Guidare in Bulgaria: limiti, norme e consigli

In alcuni periodi è obbligatorio viaggiare con le luci accese di giorno, questa e altre norme da sapere per guidare in Bulgaria e non prendere multe

29 agosto 2022 - 9:00

Eccoci a una nuova tappa del nostro viaggio alla scoperta delle peculiarità e curiosità dei codici della strada in Europa. Gran parte degli Stati membri si è grosso modo uniformata a una linea comune, ma alcuni mantengono delle caratteristiche uniche e conoscerle, qualora si presentasse l’occasione di visitarli, può mettere al riparo da multe o da problemi più gravi. Oggi scopriremo come guidare in Bulgaria in sicurezza e in regola con le prescrizioni del codice stradale, chiarendo limiti, norme e divieti più frequenti.

Aggiornamento del 29 agosto 2022: le nuove regole sul Green Pass per i viaggi in Bulgaria

LIMITI DI VELOCITÀ IN BULGARIA

I limiti di velocità bulgari sono pressoché simili se non identici a quelli italiani e di molti altri Paesi della UE:

– nei centri urbani, a eccezione di tratti stradali ove vige un limite più basso, la velocità massima è di 50 km/h;

– sulle strade extraurbane il limite di velocità ammesso è di 90 km/h;

– mentre sulle autostrade si può viaggiare fino a 130 km/h.

GUIDARE IN BULGARIA SOTTO L’EFFETTO DELL’ ALCOL

In Bulgaria vige il limite di alcol tollerato alla guida di 0.5 g/l. Gli automobilisti, siano essi residenti o stranieri, i quali siano sospettati di essere in stato di ebbrezza devono obbligatoriamente sottoporsi all’alcool test nei controlli stradali. Qualora l’esito del test risulti positivo il guidatore dovrà fare le analisi del sangue.

GUIDA IN BULGARIA SOTTO L’EFFETTO DI DROGHE 

In Bulgaria c’è tolleranza zero per la guida sotto effetto di stupefacenti. Le pene sono particolarmente severe qualora, durante un controllo, emerga il possesso o l’assunzione di droghe. Le analisi del sangue nei soggetti trovati in stato d’ebbrezza sono richieste anche per appurare l’eventuale presenza di stupefacenti o altre sostanze proibite.

MULTA PRESA IN BULGARIA

Come avviene in numerose nazioni della UE anche in Bulgaria è previsto il pagamento delle multe alla Polizia contestualmente alla loro elevazione. È sempre consigliato in questi casi richiedere il rilascio di una ricevuta attestante il saldo della multa. Per quanto riguarda il parcheggio in sosta vietata è bene sapere che è prevista l’applicazione delle ganasce alle ruote.

CINTURE DI SICUREZZA E SEGGIOLINI IN BULGARIA

In Bulgaria l’uso delle cinture di sicurezza è obbligatorio per tutti gli occupanti di una vettura. Sui sedili anteriori di un’auto non può prendere posto un minore di 12 anni. Mentre i bambini fino a 3 anni devono essere assicurati a seggiolini omologati idonei alla loro corporatura, se più grandi è obbligatorio utilizzare gli appositi rialzi e le cinture di sicurezza dell’auto.

VIAGGIARE CON ANIMALI IN BULGARIA

Guidare in Bulgaria con animali domestici provenienti da altri Paesi è subordinato al possesso del Passaporto Europeo per animali rilasciato dalle autorità veterinarie. Questo deve riportare indicazioni circa la vaccinazione antirabbica. Gli animali devono avere anche un microchip elettronico o un tatuaggio leggibile, applicato prima del 3 luglio 2011, con lo stesso codice riportato nel passaporto.

ULTERIORI MISURE DI SICUREZZA IN BULGARIA

La dotazione di sicurezza obbligatoria per circolare in Bulgaria prevede:

– il triangolo;

– un kit di primo soccorso;

– un estintore portatile per auto;

– il gilet riflettente ad alta visibilità.

Riguardo l’uso delle luci gli anabbaglianti devono essere accesi anche di giorno dal 1 novembre al 1 marzo. A partire dal 1 maggio 2022, decadono ogni obbligo e restrizione correlati al Covid per l’ingresso in Bulgaria, per tutti i viaggiatori in arrivo da qualsiasi Paese. Puoi trovare le info aggiornate sulla circolazione in Bulgaria sul sito Viaggiare Sicuri.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Pneumatici invernali

Pneumatici invernali o catene a bordo: ordinanze ANAS 2022 – 2023

Inquinamento da veicoli: migliorare l’aria in casa con un purificatore ventilatore

Batterie al litio: sotto il 70% la capacità si riduce prima. L’indagine