Mercato auto Italia: novembre a +8,7% , le aziende trainano le vendite

Gli ultimi mesi disponibili per ottenere gli sgravi del superammortamento rendono più vitale il mercato, sempre bene FCA e le ibride crescono

2 dicembre 2016 - 10:03

Il mese di novembre si è appena concluso e arrivano freschi di stampa i dati UNRAE relativi alle immatricolazioni di nuove auto sul territorio italiano. Scorrendo le statistiche apprendiamo che anche durante l'ultimo mese le vendite sono cresciute, segnando il 30° mese consecutivo chiuso con un segno positivo. Ma si tratta di una crescita ridotta rispetto l'andamento del 2016 e pari al +8.7% rispetto al novembre 2015. Il trend di consistente crescita che ha spinto le immatricolazioni potrebbe perdere abbrivio soprattutto in vista della fine dell'anno e spegnersi già dai primi mesi del 2017 per la fine del superammortamento fiscale.

LE PARTITE IVA TRAINANO IL MERCATO In novembre sono state immatricolate 145.835 vetture e come abbiamo detto in apertura la cifra si traduce in un incremento del 8,7% rispetto lo stesso periodo dello scorso anno quando ne furono immatricolate 134.790. Rispetto ai mesi scorsi è evidente un rallentamento della crescita su base mensile, ma nel computo da gennaio a novembre la crescita registrata è del 16.5%, con 1.699.944 unità, rispetto ai primi mesi del 2015 quando ne vennero vendute complessivamente 1.459.029. A trainare le vendite, come dichiara Massimo Nordio, Presidente dell'UNRAE, sono le società e i soggetti con partita IVA che fanno registrare un +28%; molti di questi soggetti hanno anticipato l'acquisto di nuovi veicoli per approfittare degli ultimi mesi dei benefici fiscali offerti dal Governo (Scopri quali erano le previsioni degli analisti per il mercato 2016).

MERCATO IN REHAB DA GENNAIO PROSSIMO Una spinta finale per mettere in cassaforte il superammortamento si tradurrà con molta probabilità in una flessione delle vendite nei primi mesi del 2017 e il mercato si assesterà su un andamento più realistico e non dopato dagli sgravi fiscali così consistenti (Leggi l'andamento del mercato auto Italia dello scorso mese). Dovrebbe invece mantenersi stabile il trend delle vendite a privati, in novembre queste sono cresciute del 5.2% rispetto al 2015 quando la percentuale di crescita si assestò a +25%. Nel cumulato dall'inizio dell'anno la crescita è pari al 13.3%, mentre sul totale del mercato gli acquisti dei privati perdono l'1,6% bloccando la quota al 61.6%.

FCA TIENE ANCORA BANCO, BENE LE IBRIDE Tra i brand automobilistici FCA continua a veleggiare con il vento a favore, tutti i marchi del Gruppo continuano a crescere, Alfa Romeo a +35,65% e Jeep a +27,49 volano letteralmente, Fiat a +7,79% e Lancia a +2,31% continuano comunque a registrare segni positivi. Numeri soddisfacenti anche per i luxury brand Ferrari e Maserati, i quali incorniciano a novembre, rispettivamente, un +38,89% e un +156,98%. Ottima salute dimostra di godere il Diesel con una crescita del 12,5% e sembra sbocciare il mercato delle motorizzazioni ibride il quale registra una crescita (Sai quali auto ecologiche sono in finale per il Green Car of the Year 2017?), sempre rispetto al novembre dello scorso anno, del 36,3%.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Move-In Emilia Romagna

Move-In Emilia Romagna: come funziona dal 1° gennaio 2023

Traffico 10 e 11 dicembre 2022: previsioni rientro dal Ponte

Conseguire la patente: un lavoro in team