L'Alfa Romeo Giulia sarà solo Turbo. I primi dettagli sulla gamma motori

Sarà lanciata con il 2.2 diesel l'Alfa Giulia "normale? che avrà molti motori ad alte prestazioni. Ecco le prime indiscrezioni sulla gamma

25 settembre 2015 - 12:48

La nuova Alfa Romeo Giulia in versione “normale” era molto attesa al Salone di Francoforte, ma la Casa del Biscione ha deciso di portare in Germania ancora soltanto la “mostruosa” Quadrifoglio. Ad ogni modo il resto della gamma verrà presentato ufficialmente al prossimo Salone di Ginevra, ma grazie ad alcune “voci sicure” siamo in grado di svelarvi tutti i propulsori benzina e diesel scelti da Alfa Romeo per equipaggiare la Giulia “moderata” ma comunque sempre vivace.

HA UN ANIMO SPORTIVO – Non si può contraddire Marchionne, che lo aveva anzitempo annunciato: “le Alfa Romeo del futuro saranno automobili sportive, in tutto”. Così, puntando forte sul modello Giulia (che sta riscuotendo molto successo anche all'estero), simbolo della rinascita del Marchio italiano, ha deciso di presentarla immediatamente nella versione top, la più “cattiva”, la più sportiva: la Qudrifoglio è un capolavoro in senso assoluto, con una meccanica molto interessante, una potenza impressionante e rappresenta un mix “giusto” di assemblaggio ingegneristico, ne è un esempio il “super tempone” fatto registrare al Nurburgring. Il suo motore, il 2,9 litri V6 da 510 Cv basta, da solo, per rappresentare la brutalità che questo modello vuole esprimere; tutti però (appassionati e addetti ai lavori) aspettano di vedere il resto della gamma, quella “normale”, più “tranquilla”. A Francoforte l'Alfa Romeo l'ha tenuta ancora nascosta (l'attesa crea curiosità), ma Ginevra la svelerà al mondo intero; ad ogni modo, il magazine Autoevolution, citando una fonte ritenuta attendibile, ha rilasciato nuove indiscrezioni dettagliate in merito ai motori che andranno a comporre il listino della nuova Giulia…e si scopre che anche quella meno “pompata”, ha un animo vivace!

I MOTORI BENZINA – Tutta la gamma benzina della Giulia (già molto rispettata dalla concorrenza) avrà come nucleo un motore di 2.0 litri declinato in diverse potenze (probabilmente tre). La versione “entry level” disporrà di una potenza massima di 178 Cv, non male per una versione “base”, che comunque consentirà performance importanti. Poco più in alto e sempre con lo stesso propulsore, si potrà guidare la Giulia con 250 Cv, mentre la potenza “top”, seconda solo alla sportivissima Quadrifoglio, si potrà avere con lo stesso 2.0 litri ma con una potenza di 326 Cv.  Non abbiamo ancora indicazioni precise e quindi ufficiali in merito ai prezzi, ma si vocifera che la Giulia “normale” potrebbe avere un listino base tra i 30.000 Euro e i 33.000 Euro. Bisogna altresì considerare che la Quadrifoglio sarà commercializzata con un listino di partenza di 77.000 Euro, mentre di questa la versione “full” costerà più di 90 mila Euro.

I MOTORI DIESEL – Passiamo a rassegna l'altra sezione del listino motori della Giulia, ovvero quella capeggiata dai propulsori diesel, importantissimi soprattutto per il mercato europeo. Dovrebbero essere due le unità a gasolio; quella di accesso alla gamma prevede un inedito quattro cilindri turbodiesel da 2.2 litri e declinato in tre differenti step di potenza. Gli uomini Alfa Romeo hanno precisato che per le sue caratteristiche si allontana dal 2.2 litri MultiJet prodotto nello stabilimento di Pratola Serra e da pochi mesi disponibile su alcune vetture di FCA, come ad esempio la Jeep Cherokee (con potenze di 185 Cv e 200 Cv). La versione d'accesso alla gamma dovrebbe avere una potenza massima di 133 Cv mentre il modello “di mezzo” dovrebbe garantire una potenza di 178 Cv. Massima espressione di questo 2.2 litri è la declinazione più potente, capace di raggiungere quota 207 Cv. Per innalzare l'asticella delle performance, allora si dovrà scegliere la seconda unità, rappresentata da un 3.0 litri V6 biturbo in grado di erogare una potenza massima di 335 Cv. In primavera, quando la Giulia si affaccerà sul mercato, probabilmente potrà essere acquistata solo con il 2.2 litri diesel nelle tre potenze, oltre chiaramente in versione Quadrifoglio. La gamma benzina e il 3.0 litri V6 biturbo  da 335 Cv verranno poi introdotti nel corso del 2016.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Cassazione riconsegna auto difettosa

Cassazione: riconsegna auto difettosa, va valutata la perdita di valore

Un minorenne può guidare l'auto per stato di necessità

Un minorenne può guidare l’auto per stato di necessità?

Chiamata di emergenza eCall: i sistemi di serie rallentano i soccorsi