Mercato auto Italia: ottobre a +9,7% si continua a volare

La spinta delle politiche fiscali continua a incidere positivamente sul mercato italiano, si registra il 29° mese di crescita consecutiva

3 novembre 2016 - 8:56

Il mercato dell'auto a ottobre si conclude con un segno positivo e per pochi punti non registra la crescita in doppia cifra raggiunta ad agosto e settembre. Le immatricolazioni del mese appena conclusosi sono 146.632 e il trend di crescita del 2016 viene ulteriormente confermato. La spinta delle politiche fiscali e del superammortamento continua a dare vigore alle vendite le quali, per il mese in questione, non raggiungevano tali livelli dall'ormai lontano 2009. Rispetto a ottobre 2015 la crescita è del 9,7% portando a 1.553.394 il computo annuale delle immatricolazioni.

29° MESE DI CRESCITA CONSECUTIVA Arriva a 29 il conteggio dei mesi consecutivi nei quali il mercato dell'auto in Italia registra una crescita continua (Leggi immatricolazioni di settembre a +17,4%); pur con un giorno lavorativo in meno rispetto allo scorso anno, anche il mese di ottobre si chiude con una crescita più che soddisfacente, soddisfazione espressa dalle parole del Presidente ANFIA Aurelio Nervo: “I livelli di immatricolazioni non erano così alti, per questo mese, dal 2009, quando superarono le 196.000 unità. Si tratta del ventinovesimo incremento mensile consecutivo per il mercato italiano, a due mesi di distanza dalla fine dell'anno in corso”. Nervo sottolinea inoltre che il giorno lavorativo in meno, 21 contro i 22 dello scorso anno, possa essere responsabile del non superamento della soglia del 10%.

FCA A VELE PIU' CHE GONFIE Anche ad ottobre i marchi FCA si confermano tra i preferiti dagli utenti italiani e la inossidabile Fiat Panda mantiene il posto di capolista delle auto a benzina più vendute con 11.655 esemplari venduti in ottobre e 122.810 da gennaio 2016. Sempre un modello Fiat, la 500 X, occupa il primo gradino della classifica dei diesel più acquistati. I brand commerciali del gruppo italo-americano registrano crescite considerevoli: Fiat a +6,5%, Alfa Romeo a +31,3&, Lancia/Chrysler a +29,8% e Jeep a 31,9%. Complessivamente i marchi FCA hanno venduto 449.780 veicoli dall'inizio dell'anno, pari a una quota di mercato del 28,9% (28,3% nel 2015); crescono anche i luxury brand Ferrari e Maserati, rispettivamente a +10,5% e +115,4%. Nelle preferenze degli utenti la tipologia SUV compatto continua ad essere una delle preferite, la top ten dei diesel conta infatti 5 modelli, la già citata Fiat 500 X, la Jeep Renegade (Sapevi che la Jeep Renegade è costruita in Italia?), la Nissan Qashqai, VW Tiguan e la Hyundai Tucson.

CRESCE LA FIDUCIA DELLE IMPRESE COSI' COME I PREZZI ALLA POMPA Secondo l'ISTAT l'indice del clima di fiducia dei consumatori continua a scendere, seppur in maniera lieve, passando da 108.6 a 108. Ringalluzzite probabilmente dalle agevolazioni fiscali, le imprese si mostrano positive, con il loro indice composito del clima di fiducia che cresce da 101,2 a 102,4 (Leggi le previsioni del mercato 2016 sembrano più che azzeccate). In ottobre i prezzi dei carburanti hanno subito rialzi congiunturali, benzina a +1% e gasolio a +1,3%, i quali, su base annua azzerano la flessione registrata a settembre per la benzina e ridimensionano la flessione tendenziale del gasolio. Anche gli altri carburanti vengono venduti a un prezzo maggiorato dello 0,5% a livello congiunturale, per effetto del rialzo del GPL, e si attenua il calo tendenziale a -4.3% dal -5.8% di settembre.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Top Employers: le migliori aziende automotive in Italia 2022

Mustang Mach-e: come non rimorchiarla in caso di panne

Green Pass per fare benzina

Green Pass per fare benzina? Cosa prevede il DPCM 21/1/2022