Prezzo benzina dal 2 agosto

Benzina a 1,5 euro: ecco dove trovarla ancora

Ci sono posti in Italia o appena oltre il confine dove a marzo 2022 si può ancora trovare la benzina a 1,5 euro litro. Ecco come raggiungerli

15 marzo 2022 - 23:30

Il costo del carburante salito a livelli record sta spingendo molti automobilisti ad adottare soluzioni alternative: per esempio c’è chi ha deciso di rifornire l’auto con olio da cucina al posto del diesel mentre altri si sono messi a cercare le cosiddette pompe bianche o ‘no logo’ per provare a risparmiare qualche euro. E poi ci sono quelli che, vivendoci nei paraggi, hanno la fortuna di potersi recare in quei posti, al confine italiano o poco oltre, dove si può ancora trovare la benzina a 1,5 euro al litro o poco più.

Aggiornamento del 15 marzo 2022 dopo la decisione del governo sloveno di imporre un tetto di 1,50 e 1,54 ai prezzi di benzina e diesel.

BENZINA A MENO DI 1,5 EURO A LIVIGNO

A Livigno (Sondrio), paese dell’Alta Valtellina a pochi km dal confine svizzero che da oltre un secolo gode dello status di zona extradoganale, il costo del carburante è ancora accettabile: sabato 12 marzo 2022 si pagavano 1,482 euro al litro per la benzina e 1,437 euro per il diesel, un prezzo in aumento rispetto ai 1,366 per la benzina e 1,253 per il diesel del giorno prima ma decisamente inferiore al resto d’Italia, di quasi 1 euro. Questo perché in forza del suo status di territorio franco Livigno è esente da alcune imposte, come ad esempio l’IVA e l’odiata accisa sui carburanti. Il costo del carburante è quindi più basso della media italiana perché ‘depurato’ da tasse e balzelli.

Non a caso, negli ultimi giorni si è osservato un notevole andirivieni ai distributori di Livigno di veicoli provenienti da tutta la Valtellina e anche di automobilisti milanesi saliti da quelle parti per trascorrere il week-end in montagna. Pare aumentato di parecchio anche il flusso di camionisti.

Ricordiamo però che per fare rifornimento di carburante a Livigno bisogna rispettare alcune regole: è infatti possibile esportare fuori dal Comune valtellinese solo il carburante contenuto nel serbatoio del veicolo rifornito (quindi si può fare un pieno senza particolari limiti) con l’ulteriore possibilità di riempire una tanica omologata avente capienza non superiore a 10 litri, pena severe sanzioni.

BENZINA A 1,5 EURO IN SLOVENIA (PREZZI BLOCCATI)

A marzo 2022 la benzina a 1,5 euro/litro si può trovare anche in Slovenia. Possono pertanto approfittarne gli automobilisti del Friuli Venezia Giulia che vivono vicino al confine, in particolare i cittadini delle province di Trieste, Gorizia e Udine. Occorre dire che il caro-carburante stava toccando anche la nazione con capitale Lubiana, visto che i prezzi erano saliti parecchio anche lì, tuttavia a partire da martedì 15 marzo il governo locale ha imposto un tetto ai prezzi del carburante riportando le tariffe a livelli accettabili: per 30 giorni, quindi all’incirca fino al 15 aprile 2022, in Slovenia la benzina non potrà costare più di 1,503 euro al litro, mentre il diesel non potrà superare 1,541 euro al litro. Circa 60 centesimi in meno rispetto alle tariffe praticate attualmente in Italia.

Specifichiamo che in Friuli Venezia Giulia sono già previsti sconti per l’acquisto agevolato di carburante per i residenti, che però non riescono a mitigare gli aumenti e a competere con i prezzi sloveni. E infatti in questi giorni si sono viste interminabili file di auto, tutte con targa italiana, in coda alle stazioni di rifornimento della Slovenia, con tempi di attesa superiori anche a un’ora. E dopo l’annuncio del blocco dei prezzi l’esodo diventerà ancora più massiccio.

BENZINA IN SVIZZERA: CONVIENE?

E la Svizzera, dirà qualcuno? Come sono i prezzi benzina e diesel nella Confederazione Elvetica, così vicina a tante province del nord Italia, specie in Lombardia e Piemonte? Ebbene, in questo caso il carburante non è così tanto conveniente rispetto all’Italia: la media registrata sabato 12 marzo 2022 è stata di 1,89 franchi per litro di benzina e di 1,99 franchi per litro di diesel, che al cambio equivalgono rispettivamente a 1,85 e a 1,95 euro.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

colonnine ricarica ue

Colonnine di ricarica con POS: la proposta del Parlamento UE

Blocco traffico Roma 4 dicembre 2022: orari e deroghe

Ricarica CCS vs NACS: la presa Tesla è “rischiosa” per i Costruttori