Migliori utilitarie con budget fino a 16.000 euro

Le migliori utilitarie da comprare con un budget fino a 16.000 euro nella nostra guida con schede, foto e crash test di ogni modello

2 febbraio 2021 - 18:00

Con questa guida chiudiamo il capitolo dedicato alle migliori utilitarie, che abbiamo già affrontato occupandoci di modelli in vendita a 10.000 euro e vetture acquistabili spendendo fino a 13.000 euro. Stavolta ci concentriamo invece sulla fascia premium del segmento B, con i consigli per l’acquisto di un’utilitaria con budget fino a 16.000 euro. Come avrete sicuramente già visto, le guide di SicurAUTO.it contengono una breve scheda per ogni automobile presentata, con le caratteristiche più importanti, il prezzo, le emissioni, i consumi e, quando disponibile, il crash test. Perché per noi la sicurezza viene sempre prima di tutto, anche dell’estetica. Tutte le guide che realizziamo saranno aggiornate periodicamente, perciò tornate spesso a trovarci per scoprire le ultime novità. Guida aggiornata il 2 febbraio 2021.

COME SCEGLIERE L’AUTO GIUSTA

Tutti sappiamo quanto sia difficile scegliere l’auto giusta. Quanti acquirenti hanno optato per un determinato modello senza pensarci troppo, salvo rendersi conto dopo qualche mese di aver sbagliato clamorosamente automobile? A questo proposito vi consigliamo di focalizzare la scelta prima di tutto sulle vostre necessità. A parte il budget, è importante sapere l’uso che si farà dell’auto: casa-lavoro, viaggi, tempo libero, gite offroad? Pensateci bene prima di decidere su quale vettura valga la pena indirizzarsi (e investire). E valutate con attenzione anche altri aspetti, come per esempio il numero di km che pensate di percorrere in un anno. Perché da questo dipende la scelta di un’auto benzina, diesel, gpl o con alimentazione a bassi o bassissimi consumi. Detto questo, leggete con attenzione i parametri da considerare per scegliere l’auto giusta e poi passate alla nostra guida con i consigli per l’acquisto di un’utilitaria con budget fino a 16.000 euro circa.

CITROEN C1

Il modello di Citroen C1 che rientra nel nostro budget è la 1.0 VTi72 S&S JCC+ a benzina, che costa 14.450 euro. È lunga 3,46 metri, ha 4 posti e un volume minimo del bagagliaio di 196 dm3. Testata nel 2014 da Euro NCAP ha ottenuto 4 stelle (qui la scheda del crash test con i risultati completi ed il video). Ha 6 airbag di serie e l’ESC. Disponibile con un solo motore da un litro di cilindrata, 3 cilindri con 72 CV, ha un consumo dichiarato nel ciclo misto di 4,8 l/100 km con 110 g/km di emissioni di CO2. Nata del 2005 da una joint venture tra il Gruppo PSA e Toyota, da allora non ha subito aggiornamenti strutturali. Venduta come 108 da Peugeot e come Aygo dalla casa giapponese, è un’auto prettamente cittadina, con alcune soluzioni tecniche molto economiche.

FIAT PANDA

A quarant’anni dal debutto e giunta ormai alla terza generazione, l’utilitaria Fiat Panda non vuole proprio saperne di farsi da parte. E del resto perché dovrebbe, dato che in Italia continua a guidare le classifiche di vendita con ampio margine sulla concorrenza? La Panda misura da 365 a 370 cm di lunghezza, ha 5 porte, 4 posti e un bagagliaio da 225 litri. Spendendo intorno ai 16.000 euro si possono acquistare tre versioni mild-hybrid della Panda che consumano 3,9 l/100 km ed emettono 89 g/km di CO2. Fiat Panda 1.0 70cv S&S Hybrid City Life da 14.700 euro, Fiat Panda 1.0 70cv S&S Hybrid Sport da 15.500 euro e Fiat Panda 1.0 70cv S&S Hybrid City Cross da 16.300 euroNel 2018 il crash test di Fiat Panda eseguito da Euro NCAP ha dato come risultato 0/5.

HYUNDAI I10

La nuova Hyundai i10 è una delle poche utilitarie al mondo con la frenata automatica d’emergenza di serie. Con il nostro budget intorno possiamo scegliere tra sei versioni della i10, tre a benzina e altrettante gpl, tra cui spicca la 1.0 MPI Econext GPL Advanced, venduta a 15.050 euro. Cinque posti (ma meglio accomodarsi in quattro), cinque porte e 252 litri di bagagliaio, è spinta da un motore da 67 CV, dichiara consumi nel ciclo misto di 6,1 l/100 km e 98 g/km di emissioni di CO2. Testata nel 2020 da Euro NCAP, la Hyundai i10 ha ottenuto 3 stelle: qui la scheda del crash test con i risultati completi e il video.

