni che saranno disponibili sui prossimi modelli del Gruppo.

COME FUNZIONA IL CLIMATIZZATORE HYUNDAI CHE PURIFICA L’ARIA

In piena pandemia Ford ha sviluppato un processo di igienizzazione termica automatico per le auto della Polizia USA. Hyundai-Kia invece ha ampliato le funzionalità del climatizzatore auto per rispondere all’esigenza sempre più frequente di igienizzare l’auto. Il funzionamento del climatizzatore che purifica l’aria e previene i problemi più frequenti si basa sulle funzioni “After-Blow”, “Multi-Air Mode” e “Fine Dust Indicator”. La tecnologia utilizza il sensore di carica della batteria (IBS) e smette di funzionare quando la batteria è scarica. Si disattiva anche quando il climatizzatore non viene utilizzato per un certo periodo di tempo o quando la temperatura esterna è bassa. Vediamo nel dettaglio cosa cambierà nelle funzioni del climatizzatore Hyundai.

IL CLIMATIZZATORE AUTO CONTRO I CATTIVI ODORI

La funzione “After-Blow” asciuga la condensa sull’evaporatore e previene la muffa nel sistema di condizionamento dell’aria che causa cattivi odori. La funzione “After-Blow” si attiva per 10 minuti per asciugare l’evaporatore e i residui di condensa nei condotti dell’aria. Il sistema di climatizzazione consente automaticamente l’afflusso di aria esterna durante il processo per impedire l’accumulo di umidità.

L’ARIA DEL CLIMATIZZATORE NON INVESTE I PASSEGGERI

La “Multi-Air Mode” utilizza più prese d’aria per il condizionamento e il riscaldamento per creare un ambiente più confortevole. Quando questa modalità è attivata, l’aria viene dispersa dalle bocchette di ventilazione aggiuntive alle normali prese d’aria. Il flusso d’aria rimane lo stesso, ma la dispersione riduce l’impatto sui passeggeri che non è sempre gradito. Questa modalità può essere attivata e disattivata in base alle preferenze del conducente.

IL CLIMATIZZATORE INTELLIGENTE MONITORA LA QUALITÀ DELL’ARIA

Il “Fine Dust Indicator” misura l’aria all’interno del veicolo e fornisce informazioni digitalizzate con la concentrazione e il livello d’inquinamento delle particelle ultrafini (PM 2.5). Il colore blu indica da 0 a 15 μg/m3, verde da 16 a 35 μg/m3, arancione da 36 a 75 μg/m3 e rosso da 76 μg/m3 in su. Se il livello di particelle ultrafini supera 36 μg/m3 la modalità di purificazione dell’aria si attiva automaticamente. Il sistema di purificazione dell’aria aumenta il flusso dell’aria tra 3 e 8 e passa alla modalità di ricircolo, attivando il sistema di climatizzazione per ridurre l’umidità. Se la qualità dell’aria non migliora il sistema fa da promemoria per il guidatore, ricordandogli di sostituire il filtro abitacolo, per pulire i sedili e i tappetini. Le tecnologie saranno introdotte prima su alcuni nuovi modelli in Corea e poi saranno disponibili sui modelli Hyundai, Kia e Genesis in tutto il mondo.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Google Maps: arriva l’aggiornamento per Apple CarPlay

Test gomme quattro stagioni 2020

Sygic Travel

Italiani in viaggio: il 71% fa le vacanze con la propria auto