Decreto Trasporti 2022 novità

Costo rinnovo patente: quali sono quelli fissi, variabili e come fare

Il costo rinnovo patente si divide tra spese fisse e spese variabili. Ecco quelle da affrontare e come fare a risparmiare sulla cifra finale

8 novembre 2022 - 9:45

L’operazione non è affatto gratuita poiché il costo rinnovo patente è tra gli oneri che ogni automobilista deve mettere in conto. Ci sono però due aspetti da sottolineare subito. Innanzitutto i tempi per il rinnovo della patente sono di 10 anni per le patenti A e B e di 5 anni per le patenti C e D. Tuttavia con il trascorrere del tempo, l’appuntamento si fa progressivamente più ravvicinato: ogni 5 anni tra 50 e 70 anni d’età, ogni 3 anni fino a 80 anni e ogni 2 anni oltre 80 anni. In seconda battuta, la circolazione con la patente scaduta espone l’automobilista a una multa salata. L’articolo 126 del Codice della strada stabilisce infatti che l’automobilista che si mette al volante con la licenza di guida non in corso di validità è soggetto alla sanzione amministrativa pecuniaria da 158 a 638 euro. A cui si aggiunge la sanzione accessoria della sospensione. Ma quali sono le voci di costo rinnovo patente tra fisse e variabili?

Aggiornamento dell’8 novembre 2022 con contenuti più attuali sulla procedura di rinnovo patente e sui costi della pratica.

COSTO RINNOVO PATENTE TRA SPESE FISSE E VARIABILI

La prima cosa che c’è da sapere è l’assenza di un costo unico per il rinnovo della patente. Più precisamente le voci di spesa possono essere variabili o fisse. Nel primo elenco rientrano:

– la spesa per la visita medica che varia in base alla città in cui viene effettuata;

– il costo delle foto formato tessera;

– la commissione richiesta per la pratica nel caso in cui venga affidata a una scuola guida, un’agenzia per il disbrigo di pratiche automobilistiche o a una delegazione Aci.

Nella lista del costo rinnovo patente ci sono poi le voci fisse ovvero quelle per

– la Motorizzazione civile;

– il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;

– la spedizione della patente a casa.

In definitiva, un conto è procedere in piena autonomia e un conto è affidarsi a un ente terzo. Nel primo caso il costo rinnovo patente viene evidentemente abbattuto, almeno per la parte delle spese variabili. Il prezzo invisibile da calcolare è il tempo maggiore da dedicare e l’attenzione richiesta nelle procedure amministrative. Se l’automobilista delega la pratica, la cifra complessiva è destinata ad aumentare. Ma di quanto?

RINNOVO PATENTE IN MENO DI 24 ORE: COME FARE

Nei prossimi paragrafi trovate il dettaglio dei costi fissi e variabili per il rinnovo patente, prima però segnaliamo un pratico servizio online per rifare la patente in tutta comodità senza perdere troppo tempo con la burocrazia, rischiare di fare errori e posticipare troppo il rinnovo: il tutto a prezzi davvero vantaggiosi. Questo servizio è Rinnovala di Guida e Vai e consente di rinnovare la patente in meno di 24 ore in una delle oltre 600 autoscuole convenzionate in tutta Italia. Per verificare la disponibilità basta inserire i dati richiesti nella pagina web del servizio e attendere di essere contattati per confermare orario, giorno, struttura e città prescelti. Il rinnovo patente è possibile dal lunedì al venerdì. In autoscuola bisogna portare la patente in scadenza, un documento di identità valido, il codice fiscale ed eventuali certificazioni mediche, mentre il costo del servizio, pagabile anche in tre rate mensili a interessi zero, comprende gestione pratiche, marca da bollo, diritti Motorizzazione, costi di spedizione della nuova patente e visita medica. Si possono rinnovare le patenti di categoria B, C, D, E.

COSTI VARIABILI PER IL RINNOVO PATENTE: QUALI SONO?

Il primo costo rinnovo patente da calcolare è quello variabile per la visita medica. Cambia in base al territorio di competenza, ma possiamo elaborare una media. La visita medica all’Asl ha un costo tra 40 e 80 euro. Si tratta della somma tra l’onorario per la visita medica di circa 20 euro e delle spese regionali per i diritti sanitari tra 20 e e 60 euro. La spesa può aumentare fino a circa 40-50 euro nel caso in cui l’automobilista non si rivolga direttamente all’Asl ma a una delegazione Aci. Infine, un supplemento di costo ulteriore tra 20 e 40 euro va previsto se ci si affida a una scuola guida o un’agenzia per il disbrigo di pratiche automobilistiche. Il costo delle foto formato tessera varia invece in base alla scelta tra le macchinette automatiche, per cui possono bastare 5 euro, o uno studio fotografico, dove la spesa raddoppia. Nel secondo caso la qualità dell’immagine è superiore e l’automobilista può decidere di rifare lo scatto.

COSTI FISSI PER IL RINNOVO PATENTE: QUALI SONO?

La certezza per l’automobilista sono le spese fisse nell’ambito del costo rinnovo patente. Sono due i versamenti da affrontare dell’importo di 10,20 euro (diritti) e 16,00 euro (bolli) su bollettino PagoPA per la tariffa N004. Clicca qui per scoprire come si paga con i bollettini PagoPA.

A questi costi si aggiunge la spesa per la ricezione della patente all’indirizzo indicato e pari a 6,80 euro. Dal punto di vista pratico, il guidatore può procedere direttamente via web dal Portale dell’Automobilista oppure può stampare i bollettini e pagare in un ufficio postale o presso una tabaccheria convenzionata. Solo a questo punto il guidatore può sottoporsi alla visita medica portando con sé:

– le ricevute dei versamenti PagoPA;

– la ricevuta di pagamento della visita medica;

– la patente di guida in scadenza o già scaduta;

– un documento di riconoscimento in corso di validità tra la carta di identità, il passaporto e la patente di guida se non è ancora scaduta;

– la tessera sanitaria;

– due foto formato tessera.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha messo a disposizione il numero verde 800.232323 per la richiesta di informazioni o in alternativa l’email uco.dgmot@mit.gov.it. Per quanto riguarda le tempistiche, per ricevere la nuova patente bisogna aspettare in media circa 15 giorni dalla visita medica.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Bollo auto a rate

Pagare bollo auto online con SPID: come funziona?

Eccesso di velocità: in Austria confisca del veicolo per chi corre

Quando un'auto diventa d'epoca?

Revisione auto storiche e d’epoca: quando e come farla