Fiat fuori dall'Europa? Marchionne parla del futuro di FCA

Al Salone di Ginevra 2018 Marchionne anticipa il piano FCA: la Fiat Punto non si farà mentre saranno 500, Alfa Romeo e Jeep i main brand per l'Europa

7 marzo 2018 - 9:52

Una delle conferenze stampa più attese del Salone di Ginevra 2018 è stata sicuramente quella di FCA con le dichiarazioni del CEO Sergio Marchionne che, se ha saputo glissare abilmente le domande dei giornalisti, rimandando alla presentazione del piano industriale del Gruppo al prossimo 1 giugno 2018, ha anche lasciato trapelare inaspettate informazioni sul futuro del marchio Fiat in Europa. La punta di diamante del mercato – la Punto – che per decenni ha accompagnato le famiglie italiane non si farà più, mentre saranno destinati maggiori investimenti ai Brand che secondo il CEO meritano di esprimere il loro potenziale. Ecco quali cambiamenti sono attesi per Fiat-Chrysler in Europa dalle dichiarazioni di Marchionne al Salone di Ginevra 2018.

LA PUNTO NON SI CHIAMERA' COSI', PANDA E 500 RESTANO La notizia che ha lasciato tutti i bocca aperta dopo le dichiarazioni di Sergio Marchionne a Ginevra 2018 (guarda qui le novità FCA al Salone di Ginevra 2018) è che con ogni probabilità la Punto non sarà nei piani di FCA, o se ci farà un segmento B di rimpiazzo non si chiamerà Punto. Tutt'altro destino invece avrà la 500 che più che un modello è ormai un autentico sub-brand, Fiat capace di difendere la testa della classifica delle vendite in Italia insieme alla Fiat Panda (vedi qui quali sono le auto più vendute in Italia a febbraio 2018) che invece hanno un futuro assicurato nella sfera di Marchionne.

FIAT SEMPRE PIU' LATINA “Si tratta di una questione di rilevanza del brand sul mercato un po' com'è stato per Lancia. La Fiat però avrà un ruolo importante in America Latina”, con queste parole il CEO FCA Sergio Marchionne ha lasciato intendere che in Europa Fiat avrà una rilevanza minore rispetto ad Alfa Romeo (su cui Marchionne ha investito molte risorse, leggi qui dell'Alfa Romeo Giulia), Jeep (attualmente il Brand del planetario FCA che continua a macinare vendite con trend a 2 cifre) e Maserati che con l'Alfa condividerà molti componenti e un SUV di segmento minore rispetto alla Levante.

I MODELLI 3 PORTE NON SONO PROFITTEVOLI Ovviamente per chi non punta alla sportività e al lusso dei marchi Maserati, Jeep e Alfa Romeo ci saranno valide alternative alla Punto destinata al pensionamento (chi la compra ora può avere ottimi sconti ma la dotazione più scarsa ha avuto effetti nei crash test , leggi qui). “Abbiamo la fortuna di avere un paio di buoni modelli che secondo me sono il futuro del marchio, a cominciare dalla 500 con le sue estensioni. – ha spiegato Marchionne – Ne saprete di più quando presenteremo il piano a giugno. La 500 sarà il motore della Fiat in Europa”. E poi parla anche del futuro dei modelli 3 porte lasciando intuire che anche l'Alfa Romeo MiTo che condivide il pianale con la Grande Punto sarà molto diversa. Resta aggiornato su tutte le novità al Salone di Ginevra 2018.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Richiami auto: negli USA il 44% dei difetti ha oltre 10 anni

Tesla cancella le versioni economiche e alza il prezzo dell’Autopilot

Vacanze coi fiocchi 2019: la sicurezza stradale passa per la cura dell’auto