Gomme più vendute in Europa: la Top5 dei maggiori Produttori al 2018

Tante marche e sottomarche di pneumatici sono collegate tra loro, ecco i cinque maggiori produttori di gomme in Europa al 2018 e dove vengono prodotte

27 febbraio 2018 - 12:11

L'acquisto di pneumatici nuovi è un rito per molti automobilisti che prescinde dal cercare il prodotto più conveniente al prezzo più basso poiché la qualità e la sicurezza di guida sono fattori sempre più determinanti. Ma quali sono le gomme più vendute in Europa per marche e dove vengono prodotte? Visto che non sempre è facile individuare tutte le marche e le sottomarche di pneumatici legati da parentele ai principali produttori più noti guarda qui l'infografica, e approfondisci di seguito la classifica dei cinque maggiori produttori di gomme in Europa al 2018.

DOVE VENGONO PRODOTTE E SVILUPPATE LE GOMME IN EUROPA Il parco auto europeo è cresciuto dal 2010 al 2016 con un trend continuo che ha portato da 305 milioni a 329 milioni il numero di auto. Le previsioni proposte da ETRMA (l'Associazione Europea di Produttori di Gomma e Pneumatici) parlano di un salto al 2018 a 334 milioni di auto che diventerebbero 342 milioni nel 2020 e poi 349 milioni le auto nel 2022. E a tutte queste auto, che siano elettriche ibride, ad acqua o ad aria serviranno sempre almeno 4 pneumatici possibilmente tecnologici e innovativi per ridurre le emissioni. Una richiesta che vede sempre di più i principali produttori di gomme testare pneumatici ottenuti dalle piante (qui facciamo il punto della situazione sulle gomme ecologiche con Pirelli) o soluzioni innovative come l'aramide, guarda in questo video a cosa serve negli pneumatici. Ma quali sono i principali Produttori di gomme in Europa e quali gli pneumatici più venduti al 2018? Ce lo dice un report dell'ETRMA che può contare sui dati 2017 dei membri presenti in Europa in totale con 86 stabilimenti produttivi, 16 centri di ricerca e sviluppo e 11 Sedi Amministrative.

1. BRIDGESTONE E' Bridgestone il primo produttore per pneumatici venduti in Europa. La sua presenza produttiva infatti conta su 10 impianti produttivi (2 in Polonia, 1 in Ungheria, 1 in Italia , 3 in Spagna, 2 in Francia, 1 in Belgio) e un centro prove a Roma l'European Proving Ground Bridgestone di Aprilia  dove abbiamo testato in anteprima le nuove Bridgestone Turanza T005, mentre il Quartier Generale è in Giappone. Nel 2016 ha messo su un fatturato di 22,412 milioni di euro, sebbene in diminuzione dell'8% rispetto all'anno precedente gli ha permesso di occupare stabilmente la prima posizione tra i maggiori produttori in Europa.

2. MICHELIN Al secondo posto troviamo Michelin che in Europa ha 3 impianti nel Regno Unito, 5 in Germania, 1 in Polonia, 2 in Romania, 1 in Serbia, 2 in Ungheria, 2 in Italia, 4 in Spagna, 9 in Francia. I 2 centri R&D Michelin sono localizzati in Francia e Spagna mentre come è facile immaginare l'HQ è storicamente radicato in Francia. Con un fatturato in calo nel 2016 del solo 1% rispetto all'anno precedente si posiziona al secondo posto con 20,489 milioni di euro.

3. GOODYEAR-DUNLOP Il costruttore americano Goodyear-Dunlop ha 1 impianto in Olanda, 5 in Germania, 1 in Polonia, 2 in Turchia, 1 in Slovenia, 3 in Francia, 1 in Lussemburgo. I 2 Centri R&D Goodyear sono invece in Lussemburgo e Germania, mentre la sede è negli USA. Il 2016 per Goodyear-Dunlop si è chiuso con un fatturato in discesa del 5% rispetto all'anno precedente a 14,380 milioni di euro che non ha influenzato la sua posizione rispetto al 2015.

4. CONTINENTAL La struttura organizzativa di Continental conta 1 impianto in Francia, 1 in Portogallo, 1 in Slovacchia, 3 in Germania, 1 in Repubblica Ceca, 1 in Romania. Il Centro R&D e il Quartier Generale Continental sono entrambi in Germania. Tra i 5 maggiori produttori di pneumatici Continental è l'unico ad aver registrato nel 2016 un fatturato in crescita del 3% a 10,717 milioni di euro rispetto all'anno precedente.

5. PIRELLI Il produttore di pneumatici italiano ha dispiegati in Europa 2 stabilimenti nel Regno Unito, 1 in Germania, 1 in Romania, 1 in Turchia, 2 in Italia. I centri R&D Pirelli sono i più numerosi in Europa e si trovano in Romania, Germania, Italia, Regno Unito e Turchia, mentre il Quartier Generale a Milano. Stabilmente in quinta posizione Pirelli ha fatto registrare un fatturato di 6,056 milioni di euro nel 2016 con calo del 4% rispetto al 2015, variazione che come per tutti gli altri non ha cambiato le posizioni nella Top5 dei maggiori produttori di pneumatici in Europa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Auto senza assicurazione cosa si rischia

Codice della Strada: la mini riforma slitta al 2020

Black Friday 2019: le offerte FCA durano fino al 2 dicembre

Auto usate certificate: brumbrum apre la prima fabbrica della qualità