Incidente per strada ghiacciata

Incidente per strada ghiacciata: l’ente gestore è responsabile?

Nell'eventualità di un incidente per strada ghiacciata, l’ente gestore è responsabile? Vediamo come ha risposto la Corte di Cassazione con una recente sentenza

4 settembre 2020 - 14:00

In caso di incidente causato dalla strada ghiacciata, l’ente gestore o proprietario, come il Comune, la Provincia, l’ANAS, ecc., è responsabile del sinistro? La risposta è sì: nonostante la presenza del ghiaccio sia dovuta a un evento naturale e non alla cattiva manutenzione del manto stradale, l’ente titolare ha il dovere di intervenire tempestivamente per liberare la strada e garantire la sicurezza della circolazione. L’ente può sfuggire dalle sue responsabilità solo se dimostra l’imprevedibilità dell’evento o la condotta imprudente e negligente del danneggiato. Così ha deciso di recente la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 18079/2020.

IL CODICE DELLA STRADA SULLE RESPONSABILITÀ DEGLI ENTI PROPRIETARI O GESTORI

Nello specifico la Suprema Corte è stata chiamata a pronunciarsi sul caso di un incidente mortale avvenuto in un tratto di strada ghiacciata su cui il Comune non aveva sparso il sale da oltre 10 giorni, contravvenendo in questo modo ai dettami dell’articolo 14 comma 1 del Codice della Strada, secondo cui “gli enti proprietari delle strade, allo scopo di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, provvedono alla manutenzione, gestione e pulizia delle strade, delle loro pertinenze e arredo, nonché delle attrezzature, impianti e servizi; al controllo tecnico dell’efficienza delle strade e relative pertinenze; alla apposizione e manutenzione della segnaletica prescritta”. Il comma 3 ricorda poi che “per le strade in concessione i poteri e i compiti dell’ente proprietario della strada sono esercitati dal concessionario”.

INCIDENTE PER STRADA GHIACCIATA: RESPONSABILITÀ DELL’ENTE GESTORE

Condannando il Comune al risarcimento del danno la Cassazione ha ribadito le responsabilità degli enti che possiedono o gestiscono le strade. Precisando tra le altre cose che l’ampia estensione di territorio da controllare, che sembrerebbe in effetti non consentire un’immediata e diretta verifica dell’intera superficie, non è comunque un motivo valido per omettere un tempestivo intervento di pulizia e manutenzione. Anche perché è normale che durante la stagione invernale il ghiaccio si formi più facilmente, specie nelle zone più fredde, pertanto non è possibile neppure appellarsi all’imprevedibilità dell’evento. Al contrario una simile circostanza dovrebbe suggerire una maggiore diligenza da parte dell’ente titolare della strada, mettendo in atto tutti gli strumenti utili per tenere sotto controllo l’asfalto.

INCIDENTE PER STRADA GHIACCIATA: IL DANNEGGIATO DEVE DIMOSTRARE IL RAPPORTO CAUSA-EFFETTO

In ogni caso è giusto precisare che in un incidente per strada ghiacciata il risarcimento a favore del danneggiato non è così automatico, perché spetta a quest’ultimo dimostrare l’esistenza dell’insidia riscontrata sulla strada e il rapporto di causa-effetto (ossia che a determinare il sinistro sia stata proprio la presenza di ghiaccio lasciata colpevolmente dall’ente proprietario/gestore). Deve quindi fornire tutti gli elementi utili a suo vantaggio come foto dello stato dei luoghi, eventuale verbale delle autorità intervenute, testimoni (se presenti), referto del carrozziere, ecc.

INCIDENTE PER GHIACCIO SU STRADA: QUANDO L’ENTE NON È COLPEVOLE

Da parte sua, invece, il Comune o altro ente può trarsi d’impaccio solo provando l’imprevedibilità dell’evento (ad esempio se la lastra di ghiaccio si è formata nelle ore immediatamente anteriori al sinistro, così da non avere il tempo materiale per rimuoverla) o la condotta negligente dell’automobilista (se p.es. viaggiava a una velocità non idonea alle condizioni della strada oppure senza catene o con pneumatici non regolamentari). Nella vicenda presa in esame dalla Cassazione il Comune ha subito la condanna in quanto i giudici hanno dimostrato che a provocare lo sbandamento e l’uscita di strada del conducente, con conseguente decesso, è stato proprio il difetto di manutenzione dell’asfalto.

Clicca su questo link per scaricare e leggere la sentenza integrale della Sesta sezione civile della Corte di Cassazione n. 18079 che ha disposto sulla responsabilità dei sinistri per ghiaccio su strada.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Mini Cooper 2021: vince facile nel test dell’alce, ma a quale prezzo?

Auto di proprietà: in Italia ce ne sono 663 ogni 1000 abitanti

Esami patente e lezioni in zona rossa

Patente e proroga Covid: nuove scadenze al 2022