Grandine: come proteggere l’auto in emergenza

Ecco alcune idee per proteggere l’auto dalla grandine: le soluzioni da 0 a 400 euro per evitare i danni alla carrozzeria grandinata

27 luglio 2021 - 11:10

Il rischio di un’auto grandinata è molto alto in estate e quando le previsioni meteo grandine annunciano violenti rovesci, bisogna trovare un modo per proteggere l’auto dalla grandine. I costi per riparare la carrozzeria ammaccata dalla grandine possono variare molto in base alle dimensioni dei pezzi di ghiaccio chiamate anche “chicchi di grandine”. Ecco perché prevenire è la soluzione migliore e in questa guida troverai i consigli su come proteggere la carrozzeria dalla grandine quando parcheggi all’aperto.

ASSICURAZIONE AUTO CONTRO LA GRANDINE: COSA BISOGNA SAPERE

La soluzione più nota per tutelarsi dal rischio di bolli sull’auto provocati dalla grandine è un’assicurazione da eventi atmosferici. Non tutte le compagnie la offrono e bisogna prestare molta attenzione alle condizioni. Una tra tutte è la franchigia, per cui oltre al costo della polizza, bisogna comunque mettere in conto una parte del costo delle riparazioni da pagare di tasca propria. Oltre ovviamente all’incombenza di avviare la pratica di rimborso, trovare un’auto sostitutiva durante le riparazioni (se non rimborsata dalla polizza, altra condizione da verificare). Non ultimo c’è il rischio di dover attendere i ricambi auto indispensabili, come il parabrezza scheggiato dalla grandine. Se il parabrezza è dotato di telecamera e sensori, il fermo auto potrebbe prolungarsi. Molto simile è il discorso per l’assicurazione auto kasko, ma con costi ben più importanti. Se siete disponibili a mettere in conto queste spese per essere sempre protetti dall’imprevedibilità della grandine solo le opzioni migliori. Altrimenti ecco di seguito altre idee per proteggere l’auto dalla grandine a un costo minore o quasi gratis.

PROTEGGERE L’AUTO DALLA GRANDINE ALL’APERTO

Proteggere l’auto dalla grandine in modo permanente a casa o al lavoro è possibile semplicemente parcheggiando l’auto al chiuso o sotto una tettoia per auto. E’ un’idea scontata ma che ci porta subito alla soluzione per chi vuole sapere come proteggere l’auto dalla grandine all’aperto e senza altri ripari. In commercio esistono diversi modelli di telo antigrandine per auto con pro e contro da valutare attentamente prima dell’acquisto:

Telo antigrandine per auto (da circa 50 euro): è molto simile a un telo auto tradizionale, ma con uno strato di gommapiuma nella parte superiore per ammortizzare la caduta del ghiaccio ed evitare i bolli da grandine. Una volta assicurato protegge quasi tutta l’auto ed è efficace anche in caso di vento;

Telo antigrandine a ombrello (da circa 200 euro): è simile a un ombrello che si installa prevalentemente sul tetto dell’auto per proteggere la carrozzeria, dal lunotto fino al parabrezza. La struttura potrebbe non resistere in caso di forte vento e inoltre il cofano anteriore, i fari e i parafanghi restano scoperti;

Telo gonfiabile antigrandine per auto (da circa 400 euro): è fatto su misura per ogni auto, quindi oltre al costo elevato, non si potrà riutilizzare su un’auto diversa. L’auto è protetta da una spezza corazza fatta di camere d’aria. E’ evidente che bisogna considerare anche i colpi di rimbalzo della grandine sul materassino che potrebbero danneggiare veicoli e strutture circostanti (ad esempio le finestre di un’abitazione);

PROTEGGERE L’AUTO DALLA GRANDINE IN EMERGENZA E IN VACANZA

Cosa fare invece se vi trovate in vacanza e le previsioni meteo annunciano una grandinata? E’ sempre possibile lavorare di fantasia per proteggere l’auto dalla grandine gratis (o quasi). Basta prendere spunto dai prodotti disponibili in commercio:

– Proteggere l’auto usando del pluriball per imballaggi. E’ un’idea efficace se si ha a disposizione un foglio abbastanza grande e spessore almeno 2-3 cm da legare sull’auto con delle molle. E’ importante evitare che il vento lo porti via;

– Coprire l’auto con materassini gonfiabili da mare è un’idea altrettanto efficace, ma se non li avete portati da casa dovrete acquistarli. Meglio se in un supermarket o negozio brico poiché ne serviranno in numero almeno sufficiente a coprire il tetto, il cofano anteriore e posteriore. Ricordate di comprare anche delle corde o cinghie con cricchetto con ganci. Meglio evitare le corde elastiche per la maggiore tendenza dei materassini a prendere il volo anche con poco vento;

In extremis, se proprio non avete modo di sfruttare le idee precedenti o qualcuna migliore, delle coperte da adagiare e legare all’auto potranno sicuramente evitare i danni più costosi da riparare.        

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Quanto guadagna la Casa dalla vendita di una sola auto?

Rumorosità degli pneumatici: quali sono le cause?

Incentivi auto 2021

Incentivi auto 2021: le vetture usate sono prenotabili