KIA PICANTO

Tra le migliori utilitarie da 16.000 euro o giù di lì c’è anche la Kia Picanto, sia a benzina che gpl con prezzi che oscillano da 14.450 a 16.650 euro. È lunga 3,59 metri, ha 5 posti e 5 porte, con un volume minimo del bagagliaio di 255 dm3. Testata nel 2017 da Euro NCAP ha ottenuto 3 stelle. Il motore è un 1.000 cc a 3 cilindri con potenza da 65 o 67 cv e consumi dichiarati nel misto di 4,3-4,5 l/100 km per la versione a benzina e di 6,3 l/100 km per la bifuel. Emissioni di CO2 stimate tra 92 e 101 g/km di CO2. Linea più grintosa e ricca dotazione tecnologica sono il biglietto da visita dell’ultima generazione della city car asiatica, caratterizzata da un nuovo design più accattivante. Rivisti anche gli interni, sia per quanto concerne il design che la scelta dei materiali. Nuovo pure l’infotainment, che supporta i protocolli di connessione Apple Car Play e Android Auto.

PEUGEOT 108

La seconda generazione di Peugeot 108 offre un abitacolo migliorato nelle finiture, dotazioni più ricche (spicca il nuovo sistema d’infotainment che rispetto a prima ha guadagnato i comandi al volante per l’autoradio e il telefono) e buone prestazioni, con il piccolo 1.000 a tre cilindri che si difende egregiamente. Con il nostro budget possiamo acquistare ben 10 versioni tutte a benzina della 108, tra cui cinque versioni cabrio e tre per neopatentati. Ad esempio ci piace molto la Collection VTi 72cv Cabrio: lunga 347 cm, ha 4 posti, 5 porte, un piccolo bagagliaio da 196 dm3 e cerchi in lega e vetri oscurati di serie. Il motore da 72 CV/53 kW consuma solo 3,7 l/100 km ed emette 85 g/km di CO2. Prezzo di listino: 15.900 euroIl crash test di Peugeot 108 datato 2014 ha ottenuto 4/5.

RENAULT TWINGO

La Renault Twingo è un’utilitaria che riscuote un certo successo per chi deve muoversi prevalentemente nel traffico cittadino. I punti di forza sono infatti le dimensioni, l’agilità di manovra e i consumi molto ridotti. E ovviamente il prezzo di listino: per portarsi a casa i modelli 1.0 SCE 65 Duel21.0 SCE 65 Intens servono infatti non più di 14.45015.700 euro. Entrambe le versioni sono spinte da un motore 1000 cc da 65 CV, che consuma 4,4 l/km e dichiara 101 g/km di emissioni. Sottoposta a crash test nel 2014, ha ottenuto 4 stelle su 5.

TOYOTA AYGO CONNECT

Toyota Aygo ha fatto un bel salto di qualità rispetto alla prima generazione, migliorando negli interni, nelle dotazioni, nei materiali e nella sicurezza. Utilitaria mignon, misura 346 cm di lunghezza con un bagagliaio da 168 litri. Disponibile per le possibilità del nostro portafoglio in sette versioni a benzina da 14.500 a 16.550 euro, che montano tutte un propulsore 1.0 da 72 CV/53 kW con cambio manuale o automatico. Consumi ed emissioni di CO2 stimati rispettivamente in 3,9-4,1-4,3 litri ogni 100 km e in 89-93-95-98 g/km a seconda dell’allestimento. Modesto risultato (3/5) di Toyota Aygo nel crash test Euro NCAP del 2017.

VOLKSWAGEN UP!

3 o 5 porte non fa differenza, la piccola utilitaria Volkswagen Up! misura sempre 360 cm di lunghezza e nonostante questo regala una buona abitabilità a bordo, pure ai passeggeri sui sedili posteriori (ecco, magari evitate di farci accomodare degli spilungoni). Il bagagliaio da 251 litri si difende, in relazione al segmento. Di serie la frenata automatica di emergenza, disponibile su tutti gli allestimenti. Le motorizzazioni prevedono numerose versioni a benzina 1.0 da 65 CV e una con alimentazione a metano da 68 CV. I prezzi oscillano da 14.800 a 17.000 euroIl crash test Euro NCAP del 2011 di Volkswagen Up! Ha totalizzato 5/5.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Sonda Lambda sporca: come pulirla

Kit bici elettrica: come funzionano i controlli per scovare il trucco

Telepass cambio targa: come fare