Monopattini elettrici casco obbligatorio

Monopattini elettrici: più sicuri sui marciapiedi o su strada?

Monopattini elettrici sui marciapiedi anche violando i divieti per evitare le auto: ecco cosa dicono i numeri sugli incidenti in bici e in monopattino a confronto

15 ottobre 2020 - 13:18

Guidare monopattini elettrici sui marciapiedi è vietato in gran parte delle città, ma uno studio dell’IIHS mette in evidenza come questo potrebbe incrementare gli incidenti stradali. E’ più sicuro guidare un monopattino elettrico sui marciapiedi o su strada? Ecco cosa è emerso dall’indagine dell’Istituto per la sicurezza stradale USA.

GUIDA MONOPATTINI ELETTRICI SUI MARCIAPIEDI

Come abbiamo scritto anche su SicurAUTO.it, le regole per i monopattini elettrici in città, sono molto restrittive quanto a volte lacunose (vedi il limite di velocità da rispettare dentro o fuori le aree pedonali). Ma proprio su questo l’IIHS solleva un’importante quesito: è più sicuro guidare tra i veicoli oppure tra i pedoni e quindi sui marciapiedi? “Non abbiamo visto molti incidenti di e-scooter elettrici con veicoli, e questo potrebbe significare che i monopattini elettrici vengono guidati principalmente sul marciapiede“, afferma Jessica Cicchino, vicepresidente IIHS. “D’altra parte, ci sono legittime preoccupazioni che i ciclisti sul marciapiede possano sbattere contro i pedoni“. Per capire come i monopattini elettrici stanno influenzando la sicurezza stradale, i ricercatori IIHS hanno condotto due studi differenti e intrecciato i risultati. In uno hanno intervistato oltre 100 guidatori di e-scooter portati al pronto soccorso tra marzo e novembre 2019. Lo studio ha analizzato come la gravità delle lesioni variava a seconda del luogo e dell’incidente. Un secondo studio invece ha confrontato i dati demografici dei ciclisti con quelli di 377 ciclisti intervistati in uno studio precedente.

MONOPATTINI ELETTRICI: PIU’ ESPOSTI AL RISCHIO DI CADERE

I ricercatori hanno scoperto che guidare un monopattino elettrico espone a un rischio di lesioni più frequentemente (per miglio) rispetto ai ciclisti. Tuttavia i ciclisti avevano 3 volte più probabilità degli e-scooteristi di essere investiti dai veicoli. Al contrario, con il monopattino elettrico c’è il doppio delle probabilità di cadere a causa di una buca, marciapiede rovinato o manutenzione carente alle infrastrutture. “Quando vai in bicicletta sei seduto, ma puoi fare molto con le gambe”, afferma uno degli intervistati passato dal monopattino elettrico alla bici elettrica. “Se inciampi in un piccolo buco con il monopattino elettrico, volerai via”. Uno dei motivi per cui i migliori monopattini elettrici hanno le ruote grandi, da preferire a quelli con ruote piccole.

MONOPATTINI ELETTRICI VS BICI: RISCHIO DANNI ALLA TESTA MAGGIORE

I ciclisti e gli utenti di monopattini elettrici hanno subito tipi diversi di lesioni, ma di simile gravità. Circa il 60% di entrambi i gruppi ha riportato ferite lievi e il 9% è stato ricoverato in ospedale. Guidare monopattini elettrici, secondo lo studio, espone al rischio di commozioni cerebrali con perdita di coscienza e fratture al cranio più spesso dei ciclisti. Solo il 2% dei ciclisti feriti ha riferito di indossare un casco, rispetto al 66% dei ciclisti ricoverati al pronto soccorso. Una probabile spiegazione è che la maggior parte degli e-scooter sono condivisi e usare il casco è arbitrario quando non imposto dalla legge. Questo crash test su monopattino mostra cosa succede nell’impatto contro un’auto. Quasi 3 conducenti di monopattini su 5 sono rimasti feriti mentre guidavano sul marciapiede e circa un terzo di questi motociclisti si è infortunato dove è vietato guidare sul marciapiede. Solo circa 1 su 5 è rimasto ferito mentre percorreva la pista ciclabile, pista condivisa o altro luogo fuoristrada. Il 25% di chi guidava il monopattino andava al lavoro. Gli altri facevano commissioni o lo utilizzavano per svago.

BICI, MONOPATTINI ELETTRICI E PEDONI CONDIVIDONO POCO SPAZIO

Abbiamo utilizzato la pista ciclabile quando era disponibile“, dice un intervistato. “Ma personalmente non mi sento al sicuro a guidare uno monopattino in mezzo al traffico“. Lo studio conferma la teoria della difficile convivenza tra utenti e categorie di veicoli diverse. I conducenti di monopattini elettrici rischiano di creare criticità nel traffico e temono le auto. Parallelamente però i pedoni rischiano di diventare birilli sui marciapiedi, mentre sono criticati dai ciclisti quando congestionano le piste ciclabili. La soluzione? Alcuni amministratori, come riporta l’IIHS, stanno lottando per vietare il marciapiede ai conducenti di monopattini elettrici, costringendoli ad andare ancora più lenti per limitare i rischi di incidenti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Assemblea Ania

Assemblea Ania: RC auto in calo del 5%, ma si può fare di più

Multa sconto 30%

Notifica multe: come si calcolano i 90 giorni per l’annullamento

Auto nuove in Europa: +1% le immatricolazioni a settembre 2020