4 motivi “elettrici” per acquistare la Volkswagen ID.3

Volkswagen presenta la ID.3 in anteprima. Perché preferirla ad altre auto elettriche simili oppure no

2 settembre 2019 - 13:58

Volkswagen ha presentato ufficialmente la ID.3, l’auto elettriche – la prima della gamma – che scriverà una nuova storia. Almeno è quanto la gamma ID è chiamata a fare soprattutto negli USA dove i crediti ambientali contano e non poco – vedi FCA che ha dovuto comprarli da Tesla. Ed è proprio rispetto alla Tesla Model 3 (manche la Nissan Leaf) che la Volkswagen ID.3 dovrà prendere le misure e confrontarsi in un mercato dalle grandi opportunità ma dai numeri piccoli. Perché chi è alla ricerca di un’auto elettrica dovrebbe acquistarla? Ecco 4 motivi validi per scegliere la Volkswagen ID.3.

SUPERACCESSORIATA PER I PRIMI 30 MILA ORDINI

La gamma ID sarà declinata in diversi modelli, ma la Volkswagen ID.3 rappresenta il terzo capitolo della storia Volkswagen. Al punto che svelandola in anteprima rispetto al Salone di Francoforte, Volkswagen ha riservato solo per i primi 30 mila preordini l’allestimento speciale ID.3 1ST Edition. La ID.3 1ST Edition è stata lanciata con la batteria di media capacità e l’allestimento hi-tech molto curato. Quindi se avete intenzione di cambiare la Volkswagen eGolf, già economica anche nei costi di manutenzione, sapete quale allestimento cercare, anche con pochi chilometri.

3 LIVELLI DI AUTONOMIA

Quanti chilometri può fare una la Volkswagen ID.3 con una carica della batteria? Quanti ne vuole chi la compra. E anche se può sembrare un trend del mercato da seguire, declinare l’autonomia in diverse taglie è una scelta intelligente che abbatte i costi. Ma non per questo la versione base della ID.3 è attaccata alla spina. La batteria più potente è di 77 kWh, la media 58 kWh e la piccola 45 kWh. A seconda della capacità della batteria, l’autonomia della ID.3 varia da 330 a 550 chilometri (ciclo WLTP).

PREZZO INFERIORE A 30 MILA EURO

La Volkswagen ID.3 costa meno di 30 mila euro per la versione base, a dirlo ufficialmente è proprio una nota del Costruttore. Se il prezzo al netto di incentivi statali sulle auto elettriche dovesse confermarsi questo senza costi occulti, la ID.3 sarebbe seconda solo alla smart EQ forfour per convenienza. Rispetto alla smart EQ avrebbe però una capacità più ampia (lunghezza 3,5 m contro 4,2 m). La gamma della Volkswagen ID.3 si articola oltre alla entry-level anche sulla ID.3 1ST Edition Plus (con fari Matrix LED e carrozzeria bicolore) e la ID.3 1ST Max (head-up display con realtà aumentata e tetto panoramico).

RICARICA GRATIS

Il confronto con la Tesla, al di là dell’Autopilot, la Volkswagen ID.3 se l’è cercato e mentre Tesla “lascia” l’idea della ricarica gratis, Volkswagen “raddoppia”. Prenotando in anticipo la Volkswagen ID.3 1ST Edition ci si impegna con il versamento di 1000 euro a completare l’ordine appena sarà possibile in concessionaria. Chiaramente se si cambia idea il deposito viene totalmente restituito. Intanto però si mette in cassaforte un bonus di ricarica gratis in tutta Europa fino a 2000 kWh per il primo anno alle colonnine Ionity.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Multe stradali ai minorenni

Multe stradali ai minorenni: chi paga le sanzioni?

Auto bloccata in un passaggio a livello

Auto bloccata in un passaggio a livello: cosa fare

Guidare in montagna: i consigli per un weekend in sicurezza